I 3 Migliori Registratori di Cassa per Gestire gli Incassi

La legge italiana prevede che gli esercizi commerciali debbano emettere regolare scontrino o ricevuta fiscale per ogni transazione effettuata.

Ne prescrive anche le caratteristiche precise di funzionamento per cui è facile trovare il miglior registratore di cassa una volta che hai individuato quello che maggiormente fa al caso tuo.




Qual è il miglior registratore di cassa?

Se hai un’attività commerciale e sei alla ricerca di un registratore di cassa di qualità al prezzo più basso, dai un’occhiata alla vendita online: troverai sicuramente l’apparecchio giusto per soddisfare le tue esigenze professionali.

I vantaggi dell’acquisto nel web sono numerosi: dall’ampia offerta disponibile alla possibilità di leggere le opinioni di chi utilizza quotidianamente questi dispositivi e che ne mette in luce – in modo obiettivo – i punti di forza

Qui di seguito ti presentiamo i migliori registratori di cassa:

1. Casio SE-S400

Il migliore per: versatilità

È un apparecchio multifunzione, che si presta a soddisfare le esigenze di negozi e attività professionali in genere come parrucchieri ed estetisti.

È fornito di doppio display, uno di tipo multilinee per l’operatore e uno per il cliente. Funziona con un rotolo termico da 57 millimetri e mette a disposizione 8 righe per l’intestazione dello scontrino, con la possibilità di inserire un logo grafico.

Ha 25 tasti merceologici alfanumerici, Iva, rapporti giornalieri e mensili.

  • Doppio display
  • Multifunzione
  • Possibilità logo

2. Olivetti ECR 7700 – Registratore di cassa, bianco

Il migliore per: rapporto qualità e prezzo

È un apparecchio non fiscale, ideale per quelle attività che hanno la necessità di tenere sotto controllo gli incassi, come ad esempio le associazioni sportive.

Le sue caratteristiche includono diario elettronico fino a 3000 righe, funzione training, funzione calcolatrice tramite la tastiera cassa. Ha un cassetto con 3 scomparti per le banconote e 8 per le monete.

  • Multifunzione
  • Pratico
  • Ergonomico

3. Casio SE-G1

Il migliore per: struttura compatta

Questo modello non fiscale si caratterizza per un design compatto ed è dotato di un piccolo cassetto per i contanti. La modalità chiave garantisce un controllo sicuro della registrazione.

Ha un doppio display per operatore e cliente ed è completo di cassetto rendi-resto. Funziona con rotolo a carta termica da 58 millimetri.

  • Semplice impiego
  • Intuitivo
  • Pratico

 




Registratore di cassa fiscale?

Essendo uno strumento di controllo che tiene traccia di tutti i movimenti contabili, una volta acquistato e Registratore-di-Cassainstallato il dispositivo, è necessario darne comunicazione scritta all’Agenzia delle Entrate, che provvede a porre un sigillo tramite una particolare piombatura affinché lo strumento non venga manomesso.

Periodicamente richiede poi una revisione presso alcuni centri appositi che abbiano ricevuto l’autorizzazione del Ministero delle Finanze. Anche il tipo di carta deve essere omologato, specie se oltre all’emissione dello scontrino per il cliente, registra tutti i movimenti contabili di cassa sostituendo la tenuta del registro cartaceo.

Anche chi ha un’attività ambulante è soggetto all’emissione dello scontrino fiscale. In questo caso, può essere utilizzato in alternativa un modello portatile, alimentato a batteria. Per particolati esigenze sono inoltre disponibili apparecchi a noleggio.

 

Scelta del registratore di cassa?

Il design dei nuovi registratori di cassa è ancora molto simile a quello antico dei primi modelli messi in commercio, ma le performance sono sicuramente migliori grazie al progredire della tecnologia informatica.

I modelli di registratori di cassa disponibili sul mercato sono tantissimi, da quelli che hanno poche funzioni di base a quelli più complessi legati all’uso del Pos per i pagamenti elettronici o alla lettura di codici a barra.

La prima cosa da fare è quella di stabilire se le merci trattate necessitano, ai sensi di legge, del rilascio dello scontrino fiscale. Alcuni negozi per esempio, come tabaccai, edicolanti e benzinai non sono tenuti a rilasciarlo e pertanto potranno chiedere un registratore di cassa semplice (a meno che non vendano altri beni soggetti al rilascio di scontrini fiscali).

 

Com’è fatto un registratore di cassa?

Gli elementi base che compongono un registratore di cassa sono

  • la tastiera. Pur avendo una configurazione standard, in molti modelli può essere personalizzata a seconda delle esigenze specifiche
  • la stampante. Ha parametri variabili nelle caratteristiche di emissione, in termini di velocità, larghezza del rotolo e definizione. La larghezza standard del rotolo è 5,7 cm ma ci possono essere rotoli molto più stretti, per esempio da 2,75 cm o più larghi, fino a 8 cm. La velocità di stampa, per una buona macchina, va dalle 10 righe al secondo fino a prestazioni più elevate
  • il display. I moderni display di cassa sono lcd retroilluminati. Ogni registratore di cassa ne ha due, uno dal lato dell’operatore e uno dal quello del cliente, per mostrare il risultato delle operazioni effettuate.
  • il cassetto rendi-resto a scomparsa che contiene il contante. È collegato al registratore di cassa e si apre in manuale, con chiave o in automatico all’emissione dello scontrino. Il cassetto, solitamente in metallo con interno in metallo o in plastica, ha tanti scomparti secondo le esigenze per raccogliere monete e banconote, ricevute della carta di credito e così via

Grazie al registratore di cassa si può ottenere con velocità la somma della merce venduta ed stampare lo scontrino in doppia copia.

Ogni apparecchio è dotato di memoria interna che semplifica le operazioni di somma, moltiplicazione del medesimo articolo allo stesso prezzo, deduzioni, annulli, storni, sconto percentuale e altre funzioni, applicazione dell’aliquota IVA in funzione del tipo di prodotto.

I modelli più performanti e moderni sono completamente digitali e dotati di tastiera touch screen.

I migliori dispositivi includono anche una password di registro per l’apertura, in modo da poter vedere esattamente chi ha operato con la cassa e in quale momento.




Funzioni particolari del registratore di cassa?

Funzioni non direttamente legate alla vendita ma altrettanto importanti per un esercizio commerciale sono quelle usate per avere statistiche e dati sulla vendita: è possibile infatti, attraverso il registratore di cassa, controllare il totale della vendita per cassa, per reparto e per operatore, giornaliero o periodico e così monitorare con precisione i propri introiti.

Un’altra funzione avanzata di cui non tutti i registratori di cassa dispongono è l’emissione dello scontrino parlante, che indica nome, indirizzo e partita iva dell’azienda o del privato che effettuano l’acquisto, utile per la richiesta di rimborsi spese o per la detrazione fiscale.

Registratori di cassa più complessi possono avere la capacità di gestire molte operazioni contemporaneamente, una memoria che consente di registrare un grande numero di reparti, promozioni o altre impostazioni utili; in più una velocità di stampa e una definizione migliore, con la possibilità di aggiungere sullo scontrino frasi di cortesia, loghi, una grafica personalizzata. Insomma tutto quello che può servire nella moderna e grande distribuzione.

 

Registratore di cassa interattivo?

Negli ultimi anni si stanno diffondendo gli schermi touch screen che ripropongono i pulsanti della tastiera e altri comandi su uno schermo lcd con cui interagire a livello tattile.

È possibile collegare il pc al registratore di cassa. Sul computer si possono memorizzare gli articoli per codice, come nel caso di un collegamento del codice a barre letto mediante uno scanner e su cui applicare direttamente le promozioni e le scontistiche.

Le memorie possono essere programmate e riprogrammate da pc. Un semplice passaggio del codice sotto il laser permette di rilevare i prezzi della merce e registrarlo automaticamente nel registratore senza doverlo inserire manualmente. Un segnale sonoro o luminoso garantisce l’avvenuta registrazione.

Sono disponibili apposite app per smartphone Android che possono semplificare determinate operazioni di rendicontazione.

 

Bilance per registratori di cassa?

Gli esercizi alimentari possono abbinare al registratore di cassa particolari bilance che pesano la merce (pane, frutta e verdure) e caricano il corrispettivo sommandolo nello scontrino.

In questo caso anche la bilancia deve essere omologata, tarata e bollata, per rispondere alle normative annonarie.




Lascia un commento