I 7 Migliori Kayak Gonfiabili Per Avventurieri Delle Onde

Chi si vuole affacciare al mondo del canottaggio, senza fini professionali, non può fare a meno del miglior kayak gonfiabile.

Noto anche con la sigla di IK (Inflatable Kayak), il kayak non è solo una delle tante occasioni di divertimento o di semplice svago per stare un po’ all’aria aperta a contatto con la natura. E, soprattutto, non può essere considerato solo un modo per fare una gita diversa dal solito.

Il kayak è sicuramente un’esperienza appassionante. Rispetto a una passeggiata nei boschi o a un’escursione in mountain bike, un’uscita in kayak offre indubbiamente delle sensazioni inedite, molto diverse da tutti gli altri sport acquatici.  

Non ha paragoni neppure nell’ambito della nautica. Questa versatile imbarcazione consente di spostarsi in modo silenzioso, in armonia con la natura, per raggiungere luoghi inesplorati dove magari praticare un po’ di immersione e snorkeling. E una volta a terra, non si vede l’ora di ricominciare.

Con un kayak, tutti coloro che amano il canoismo possono divertirsi in modo diverso da solito. È possibile rilassarsi e vivere un’esperienza da soli o in compagnia, su un fiume tranquillo, al lago e anche al mare. I modelli sono in genere costruiti per usi in ambienti specifici perché, ovviamente, cambiano le condizioni d’uso. Ben diverso, infatti, è il moto ondoso di un lago, di un fiume o del mare.

Sommario

Migliori Kayak Gonfiabili

# Anteprima Prodotto Voto Prezzo
1 Intex 68307, Canotto Explorer... Intex 68307, Canotto Explorer... 277 Voto 149,90 EUR 79,18 EUR
2 Intex 68306EP, Canotto... Intex 68306EP, Canotto... 106 Voto 149,00 EUR 101,68 EUR
3 Sevylor Reef240 Kayak, 1 Posto Sevylor Reef240 Kayak, 1 Posto 8 Voto 307,90 EUR 203,50 EUR
4 Intex 68305, Canotto... Intex 68305, Canotto... 202 Voto 109,56 EUR 54,25 EUR
5 Sevylor Reef300 Kayak, 2 Posti Sevylor Reef300 Kayak, 2 Posti 15 Voto 417,90 EUR 264,94 EUR
6 Sevylor Tahiti Plus Kayak, 2 +... Sevylor Tahiti Plus Kayak, 2 +... 7 Voto 277,90 EUR 159,90 EUR

Qual è il miglior kayak gonfiabile?

Può sembrare una cosa banale, ma se non si ha in mente il tipo di specialità che si desidera provare, si rischia di spendere soldi inutilmente.

Chiedetevi quindi se siete tipi da acque schiumose, quelle caratterizzate dalle rapide, che sono praticabili solo con un certo tipo di kayak. Oppure, se preferite pagaiare tranquillamente nelle acque ferme, per spingervi magari nei punti difficilmente raggiungibili a nuoto.

I vantaggi e gli svantaggi di questa tipologia di prodotto devono pertanto essere calcolati in base ai bisogni e alle esigenze dell’utente. In generale, i kajak gonfiabili sono di solito indirizzati ai non “professionisti” del settore, ovvero ai canoisti amatoriali o alle prime armi.

In ogni caso, è bene tenere presente che, a differenza dei modelli rigidi, quelli gonfiabili non sono indicati per competizioni in velocità.

L’obiettivo di questa guida all’acquisto è quello di fornire una panoramica esaustiva dei più diffusi modelli disponibili per l’acquisto online. Vengono presentati prodotti di elevata qualità che pongono sempre una particolare attenzione al prezzo, e dove anche il modello più economico saprà stupirvi per le sue prestazioni.

Potete trovare qualche utile spunto per l’acquisto di un kayak gonfiabile da mare, di un kayak gonfiabile da lago, di un kayak gonfiabile per principiante o ancora per un primo acquisto di un kayak biposto gonfiabile.

 

Intex Challenger K2

Il migliore per: molto resistente

Offerta
Intex 68306EP, Canotto...
106 Voto

Si tratta di un kayak gonfiabile ideale per un adulto e un bambino (ha una portata massima 160 chilogrammi), che viene fornito completo di remi di alluminio.

È costruito in robusto vinile super-tough, un pvc altamente molecolare che non subisce alterazioni a contatto con benzina, olio e acqua salata; è anche molto resistente a danni da abrasioni, urti e raggi solari.

Grazie alla sua valvola Boston il gonfiaggio e lo sgonfiaggio delle camere d’aria principali vengono effettuati rapidamente.

 

Bestway Ventura

Il migliore per: sedili regolabili

Offerta
Bestway Ventura Kayak,...
47 Voto

Con la sua capacità di carico di 200 chilogrammi, è studiato per trasportare due adulti nella massima comodità. Entrambi i sedili sono regolabili e sono dotati di comode tasche.

Il kayak è fornito di due camere laterali rimovibili e di fondo tubolare in pvc altamente resistente. Lo scafo è rivestito in nylon resistente ai raggi solari, alle sostanze oleose e alla salsedine.

È completo di valvola di sicurezza, di valvole per un rapido gonfiaggio e sgonfiaggio e di valvola di scolo integrata.

 

Jilong Pathfinder I

Il migliore per: rapporto qualità/prezzo

Disponibile nella versione singola o doppia, è progettato per uso sia sportivo che amatoriale. Comodo e pratico, si presta all’esplorazione di fiumi, laghi e coste marine.

Viene fornito completo di una fune per il trasporto e di una rete porta-oggetti. La massima sicurezza viene garantita da due camere principali nello scafo e una camera nel fondo.

Realizzato in pvc ad alta resistenza, ha una portata massima di 160 chilogrammi. Viene fornito con due pagaie in alluminio da 221 centimetri, una pompa a piede e una borsa per il trasporto.

 

Advanced Elements AE1007-R

Il migliore per: elevata portata massima

Offerta
Advanced Elements AE1007-R...
7 Voto

Vi trovano posto due persone adulte nella massima comodità: la capacitò di carico di questo kayak è infatti di 249 chilogrammi.

È progettato con sei camere d’aria, pesa 11 chilogrammi e grazie alle sue punte affusolate favorisce un andamento rapido. Le operazioni di gonfiaggio e sgonfiaggio vengono eseguite nella massima rapidità.

Nella confezione è accolta anche una borsa per il trasporto, insieme a un kit di riparazione. Il manuale è in italiano.

 

Blueborn Boat Coasteer SRE240

Il migliore per: stabilità

Blueborn Boat Coasteer SRE240...
12 Voto

Basta leggere nei forum i commenti dei possessori di questo versatile kayak per rendersi conto del suo punto di forza: è praticamente impossibile ribaltarsi.

Ha un comodo sedile regolabile con schienale alto e confortevole poggiapiedi, per pagaiare nel massimo relax. Particolarmente resistente grazie al suo involucro in nylon, si rivela ideale per fare snorkeling o immersioni.

Il fondo gonfiabile di tela incerata rinforzata offre un elevato livello di protezione.

 

Jilong Sport Pathfinder

Il migliore per: molto spazioso

Offerta
Intex 68307, Canotto Explorer...
277 Voto

Grazie a un’attenta ripartizione degli spazi interni, è progettato per accogliere due persone insieme a una dotazione completa di accessori.

Le pinne direzionali sul fondo garantiscono grande stabilità e controllo. Il kayak è costituito da tre strati di robusto pvc e poliestere ed è fornito di tre camere d’aria. Il fondo gonfiabile ha una struttura I-beam ed è dotato di tappo di drenaggio. Le valvole ad alta pressione favoriscono un rapido gonfiaggio e sgonfiaggio.

 

Intex Explorer K2

Il migliore per: sedili gonfiabili removibili

È un versatile modello ideato per due persone (ha una portata massima di 160 chilogrammi e una dimensione di 312 x 91 x 51 centimetri) che si presta anche all’utilizzo in solitaria.

I due sedili gonfiabili regolabili sono dotati di comodo schienale e si possono rimuovere con facilità. Il fondo gonfiabile è progettato per offrire il massimo comfort e sicurezza. La confezione include anche i remi in alluminio e una pompa manuale.

Kayak o canoa?

Il canottaggio può essere praticato in vari modi, utilizzando una canoa specifica a seconda dell’ambiente e della persona che la usa: esistono modelli di vario genere creati per l’impiego su corsi d’acqua molto differenti tra loro.

Nel kayak si utilizza una pagaia a doppia pala, che consente di governare e direzionare l’imbarcazione in modo molto semplice, anche per i meno esperti. E ogni azione avviene stando comodamente seduti.

La canoa canadese prevede invece di essere spinta e manovrata con una pagaia a pala semplice, stando di solito in ginocchio per imprimere una maggior forza.

Perché un kayak gonfiabile?

miglior-kayak

Dedicato a chi non ne fa un uso professionale, un kayak gonfiabile è sicuramente più adatto e versatile di un modello rigido tradizionale.

Quando è sgonfio ha infatti dimensioni contenute e si trasporta nella massima facilità.  Non necessita infatti di essere caricato su un portapacchi esterno o su un carrello: può essere comodamente collocato nel portabagagli dell’auto, proprio come una comune valigia.

Proprio per questa caratteristica il kayak gonfiabile si rivela ideale nelle più diverse situazioni di utilizzo di tipo camping e outdoor. Una volta richiuso nella sua custodia, può trovare facilmente posto anche in uno zaino, per essere poi portata in spalla insieme alle pagaie smontate e a qualche accessorio mentre ci si sposta in mountain bike o in motorino.

Il kayak gonfiabile, infine, richiede una minima manutenzione e, quando non viene utilizzato, può essere riposto in qualsiasi angolo della casa, con il minimo ingombro.

A parte queste distinzioni, un kayak gonfiabile presenta le stesse caratteristiche di base di un modello rigido.

E se si buca?

Uno dei limiti di tutti gli oggetti gonfiabili è che sono soggetti a bucatura e, con il passare delle ore, anche a una certa tendenza naturale a perdere di volume.

Tuttavia, tutti i kayak gonfiabili dell’ultima generazione hanno caratteristiche di resistenza e rigidità notevoli. Sono infatti realizzati con materiali tecnici in grado di garantire elevate prestazioni anche in caso di un utilizzo “intenso”.

Fra questi ricordiamo il pvc e il nylon, che grazie alla loro duttilità possono assorbire ogni tipologia di urto causato da contatti accidentali con scogli, sassi e imperfezioni del fondale.

E anche in caso di foratura, il kayak gonfiabile è strutturato per permettere il galleggiamento di totale sicurezza, grazie ad una distribuzione intelligente delle camere d’aria.

Di positivo c’è che, a differenza dei modelli in legno, queste imbarcazioni non rischiano di infrangersi in mille pezzi in caso di urto accidentale contro gli scogli o le sporgenze dei fondali.

 

Qual è il modello adatto a me?

Se ti vuoi affacciare al mondo dei kayak gonfiabili, devi sapere che sono presenti sul mercato modelli che si distinguono tra loro per alcune caratteristiche di base.

Alcuni tipi, ad esempio, possono essere gonfiati ad una pressione di 1.5 PSI, altri arrivano invece fino a 3 PSI e anche oltre. Questi ultimi assicurano una maggiore rigidità e un’elevata propensione al galleggiamento. Sono generalmente quelli con le migliori prestazioni di velocità, adatti anche a un uso più intenso.

Per la costruzione vengono generalmente utilizzati due materiali: il pvc e il nylon. Il pvc è il materiale più usato, anche perché Il nylon, pur essendo più resistente, è più difficile da riparare in caso di pizzicata.

Un’altra differenza è rappresentata dalla presenza o meno di un rivestimento esterno o di una copertura. A questo proposito si distinguono i kayak rivestiti (folded) da quelli non rivestiti (unfolded). Quelli rivestiti (di tela di nylon, cordura e materiali similari) sono sicuramente più belli dal punto di vista estetico. Tuttavia, la copertura richiede più tempo per asciugarsi.

Inoltre, nel momento in cui il kayak viene riposto per vari mesi perché non si ha l’occasione di utilizzarlo, il rivestimento e le camere interne vanno lavati separatamente e poi riassemblati. Per un qualunque modello non rivestito invece è sufficiente una lavata anche da gonfio e una spalmata con gli appositi prodotti di manutenzione.

E veniamo alla forma. La foggia di questo tipo di imbarcazioni può essere simmetrica (tipo i gommoni da rafting) o asimmetrici con prua affusolata, proprio come quella di una tavola da surf. I primi sono i più diffusi e se ne trovano di economici, mentre quelli affusolati sono generalmente nella gamma alta di prezzo.

Fra le caratteristiche tecniche da considerare, che sono generalmente riportate nella scheda tecnica del prodotto, vi sono le misure della lunghezza e della larghezza, affiancate qualche volta dalle dimensioni dei tubolari (le parti che si gonfiano).

La portata massima rappresenta un dato importante qualora le persone che utilizzeranno il kajak siano di corporatura robusta. In relazione a questo dato, per quanto riguarda la sicurezza, viene indicato anche il numero di persone, in funzione dei sedili presenti. In particolare, se l’imbarcazione verrà utilizzata su rapide o acque agitate, è bene non superare il limite consentito o suggerito dal costruttore.

Anche il peso si rivela un dato importante, soprattutto se si pensa di dover trasportare a mano la struttura per lunghi percorsi prima di gonfiarla.

Un fondo gonfiabile è sempre una cosa positiva in termini di sicurezza, comfort e per la stabilità generale.

Può essere molto utile la presenza di una tasca porta oggetti per riporre gli effetti personali senza il rischio di bagnarli. Di solito tali scomparti si trovano dietro ai sedili.

In dotazione vengono spesso (ma non sempre) fornite le pagaie. Il più delle volte sono realizzate in alluminio, per offrire la massima leggerezza e maneggevolezza.

Completano la dotazione accessoria la presenza di una maniglia per facilitare il trasporto e di una borsa che fa da custodia e protezione per riporre il kayak quando non viene utilizzato per un po’ di tempo.

Con quali accessori mi devo equipaggiare?

A parte le caratteristiche di base appena descritte, quando si vuole acquistare un kayak gonfiabile si deve tenere conto di altri aspetti non meno importanti, tutti finalizzati a ottimizzarne l’impiego in base alle specifiche necessità. Infatti, acquistare il solo kayak non basta: occorre prevedere una serie di accessori irrinunciabili.

Il primo di questi è il giubbotto di salvataggio perché oltre ad essere obbligatorio in certe acque, costituisce un accessorio di fondamentale importanza anche per gli esperti nuotatori. Le condizioni che si possono incontrare quando ci si ribalta in un fiume impetuoso o in mezzo al mare, sono ben diverse da quelle a cui si è abituati in una tranquilla piscina.

In caso di emergenza, il giubbotto di salvataggio è l’unico mezzo per restare a galla e rappresenta anche un efficace indumento termico, che protegge il torace dal freddo. E, cosa non certo trascurabile, rende immediatamente visibili tra le onde.

Un altro oggetto da non dimenticare è la pompa manuale che consente di gonfiare il proprio kayak in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo. La pompa può anche diventare a flusso semplice, semplicemente togliendo il tappo, per una gonfiatura efficace e con il minimo sforzo.

Un’alternativa di minore ingombro la pompa a mantice che consente di gonfiare la canoa con la pressione del piede. È ideale per le imbarcazioni con capacità ridotta ma può rivelarsi un po’ scomoda da usare in determinate circostanze.

Anche se un kit per la riparazione è spesso fornito in dotazione, per una maggior sicurezza e tranquillità è bene rifornirsi di più toppe prima di iniziare l’avventura: non si sa mai.




Cosa cercare quando acquisti un kayak?

Ci sono diversi aspetti da prendere in considerazione al momento della scelta. Dal numero di posti ai materiali, dal peso fino – naturalmente – al budget disponibile. Se poni la massima attenzione su queste caratteristiche, troverai sicuramente il kayak più adatto alle tue esigenze e che ti accompagnerà per tantissimo tempo nelle tue indimenticabili avventure.

Di quali materiali è fatto il kayak?

I materiali più utilizzati nella costruzione di un kayak sono sostanzialmente tre, e cioè l’hypalon, il nitrylon e il pvc. Ciascuno di questi si differenzia per particolari caratteristiche che ne fanno un must nelle diverse condizioni di utilizzo. Vediamo brevemente di che cosa si tratta per poter meglio orientare le tue decisioni di acquisto.

Kayak gonfiabile in hypalon?

L’hypalon è un tipo di gomma sintetica che viene principalmente utilizzato nella costruzione di kayak di fascia alta. Il vantaggio di hypalon è che è resistente e, quindi, garantisce una notevole robustezza nelle condizioni meteorologiche estreme. Non teme neppure i raggi UV intensi del sole, l’impatto e prodotti chimici.

Kayak gonfiabile in pvc?

Questo materiale proviene dalla plastica di polimeri di vinile. In quanto tale, non è così durevole rispetto alla sua controparte hypalon. Tuttavia, è economico e il modo di costruzione lo rende un’opzione particolarmente vantaggiosa per i kayakisti con un budget limitato.

Kayak gonfiabile in nitrylon?

I kayak gonfiabili in nitrylon sono relativamente nuovi sul mercato. È considerato un materiale ecologico per la costruzione di kayak. Inoltre, è resistente alle forature e all’abrasione e si comporta bene in ambienti freddi.

Un kayak pesa molto?

Il peso di un kayak gonfiabile è una caratteristica importante da considerare, specialmente per gli escursionisti che devono trasportarlo. I kayak più robusti sono realizzati con un materiale spesso e sono quindi meno soggetti alle forature.

Se prevedi di avventurarti in acque turbolente, un tipo resistente – e quindi più pesante – è quello che fa al caso tuo. Se invece sei un kayakista di indole tranquilla, orientati pure verso un modello più leggero: ne apprezzerai la maneggevolezza in ogni situazione.

Quanti posti a sedere ci sono nel kayak?

Dal punto di vista dell’abitabilità, un kayak gonfiabile può avere sedili singoli, doppi o tripli. Di solito, i posti sono ubicati lungo la lunghezza del kayak. La maggior parte dei kayak per acque tumultuose offre lo spazio per un solo kayaker. Al contrario, i modelli da turismo possono ospitare fino a tre passeggeri. Pertanto, se hai intenzione di andare in kayak con un amico, dovresti optare per i tipi con più posti a sedere.

Dotazione dei kayak gonfiabili?

Ci sono degli accessori di cui non si può proprio fare a meno, come una pompa, un kit di riparazione e, naturalmente, la pagaia. A seconda del modello di kayak acquistato, questi extra possono essere inclusi o meno nel pacchetto. E anche se sono inclusi, verifica con attenzione la qualità delle pagaie e della pompa e, se non ti soddisfano, acquistale come accessori a parte.

Portabilità del kayak gonfiabile?

I kayak gonfiabili sono un’eccellente alternativa ai modelli a guscio rigido poiché offrono molteplici vantaggi, come la facilità di rimessaggio, una comoda portabilità, sono abbastanza leggeri e sono eccellenti da portare in viaggio o al camping. Anche se tendono ad essere un po’ più leggeri rispetto al kayak tradizionale, possono differire notevolmente per dimensioni e peso.

Al momento della scelta è bene valutare con attenzione la corporatura e il peso non solo tuoi, ma anche di chi sarà ospitato nell’imbarcazione. Fai anche mente locale sulle dimensioni e sulla quantità di equipaggiamento che hai intenzione di portare con te.

Costo del kayak gonfiabile?

Dal momento che i kayak gonfiabili variano notevolmente dal punto di vista del design e della destinazione d’uso, variano anche molto nel prezzo. Mentre il costo è di solito un fattore importante per la maggior parte di noi, dovrebbe sicuramente passare in secondo piano rispetto alle altre considerazioni fatte fino a qui. Se il kayak che desideri non è nel tuo budget in questo momento, prendi in considerazione l’idea di comprare un kayak gonfiabile meno costoso per iniziare, anche se potrebbe essere necessario avventurarsi in acque meno emozionanti. È meglio per pagaiare su qualsiasi kayak che non remare affatto.

8 domande da porti quando scegli il tuo kayak gonfiabile

Se a questo punto non hai più alcun dubbio e sei sicuro che un kayak gonfiabile è quello che fa per te allora dovresti porti le seguenti domande.

Domanda n.1: con che frequenza utilizzerò il mio kayak?

Una volta che hai stabilito quanto spesso hai intenzione di utilizzare il tuo kayak, avrai un importante parametro di riferimento per stabilire quanto vuoi spendere. Se vuoi solo tirarlo fuori una o due volte durante l’estate, probabilmente non hai bisogno di investire molto denaro nella tua imbarcazione. Invece, se prevedi un uso regolare, sarebbe saggio spendere almeno un po ‘di più per ottenere un kayak di buona qualità e che duri a lungo.

Domanda n.2: mi avventurerò da solo, in coppia o con tutta la famiglia?

Come anticipato, puoi scegliere tra un kayak gonfiabile a 1 posto, a 2 posti o a 3 posti.

Se pensi di portare con te un amico o un familiare nelle escursioni in kayak gonfiabile, sarà necessario prendere in considerazione modelli con doppia o tripla seduta. Una buona opzione è rappresentata dai modelli convertibili, in cui ci sono due o più posti a sedere ma i sedili possono essere regolati per consentire di remare da soli o in tandem.

Domanda n.3: quanto peso sono disposto a portare?

Il peso dell’imbarcazione può variare notevolmente, quindi se prevedi principalmente un utilizzo in solitaria è consigliabile orientarsi verso un modello leggero e maneggevole.

Domanda n.4: che tipo di equipaggiamento prevedo di portare?

La capacità di carico di un kayak può variare notevolmente. Quindi prendi in considerazione il tuo stesso peso e il peso di eventuali amici o familiari che si uniranno a te. Prendi in considerazione anche la quantità di equipaggiamento che dovrai portare con te, specialmente se pianifichi di fare viaggi di più giorni.

Domanda n.5: in che tipo di acque penso di navigare?

È di grande importanza valutare in anticipo il tipo di acque che si prevede di incontrare: vuoi pagaiare di preferenza lungo il litorale o in mezzo al mare? Vuoi scendere lungo i fiumi turbinosi o goderti la tranquillità del lago mentre magari ti dedichi alla pesca?

Infatti, ciò che va bene per la discesa di un torrente non funzionerà altrettanto bene per i laghi calmi.

Domanda n.6: come saranno in genere le condizioni meteo?

Pioverà? Ci sarà un vento terribile? Oppure i raggi del sole potranno essere un problema? In base a queste considerazioni puoi decidere se vuoi un modello più chiuso o più aperto.

Domanda n.7: mi servono i fori sul fondo del kayak?

I kayak con fori sul fondo sono utilizzati prevalentemente in acque bianche sono progettati con una serie di fori sul fondo: si tratta di modelli di tipo autosvuotante. In questo modo, infatti, l’acqua che si riversa all’interno dell’imbarcazione viene fatta uscire attraverso questi fori. Alcuni modelli sono dotati di prese che consentono di aprire o chiudere i fori secondo necessità.

Alcuni kayak sono dotati di tappi di scarico, da non confondere con i fori sul fondo. Un tappo di scarico consente di far uscire l’acqua che potrebbe essere gocciolata nel kayak.

Domanda n.8: che tipo di seduta mi fa sentire più a mio agio?

Preferisci una seduta tipo quella della canoa, posta più in alto rispetto al livello dell’acqua o un modello di tipo chiuso, con seduta posta più basso?

Si tratta di una preferenza personale e dipende anche dal tuo tipo di pagaiata e dalle condizioni ambientali che vorrai affrontare con il tuo kayak gonfiabile da mare o da acque bianche.

Kayak gonfiabile o con fondo rigido?

Le sensazioni che si hanno a pagaiare in un kayak gonfiabile sono molto simili a quelle di un kayak con fondo rigido. L’unica cosa è che i vari modelli rigidi potrebbero offrire una stabilità leggermente maggiore.

Se hai già provato il kayak rigido, non avrai problemi a passare a un tipo gonfiabile. I kayak gonfiabili di migliore qualità si gonfieranno meglio dei più economici, proprio come i gusci rigidi di qualità saranno più robusti di quelli a basso prezzo.

Quale sceglierai dipenderà totalmente dalle tue esigenze, dal tuo budget e da quanto tempo hai intenzione di investire in kayak.

Cosa fare prima di acquistare un kayak gonfiabile?

Sei sicuro che il kayak sia veramente la tua passione? Proviamo a scoprirlo insieme!

Prova a vedere se ti piace!

Se hai già provato il kayak, non devi preoccuparti di questo passaggio. Tuttavia, se non lo hai ancora fatto, è consigliabile provare prima e vedere se ti piace questo tipo di sport. Pagaiare su un kayak può essere molto diverso rispetto a una canoa e si può facilmente sperimentare il kayak in due modi: uscire con un amico che già possiede un kayak o vedere se è possibile noleggiarne uno.

Noleggia un kayak per un paio d’ore

A seconda di dove ti trovi, potrebbe anche essere possibile noleggiare un kayak gonfiabile.

Questo è un buon modo per vedere se a te e alla tua famiglia piace remare e se volete veramente aggiungere questa attività nella vostra vita.

Iscriviti a una lezione di kayak

Se ti iscrivi a una lezione di kayak potrai conoscere i principali protocolli di sicurezza in acqua, insieme ai principi di base per pagaiare con il kayak. Puoi anche imparare molto dai tutorial che trovi nel web, ma l’esperienza in prima persona è sempre la migliore.

Un buon insegnante di kayak ti potrà dare preziosi suggerimenti anche nel caso tu stia ricercando utilizzi alternativi della tua imbarcazione, come un kayak gonfiabile con motore elettrico o con vela.

Guarda i video di YouTube e leggi le recensioni

Anche se alcuni negozi di kayak sono particolarmente forniti, di solito non hanno tutti i modelli. Può quindi essere difficile farsi un’idea del gonfiabile che potrebbe piacerti. Senza vedere realmente il modello di persona, il modo migliore per farsi un’idea è cerca immagini e recensioni online e guardare i video di YouTube. Questo è un ottimo modo per vedere come si utilizza un kayak gonfiabile e può darti un’idea concreta senza dover essere necessariamente lì sul posto.