Le 5 Migliori Sandbag da Allenamento per i Cultori del Fitness

Sin dai tempi antichi, i Romani e i Greci usavano strumenti per fortificare il proprio fisico anche al di fuori delle palestre. E i gladiatori si servivano di sacchi riempiti di sabbia per irrobustirsi. Oggi con le migliori sandbag da allenamento è possibile fare altrettanto.

Le sandbag (lo dice la parola stessa traslata dall’inglese) sono veri e propri sacchi di sabbia. Il loro impiego è stato affinato su larga scala dai militari di varie nazione, che non potendo trovare o crearsi una palestra, iniziarono a usare come pesi ciò che avevano a portata di mano, come appunto i sacchi di sabbia.




Qual è la migliore sandbag da allenamento?

Se stai pensando di equipaggiarti con questa sacca per allenamento fitness da casa e hai già dato un’occhiata in giro, ti sarai accorto che l’offerta del mercato è molto articolata. Come scegliere, allora?

La vendita online ti consente di focalizzare al meglio la tua ricerca, proponendo una gamma mirata di modelli in base alle specifiche esigenze di allenamento e di budget. Qui di seguito troverai i prodotti più cliccati nel web, accompagnati da una breve recensione e dalle opinioni degli atleti che si allenano regolarmente con un sandbag, con i loro test e consigli per l’acquisto.

Qui di seguito ti presentiamo le migliori sandbag a allenamento:

1. SKLZ Super Sandbag

La migliore per: versatilità

Ideale per sessioni di allenamento total-body, questo sandbag con peso variabile è uno strumento versatile per l’allenamento di qualsiasi parte del corpo.

Si presta a incrementare la forza e l’esplosività ed è utilizzabile in una notevole varietà di esercizi.  Offre la possibilità di regolare il peso grazie alle 4 sacche da 4,5 kg ciascuna.

Molto resistente, è dotata di maniglie multigrip per garantire la massima maneggevolezza.

  • Allenamento total-body
  • Maneggevole
  • Resistente

2. RDX Fitness Sandbag

La migliore per: molteplici maniglie

Con un unico strumento fitness è possibile ottenere tutti i benefici che derivano dall’impiego di palla medica, manubri o bilancieri.

Si può utilizzare sia in palestra che all’aria aperta ed è indicato per tonificare i muscoli, bruciare i grassi e incrementare l’agilità del corpo.

Offre l’opzione di peso regolabile e può essere riempita con materiale più pesante; consente inoltre di applicare dei piccoli pacchetti di sabbia all’interno. Ha quattro robuste maniglie per rendere la presa salda e sicura.

  • Peso regolabile
  • Pratica
  • Resistente

3. Powrx Sandbag

La migliore per: molto resistente

Può essere impiegata per eseguire una vasta gamma di esercizi functional fitness e per lo sviluppo della velocità, resistenza e potenza muscolare.

Gli esercizi sono pressoché infiniti: squat e stacchi nelle varie forme, incluso l’overhead, good morning, military e push press nonchè i vari clena, press, snathc, rematori, tirate, curl, floor press e pullover.

La sacca è realizzata in resistente pelle sintetica ed è dotata di due maniglie grazie alle quali è possibile variare le impugnature e modalità di impiego. Il peso è variabile da 5 a 30 kg.

  • Facile trasporto
  • Multiuso
  • Pelle sintetica

4. Madx Sandbag

La migliore per: rapporto qualità e prezzo

È fornita di sei maniglie imbottite in schiuma per ottimizzare la presa durante l’esecuzione di ogni tipo di esercizio total-body.

Realizzata in pelle artificiale molto resistente, può essere riempita fino a un massimo di 30 chilogrammi. Le sue dimensioni sono pari a 20 x 20 x 70 centimetri.

  • Robusta
  • Maneggevole
  • Grip

5. Timebreak Power bag

La migliore per: maniglie extra-strong

Disponibile in due diversi colori (rosso o nero), viene consegnata già riempita con stracci di tessuto, subito pronta per essere utilizzata. È realizzata in pvc, molto robusto, ed è dotata di tre maniglie extra-strong per ottimizzare la presa durante l’esecuzione di qualsiasi tipo di esercizio.

Il modello da 5 chilogrammi misura 50 x 20 centimetri, quello da 10 chilogrammi ha una dimensione di 55 x 20 centimetri.

  • Subito pronta
  • Resistente
  • Design

 




Utilità della sandbag?

Si tratta forse del modo più convenzionale per formare il proprio corpo. Molte persone pensano che una palestra è tutto ciò di cui hanno bisogno. Tuttavia, l’utilizzo del “sacchetto di sabbia” offre molto di più quando si tratta di irrobustire per intero la muscolatura o di praticare crossfit, rispetto ad altri attrezzi e alle pratiche che prevedono allenamenti ad alta intensità.

I sacchetti di sabbia per allenamento possono fornire un modo diverso di fare attività fisica già solo per il fatto che non hanno una forma propria. Ciò significa che il peso sarà costantemente spostato all’interno della borsa e muscoli meno utilizzati verranno attivati per mantenere stabile la sacca.

 

Esercizi con la sandbag?

Sono in molti a utilizzare la sandbag come un’alternativa alle macchine in palestra.

Si tratta in sostanza una sacca, di solito di forma cilindrica, che va riempita di sabbia e che può essere dotata di maniglie. In questo modo è possibile eseguire tutta una serie di esercizi diversi che possono interessare le gambe, le braccia, la schiena e qualunque parte del corpo.

Si rivela molto efficace nella preparazione delle mma (arti marziali miste)

Su Youtube si possono trovare numerosi video tutorial.

 

Allenarsi con la sandbag?

L’allenamento con questa sacca è impegnativo ed è adatto a chi ha già confidenza con l’allenamento funzionale e con altri attrezzi come i kettlebell. È ottimo per migliorare la propria forma fisica ed incrementare le proprie performance.

Le sandbag aggiungono un forte elemento di instabilità all’allenamento e, dunque, sono ottimali per potenziare i muscoli addominali e i muscoli posturali della schiena.

Per sostenere carichi pesanti, il corpo deve necessariamente controllare i movimenti di flessione e rotazione, coinvolgendo così i muscoli in maniera molto più profonda. Il sollevamento della sandbag, ad esempio, obbliga il corpo a mantenere una determinata posizione.

Si tratta in ogni caso di attrezzi da ginnastica o pesi da fitness e il primo consiglio che possiamo darvi è ovviamente quello di scegliere bene il peso da utilizzare e di non esagerare durante i primi utilizzi per testare la resistenza e la forza del proprio corpo con un nuovo strumento di lavoro.

 

Tipi di sandbag?

Anche se in apparenza sono simili le une alle altre, hanno in realtà diversi aspetti di differenziazione.

Alcuni dei modelli più costosi sono fabbricati con materiali più duri, che li rendono così più resistenti al trasporto di pesi massicci. Hanno anche una grande versatilità, ad esempio, possono avere scomparti per cercare di mantenere la sabbia concentrata da un lato per rendere l’allenamento più impegnativo e far lavorare il vostro core.




Core e sandbag?

Con questo termine si indica il nucleo centrale del nostro corpo e il suo baricentro. Sono i muscoli che sostengono il tronco, proteggono la colonna vertebrale, migliorano la postura, aumentano le performance sportive e il modo di porsi di tutti i giorni, e garantiscono protezione e stabilità alle zone lombare e pelvica.

L’allenamento corretto di questi muscoli è il segreto per avere un corpo equilibrato e in armonia, capace di muoversi correttamente, ed è inoltre il miglior modo per prevenire mal di schiena e infortuni.

 

Sabbia nella sandbag?

Per questioni di logistica e di spedizione, la sandbag viene generalmente venduta senza sabbia. La sabbia ha un costo irrisorio ed è possibile acquistarla a parte.

Si consiglia di acquistare la sabbia molto fine. Nel caso sia umida, è importante farla asciugare adeguatamente: solo così può infatti scorrere fluidamente da una parte all’altra della sacca, senza aggregarsi in blocchi.

Occorre riempire i diversi scompartimenti o sacchetti, che poi vengono chiusi ermeticamente per evitare che i granelli possano fuoriuscire all’esterno.

 

Scelta della sandbag?

Diversi sono gli aspetti da tenere in considerazione al momento dell’acquisto e sono per lo più legati alla durata e alla frequenza di utilizzo.

  • Le dimensioni della sacca sono molto importanti. La capacità implica infatti il quantitativo di sabbia che si può inserire e determina il tipo e l’intensità dell’allenamento.
  • Il numero e la posizione delle maniglie influiscono sul tipo di presa, consentendo di effettuare esercizi maggiormente specifici per le varie parti del corpo.
  • Se si ha intenzione di utilizzare la sacca all’esterno, massima attenzione va posta ai materiali costruttivi. Devono avere una buona classificazione UV per evitare che si deteriorino o si scolorino se vengono esposti al caldo e alla luce intensa. Le sacche in tela sono le più economiche, sebbene non abbastanza resistenti come quelle in tessuti plastici o sintetici
  • Le cuciture sono un altro aspetto da sottovalutare. Devono garantire la massima tenuta, per evitare che si strappino non appena la sacca sarà riempita.

 

Manutenzione della sandbag?

Se non si ha intenzione di utilizzarla per lungo tempo, conviene svuotarle e conservarla vuota per evitare che si deteriori.

L’enorme vantaggio di una sandbag è la sua leggerezza, che oltre a renderla facilmente trasportabile ovunque, consente di riporla nella massima facilità.




Lascia un commento