Hai una moto? Proteggila con i 7 Migliori Copriscooter

Il miglior telo copriscooter si prende cura della tua moto in ogni momento dell’anno.

Pioggia, neve, vento che alza e deposita polvere, ghiaccio, umidità… La minaccia degli agenti atmosferici è una delle maggiori preoccupazioni per chi, non avendo un garage, è costretto a parcheggiare all’esterno. Non c’è niente di peggio, infatti, che trovare il sedile zuppo di pioggia o coperto da sporco di ogni tipo.

Ecco perché è sempre utile avere un adeguato telo di protezione moto a disposizione, così da proteggere al meglio il nostro fedele veicolo.

Senza contare che le condizioni meteo sfavorevoli danneggiano a lungo andare le parti metalliche e il motore. Anche l’esposizione a una luce solare intensa può indebolire le parti in gomma e la pelle dei sedili o opacizzare la vernice.

Tra l’altro, se si copre lo scooter o la moto nelle ore notturne si aumenta anche il livello di sicurezza. È infatti un buon modo per evitare, o per lo meno ridurre le probabilità, che ladri opportunisti mettano gli occhi sul vostro mezzo: ci vuole sempre qualche frazione di tempo in più per togliere il telo e i malintenzionati, si sa, scelgono obiettivi “facili” e senza impedimenti.

Alcuni modelli sono anche dotati di un’apposita asola per il passaggio del lucchetto, per garantire una difesa totale.

Si tratta quindi di una buona abitudine per molti motivi, tanto più che rispetto a un’auto, la moto richiede veramente poco tempo e il minimo sforzo per essere protetta con il telo. Una volta tolta, la copertura può essere ripiegata nella sua custodia (che viene fornita spesso in dotazione) e alloggiata sotto il sellino o nel bauletto del veicolo.

Si suggerisce di coprire la moto anche nel caso in cui si abbia l’esigenza di ricoverare la moto in garage per diversi mesi. Si eviterà così il deposito di polvere e altri sedimenti.


Qual è il miglior telo copriscooter?

Al di là del fattore estetico, che ha pur sempre un suo peso, è bene quindi porre la massima attenzione alla sua robustezza, insieme alle caratteristiche che abbiamo descritto in questa guida all’acquisto.

È anche se il fattore legato al budget è importante, è magari meglio non puntare esclusivamente sul basso prezzo scegliendo immediatamente il tipo più economico.

Non dimentichiamo infatti che sono soldi spesi bene perché permettono di mantenere in perfetto stato il tuo veicolo, nel corso del tempo.

Una buona abitudine è quella di dare un’occhiata ai forum dedicati all’argomento, in cui è facile trovare opinioni sui vari brand, confronti con i diversi prodotti, magari anche qualche test.
Qui di seguito ti presentiamo i migliori telo copriscooter:

1. Copriscooter Tucano Urbano TU218

Il migliore per: riparo totale

Disponibile in colore marrone, questo modello di copriscooter e coprimoto è realizzato in poliestere spalmato impermeabile.

Nella parte inferiore sono presenti quattro anelli metallici che consentono di agganciarlo saldamente, a prova di vento. Le sue cuciture nastrate si rivelano molto resistenti e a prova di strappo.

Si rivela particolarmente indicato per scooter piccoli completi di bauletto e parabrezza.

2. OJ Atmosfere Metropolitane

Il migliore per: asola per passaggio lucchetto

Si tratta di un telo copri moto molto resistente, realizzato in tessuto impermeabile e felpato, con cuciture termosaldate e fodera.

La cinghia anti sventolio consente di mantenerlo ben saldo anche con il tempo perturbato. È anche prevista un’apposita asola per il passaggio del lucchetto, che lo rende a prova di furto.

Le sue dimensioni sono pari a 229 x 99 x 125 centimetri e si rivela quindi adatto a coprire moto e scooter con parabrezza e/o bauletto.

3. PsmGoods Anladia

Il migliore per: in 6 colori

Si fa subito apprezzare per il suo look, bicolore, che consente di abbinarlo con facilità alla carrozzeria della moto.

La parte superiore è nera, mentre quella inferiore è disponibile nelle tonalità rosso, argento, arancione, blu e verde.

Molto resistente, è prodotto in poliestere 190T PU impermeabile. È facilmente lavabile e misura 245 x 105 x 125 centimetri.

4. Copriscooter Lihao 190T

Il migliore per: anti UV

A prova di polvere e anti-UV, offre una protezione totale contro gli agenti atmosferici come pioggia, polvere, sole, graffi, corrosione e raggi ultravioletti. Si mantiene in perfetto stato anche a temperature elevate (oltre i 40°C).

Essendo elastico alle estremità si aggancia bene al paraurti senza bisogno di legarlo. La fibbia posta nella parte inferiore lo mantiene in perfetta posizione anche in caso di vento.

Il suo materiale costruttivo è il poliestere 190T di elevata qualità, ad alta densità e durata nel tempo. È in taglia XL (245 x 105 x 125 centimetri) e viene fornito con sacca per il trasporto.

5. Besmall Telo Coprimoto

Il migliore per: rapporto qualità/prezzo

Particolarmente adatto alle moto e agli scooter di cilindrata 125-150 cc, questo telo ha una grandezza pari a 245 x 105 x 125 centimetri.

È impermeabile, antipioggia e antipolvere ed è prodotto in taffettà di colore rosso.

Per mantenerlo perfettamente fermo anche nelle giornate di pioggia e vento, è stato progettato un elastico che lo racchiude alla base e con apposite cinghie.

6. Diamond Candy Telo coprimoto

Il migliore per: spirito d’avventura

La sua originale texture verde militare non passa certo inosservata e riflette una certa propensione all’avventura. Il telo è impermeabile, antipolvere, anti UV, traspirante, ideale per esterni ed interni.

Viene fornito con sacca per il trasporto, che consente di riporlo in poco spazio, sempre pronto all’uso.

È disponibile nella taglia XXL, equivalente a una grandezza di 265 x 105 x 125 centimetri.

7. Sodial Coprimoto

Il migliore per: dimensioni generose

Le sue dimensioni si rivelano decisamente ampie. Si tratta infatti di un modello XXXL, ampio ben 295 x 110 x 140 centimetri.

In colore rosso e nero, è impermeabile e traspirante e offre un’efficace protezione contro polvere, pioggia, neve e raggi ultravioletti.

È realizzato in resistente poliestere Oxford ed è fornito di sistema di fissaggio elastico.

Come scegliere il miglior telo copriscooter?

Il modo migliore per proteggere il vostro scooter da tutte le intemperiemiglior-telo-copriscooter è quello di coprirlo con un telo su misura di alta qualità. Si tratta di una soluzione semplice ed economica per tutelare il vostro investimento.

Sul mercato le proposte non mancano di certo ma, soprattutto se desiderate acquistare un telo copriscooter online per trovare un prezzo accessibile, è bene prendere bene le misure.

Queste, come anticipato, devono tenere conto anche dell’ingombro degli accessori già montati o che si pianifica di montare in futuro (il parabrezza in plexiglas, ad esempio, viene generalmente fissato al veicolo solo con l’inizio delle stagioni più umide).

La qualità del tessuto deve essere elevata, in modo tale da salvaguardare veicolo anche in caso di condizioni climatiche particolarmente avverse.

Il materiale deve essere impermeabile e al tempo stesso traspirante in modo da far evaporare l’eventuale condensa che si può formare per la differenza del gradiente termico interno/esterno.

Deve anche essere morbido ma al tempo stesso forte in modo che non si strappi. Le plastiche scadenti si deteriorano facilmente e non assolvono adeguatamente il compito di protezione che desiderate avere.

I teli coprimoto da esterno sono disponibili sia in classico nylon che in materiale felpato. Il primo è ideale per preservare dalla pioggia, il secondo protegge meglio dal freddo intenso, oltre a rivelarsi ideale al contatto con le parti più delicata della carrozzeria.

I copriscooter da interno, che devono solo difendere dalla polvere, possono essere ugualmente in materiali altamente protettivi ma più leggeri.

Anche le cuciture hanno un ruolo importante nella protezione del veicolo: garantiscono infatti la necessaria resistenza in caso di forte vento, evitando che si possano formare brandelli in seguito a strappi. Precise specifiche tecniche come ad esempio una saldatura a ultrasuoni possono garantire una migliore tenuta rispetto a cuciture più tradizionali.

Tenete conto che se si aprono piccoli strappi sulle cuciture, queste possono dar vita a tagli via via più grandi. In questo modo l’intera copertura potrebbe compromettersi rapidamente.

La presenza di sfiati è un altro aspetto da non sottovalutare. Specifiche prese d’aria, appositamente progettate per non lasciare entrare gli elementi atmosferici, permettono una adeguata ventilazione degli interni, prevenendo la formazione di muffe e funghi nel caso si lasci il mezzo coperto per molto tempo.

Un corretto flusso d’aria garantisce inoltre che il telo non diventi una vela: l’aria passa senza tirare, in modo che l’intera copertura resti ben salda.

La disponibilità di fibbie elastiche da fissare in punti determinati, come per esempio attorno ai pneumatici, aiuta nel mantenere la copertura strettamente montata evitando che voli via in presenza di venti molto forti. Anche la presenza di occhielli e passacavi può contribuire a questo scopo.

Un sacchetto per riporre il telo una volta piegato è sicuramente un accessorio importante di cui tenere conto specialmente perché vi permette di occupare poco spazio ogni volta che il copriscooter viene riposto in una borsa o nel bauletto.

Un piccolo dettaglio, che aiuta a far apprezzare un modello piuttosto che un altro può essere la presenza di una targhetta che identifica il lato “anteriore” da quello “posteriore”…

Non da ultimo, la garanzia. Alcuni teli hanno anche garanzie di dieci anni, forse più lunghe dei tempi di possesso del vostro scooter!

Qualche consiglio prima di acquistare il telo copriscooter?

L’errore più comune è quello di acquistare un telo copriscooter solo perché è esteticamente accattivante. Il telo va invece sempre scelto in base a determinati criteri, primo tra tutti quello della copertura totale del mezzo.

Chi possiede uno scooter spesso lo fa accessoriare con il parabrezza (per le stagioni più fredde) e con un bauletto, per poter disporre di più spazio per il trasporto di oggetti ed effetti personali.

Inoltre certi modelli come la Vespa hanno carenature posteriori molto ampie per alloggiare motori e ruotini di scorta. Una copertura troppo corta sarà senz’altro inadatta, ma un telo jumbo troppo grande potrebbe svolazzare ad ogni raffica di vento.

In quest’ultimo caso si potrebbero formare anche degli avvallamenti, habitat ideale della pioggia che, riempiendo questi “crateri”, tende a penetrare sotto forma di condensa: proprio come un telo impermeabile ma traspirante che si impregna a tal punto da far passare gocce d’acqua una dopo l’altra.

Il telo deve quindi rivestire perfettamente non solo il veicolo, ma anche gli accessori di cui è dotato (specchietti, bauletto, parabrezza). Sottovalutare questo piccolo ma importante dettaglio comporta una mancata protezione di alcuni parti che, con il trascorrere del tempo, saranno più soggette al deterioramento (graffi, strisciate, opacizzazione dei colori, ecc.).



Lascia un commento