I 6 Migliori Mortai Secondo la Grande Tradizione Culinaria

Molti di noi hanno probabilmente visto mortaio e pestello in qualche film d’epoca o sullo scaffale di una farmacia un po’ retrò. Eppure, se a casa tua non hai il miglior mortaio e non hai sperimentato il suo potere magico di esaltare il gusto dei tuoi piatti, allora è giunto il momento di prenderne seriamente in considerazione l’acquisto.

Se sei intimidito dal pensiero di usarne uno, o semplicemente pensi che possa essere facilmente sostituito da un frullatore o un robot da cucina, sicuramente avrai una visione diversa una volta che arriverai alla fine di questo articolo.

Qual è il miglior mortaio da cucina?

Sul mercato ci sono mortai di vario diametro realizzati con diversi tipi di materiali. Tieni presente che i modelli con una superficie interna completamente liscia non offrono sufficiente attrito per frantumare le tue erbe e spezie, meglio cercare un tipo meno levigato (anche se magari ha un’estetica che ti piace un po’ meno).

In questo modo puoi ottenere un maggiore attrito e una maggior forza di frantumazione; si possono trovare anche in ceramica, in acciaio inossidabile e in legno. Anche il peso del materiale ha la sua importanza ai fini del risultato finale: mortaio e pestelli in acciaio inox sono leggeri, mentre al contrario quelli in marmo e granito possono essere estremamente massicci.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori mortai:

1. Kesper Mortaio con pestello – Il migliore per materiale solido

Robusto e massiccio, questo mortaio con pestello è interamente realizzato in granito lucidato, per imprimere un’azione forte e decisa: si mantiene stabile sul piano mentre si utilizza il pestello. Si rivela ideale per ridurre in polvere spezie ed erbe aromatiche con il minimo sforzo.

È adatto anche ad essere utilizzato per impieghi impegnativi, come ad esempio triturare i semi. La sua altezza è pari a circa di 8,5 cm.

Caratteristiche chiave:

  • La sua struttura massiccia ne fa lo strumento ideale per ogni tipo di impiego, inclusa la triturazione di semi
  • Rimane stabile sul piano, senza il rischio di scivolare
  • Ha un design piacevole, che si fa ammirare anche su uno scaffale della cucina

Specifiche:

  • Marchio: Kesper
  • Dimensioni: 16 x 8 cm

2. Tera Mortaio e Pestello in – Il migliore per pratico coperchio

Per la realizzazione il mortaio e il pestello è stato realizzato l’acciaio inossidabile alimentare 18/8, un materiale robusto e che non assorbe gli aromi e gli odori. Essendo anche perfettamente liscio, non trattiene alcun residuo degli alimenti, rivelandosi perfettamente igienico e di semplice pulizia.

Non teme la ruggine e gli effetti della corrosione causata dall’elevato livello di acidità di alcuni elementi. Il suo coperchio traslucido permette di lavorare in modo sicuro e di vedere lo stato di frantumazione di spezie ed erbe aromatiche.

Caratteristiche chiave:

  • Si mantiene stabile sul piano
  • Ideale per frantumare pillole e ingredienti duri
  • Non teme la ruggine e la corrosione

Specifiche:

  • Marchio: Tera
  • Dimensioni: 10 x 9 cm

3. Excelsa Mortaio con Pestello – Il migliore per struttura in marmo bianco naturale

Il suo look riecheggia quello degli strumenti delle antiche farmacie, che capita ancora oggi di vedere ben in mostra in qualche negozio. E quando viene posizionato su una mensola della cucina, dona un tocco di grande classe.

Completamente prodotto in marmo naturale, è un utensile robusto: è sufficiente imprimere una leggera forza per triturare qualsiasi tipo di aroma e spezie, inclusi i semi più coriacei. È alto 10 cm e viene fornito con un pestello è lungo 14 cm. Anche se molto resistente, questo tipo di materiale richiede di essere lavato a mano.

Caratteristiche chiave:

  • Il suo design richiama quello degli strumenti più antichi e preziosi
  • Grazie alla sua robustezza permette di sminuzzare ogni genere di alimento, inclusi i semi
  • Il pestello si tiene comodamente in mano

Specifiche:

  • Marchio: Excelsa
  • Dimensioni: 10 x 10 cm

4. Fackelmann Mortaio con pestello – Il migliore per utilizzo quotidiano

Questo mortaio con pestello si fa apprezzare per la sua notevole praticità. Realizzato in legno di betulla, si rivela adatto a un uso quotidiano in cucina, per triturare erbe aromatiche, spezie e semi da aggiungere a ogni portata.

Ha delle dimensioni generose, ideali per preparare abbondanti quantità di pesto. Di semplice manutenzione, richiede solo di essere lavato sotto il getto dell’acqua corrente.

Caratteristiche chiave:

  • La sua robustezza lo rende idoneo a triturare anche le sementi
  • Si lava sotto il getto di acqua corrente, nella massima praticità
  • Con il suo design ergonomico il pestello si maneggia agevolmente

Specifiche:

  • Marchio: Fackelmann
  • Dimensioni: 20 x 16 cm

5. Tera Mortaio con Pestello – Il migliore per completo di accessori

Interamente prodotto in granito naturale non lucidato, questo modello massiccio ha una capacità di due tazze e può così soddisfare tutte le tue esigenze di macinazione in cucina. La dotazione di serie include due pestelli e un pela aglio in silicone.

Vengono inoltre forniti due tappetini in gomma antiscivolo da posizionare sotto la base: in questo modo si può lavorare in completa sicurezza

Caratteristiche chiave:

  • Realizzato in granito naturale non lucidato, facilita la presa
  • Nella confezione sono presenti due pestelli, due tappetini in gomma e un pela aglio in silicone
  • Si mantiene sempre stabile sul piano di lavoro

Specifiche:

  • Marchio: Tera
  • Dimensioni: 14 x 10 cm

6. Navaris Mortaio e Pestello – Il migliore per stabilità

L’utilizzo di questo mortaio con pestello non conosce proprio alcun limite. Il suo materiale costruttivo è il granito naturale, che si rivela massiccio e durato. Il suo peso lo rende particolarmente stabile. Inoltre, grazie alla presenza di piedini antiscivolo, la struttura ha un’elevata presa su ogni tipo di superficie.

L’ampio diametro facilita la lavorazione degli ingredienti. Si lava semplicemente con acqua, senza alcun sapone o detersivo

Caratteristiche chiave:

  • Ideale per triturare anche gli ingredienti più difficili
  • I piedini antiscivolo lo mantengono ben saldo sul piano di lavoro
  • Si lava solo con acqua, senza detersivo

Specifiche:

  • Marchio: Navaris
  • Dimensioni: 16 x 8 cm



Perché usare un mortaio con pestello?

mortaio-con-pestello

Se ami gli strumenti manuali, che ti consentono di avere un rapporto più diretto con gli ingredienti che stai utilizzando, allora il mortaio è lo strumento che fa per te. Mortaio e pestello sono apprezzati dai cultori della cucina perché consentono di macinare erbe aromatiche e le spezie, schiacciare i semi e il sale grosso, persino la frutta secca.

In questo modo, vengono mantenuti intatti gli aromi più autentici dei vari alimenti, consentendoti di arricchire con un gusto inedito le tue preparazioni, dal pesto alle salse, dai condimenti fino al curry e alla guacamole. Puoi anche usare un set di mortaio e pestello per schiacciare i grani di pepe o schiacciare le pillole in una polvere che rende più facile la deglutizione della medicina.

Com’è fatto il mortaio?

Un utensile di questo tipi trasforma le erbe aromatiche e le spezie e frutta in piatti profumati e saporiti, irresistibili per i tuoi familiari e per tutti i tuoi invitti. Ma vediamo più nel dettaglio come è costituita la sua struttura.

  • Mortaio

Si tratta di una ciotola tondeggiante e sufficientemente profonda per accogliere tutti gli ingredienti che ti occorre lavorare. Il segreto della stabilità del mortaio sul piano di lavoro è da ricercarsi nell’accurata distribuzione del suol suo peso, focalizzato nella parte centrale.

La sua parte interna è generalmente un po’ ruvida, per incrementare l’effetto di triturazione impresso dal pestello. Puoi scegliere di svolgere il lavoro lasciando la struttura appoggiata su un piano o tenendola in mano.

  • Pestello

Si tratta del “bastoncino” che si utilizza per “colpire” ripetutamente gli ingredienti, allo scopo di macinali, polverizzarli o frantumarli. La sua estremità arrotondata ne incrementa il contatto con la superficie interna del mortaio. Sono disponibili in forme e dimensioni differenti: per scegliere quello più adatto a te devi considerare la grandezza della tua mano.

Come scegliere il mortaio?

Più che dalla marca, la scelta del mortaio è strettamente legata ad alcuni fattori importanti, che dipendono in massima parte dal tipo di lavoro che ti interessa svolgere. Vediamoli insieme.

Grandezza

La prima cosa da prendere in considerazione sono le misure del mortaio che trovi in commercio . Quanto lo vuoi grande? Tutto dipende dalle quantità e al tipo di alimenti che devi frantumare.

Nel caso del pesto, ad esempio, avrai bisogno di un modello sufficientemente grande per contenere le foglie di basilico, che sono notoriamente molto voluminose. Se devi solo frantumare le spezie come il pepe, l’opinione degli utenti concorda sul fatto che ne puoi scegliere uno più piccolo.

Praticità

Questo aspetto è strettamente legato al tipo di materiale. Se cerchi ad esempio un modello leggero che puoi tenere comodamente in mano, evita il granito e il marmo, un materiale notoriamente solido e robusto. Considera anche se per te è indispensabile che sia facile da pulire: vuoi lavare il tuo mortaio in lavastoviglie o se sei convinto di pulirlo a mano dopo ogni utilizzo?

Prezzo

Lo sappiamo bene: acquistare tramite la vendita online ha i suoi vantaggi. Puoi scegliere tra una vasta gamma di prodotti, senza muoverti da casa. E, cosa non da poco, puoi ottenere un prezzo che si rivela più economico in ogni momento dell’anno. Il costo indicativo è compreso trai 10 euro e i 30 euro.

Qual è il miglior materiale per il mortaio?

Ogni materiale ha i suoi pro e i suoi contro, da valutare con cura al momento della scelta.

  • Granito

Esteticamente piacevole, il mortaio in granito si fa apprezzare per la sua struttura robusta. Si consiglia di scegliere un modello con la superficie interna grezza, per aumentare l’attrito con il pestello e consentire di macinare con efficacia qualsiasi ingrediente. Evita però questo materiale se preferisci un mortaio leggero e maneggevole.

  • Marmo

Molto resistente, ti consente di macinare, triturare e mescolare i più diversi ingredienti, sia secchi che umidi. Anche in questo caso, valuta la pesantezza della struttura.

  • Porcellana

Oltre ad essere semplice da pulire, questo materiale non assorbe gli odori. Tuttavia, la porcellana è delicata e si potrebbe addirittura rompere in fase di utilizzo, soprattutto a contatto con gli ingredienti più duri.

  • Ceramica da farmacia

Un mortaio fatto in questo materiale ti consente di macinare e triturare tutti i tipi di ingredienti. È esteticamente gradevole e facile da pulire, ma anche nell’abbinamento silicone e ceramica è delicato e soggetto alle rotture.

  • Acciaio inossidabile

È il materiale delle cucine più moderne. Super resistente, si semplice pulizia, è una buona scelta per macinare e mescolare erbe e spezie e frantumare pillole. Tuttavia, la sua superficie interna è perfettamente liscia e potrebbe non offrire la presa ideale per svolgere egregiamente il lavoro.

  • Gres

Forte e resistente, offre internamente un buon livello di trazione per macinare e polverizzare erbe e spezie. Non sempre però è altrettanto efficiente con alimenti duri come il pepe e la frutta secca.

  • Legno

Il legno è più leggero e più facile da tenere in mano, ma potrebbe essere troppo morbido per macinare semi più resistenti. Inoltre tende a conservare il sapore di erbe e spezie: dovresti quindi acquistarne più di uno, da destinare ai diversi impieghi. Ma non c’è dubbio: un mortaio e un pestello in legno aggiungono un tocco di fascino rustico alla tua cucina.

Domande frequenti sul mortaio

Non è semplice abituarsi all’idea di lasciare da parte per un istante il robot da cucina per ricominciare a fare alcune operazioni a mano. Cosa ne pensano i vari chef? Qui di seguito ti proponiamo alcune delle domande più frequenti.

💡 Mi serve davvero il mortaio?

Se hai veramente passione per la tua cucina, non puoi farne a meno. Quando si tratta di esaltare i migliori sapori, l’olio essenziale e gli aromi sottili da una piccola quantità di ingrediente, nulla è paragonabile al pestello di mortaio.

Inoltre, non produce calore come farebbe l’attrito delle lame di un robot elettrico e gli ingredienti si mantengono freschi e perfetti per le tue salde fredde o le insalate.

💡 Quando è bene utilizzarlo?

Anche se la risposta è un po’ scontata, mettiamo il pesto in cima alle preparazioni perfette da creare con il mortaio. La frantumazione di basilico e aglio con mortaio e pestello rilascia tutti i loro sapori più intimi, esaltando nello stesso tempo la ricchezza cromatica di questi ingredienti.

Puoi usare il tuo utensile anche per la guacamole, dove puoi schiacciare l’avocado con la cremosità che desideri. Per non parlare del curry, l’hummus e delle più note specialità etniche.

💡 Serve solo per cucinare?

Anche se l’uso in cucina è quello più diffuso, puoi utilizzare il mortaio anche per altri scopi, per esempio per frantumare i medicinali che devono essere consumati in polvere. Ti consente anche di macinare diversi tipi di foglie di tè, chicchi di caffè, cioccolato per preparare dessert e bevande.

Conclusioni

Attinti dalla tradizione culinaria più autentica, mortaio e pestello hanno da tempo conquistato una posizione di rilievo nelle cucine degli chef moderni. Un pesto di basilico non sarebbe la stessa cosa fatto velocemente con un tritatutto. E questa è vera arte.

Ed è a un vero pezzo d’arte che abbiamo accordato la nostra scelta, vale a dire al mortaio della Kesper. Realizzato in granito lucidato, permette di lavorare anche gli ingredienti più difficili con i minimo sforzo e si mantiene perfettamente stabile durante l’utilizzo.

Lascia un commento