I 5 Migliori Cric Sollevatori Idraulici a Carrello: un’Autofficina a Casa Tua

Gli appassionati del bricolage amano dotarsi di una strumentazione di tipo semiprofessionale che li aiuti a effettuare al meglio ogni genere di lavoro. Il miglior cric sollevatore idraulico a carrello consente di svolgere in piena autonomia una serie di operazioni di manutenzione dell’auto senza il bisogno di recarsi in officina.

E tutto questo si traduce, alla fine, in un notevole risparmio di tempo e di denaro.

 

Tabella Comparativa

Immagine

Prodotto

Peso
Supportato

Altezza
Minima

Altezza
Massima

Peso

 

DXP CRIC Sollevatore Martinetto idraulico a carrello 3 tonnellate Trolley Jack 3000kg CLS01

3 t

140 mm

480 mm

31 Kg

[pro.tec] martinetto per sollevamento (2t) martinetto a pompa idraulico

2 t

135 mm

340 mm

9 Kg

Unitec 10008 Cric idraulico a carrello, Portata max. 2000 Kg

2 t

135 mm

342 mm

9.7 Kg

Michelin - Cric Idraulico 20 Quintali

20 q

100 mm

350 mm

1000 g

Sealey 1153CX Sollevatore idraulico a carrello 3 tonnellate

3 t

135 mm

430 mm

4321 centesimi libbre

A cosa serve un cric sollevatore idraulico a carrello?

Anche se oggi le auto sono sempre più complesse per via dell’architettura elettronica dei diversi componenti, ci sono ancora delle operazioni di manutenzione e riparazione che possono essere svolte dagli appassionati del fai-da-te.

Sappiamo tutti quanto sono costosi i tagliandi di manutenzione, soprattutto in termini di manodopera. E sappiamo anche qual è il disagio di portare l’auto dal meccanico e di doverla lasciare lì anche per un’intera giornata, magari senza poter disporre di una vettura di cortesia.

Cambiare o ruotare le gomme, cambiare l’olio e la coppa dell’olio, installare un impianto aftermarket come una propria autoradio o un sistema antifurto… per chi ha una certa dimestichezza con i lavoretti manuali non sono operazioni difficili da portare a termine.

A patto però che si disponga dell’attrezzatura necessaria e degli strumenti idonei per operare con competenza e, naturalmente, in sicurezza.

Nel caso si debba sollevare l’auto per cambiare o ruotare gli pneumatici o fare interventi nel sottoscocca, il primo attrezzo necessario è un sollevatore, il classico cric.




Modelli di cric sollevatore idraulico a carrello?

Di cric ne esistono di diversi tipi. Quelli meccanici a pantografo di cui generalmente è dotata l’auto sono da utilizzare per emergenza in caso di foratura. Il sollevamento è di tipo manuale con una chiave o una manovella che alza il dispositivo mediante una vite filettata.

Esistono poi sollevatori con azionamento idraulico, i cric detti a bottiglia per via della loro configurazione. Possono sollevare pesi notevoli, anche 4 tonnellate, ma il loro impiego è alquanto limitato.

L’altezza infatti non è il loro punto di forza e hanno bisogno di molto spazio per scivolare sotto l’auto; alzandosi di appena 12 cm, non sempre riescono a staccare la ruota da terra prima che il pistone arrivi a fine corsa.

L’aspetto che però penalizza il cric a bottiglia è la sicurezza. La superficie d’appoggio ridotta rende pericoloso il sollevamento di un’auto, a meno che non se ne utilizzino due o quattro insieme.

Tralasciando infine i sollevatori idraulici a piattaforma che hanno un utilizzo più industriale e necessitano di molto spazio per fissare le piantane.

I tipi più indicati per un uso sono i sollevatori idraulici a carrello.

Acquista su Amazon.it

Caratteristiche del cric sollevatore idraulico a carrello?

Grazie al carrello, questi cric si possono spostare facilmente. Sono inoltre abbastanza bassi per essere posizionati sotto qualunque tipo di auto.

Hanno una portata di carico adatta anche per grossi SUV, fuoristrada e piccoli furgoni e un’alzata a un buon livello per potere lavorare con comodità, offrendo garanzia di maggiore stabilità e sicurezza.

I cric con sollevamento idraulico (o martinetto idraulico) sono perciò utilissimi per cambiare le ruote della macchina. Ha un utilizzo professionale, del tutto simile – a parte le dimensioni – a quello usato dalle officine.




Come si usa il cric sollevatore idraulico a carrello?

Il funzionamento è semplice: il martinetto idraulico funziona come una leva, e deve la sua potenza al meccanismo che si trova all’interno, ovvero al cilindro idraulico che utilizza la sua forza lungo tutta la direzione della sua estensione.

I martinetti idraulici che si trovano in commercio dispongono di una forza a singolo effetto: sono quindi in grado di sollevare un oggetto e riportarlo all’altezza iniziale.

Utilizzare un martinetto idraulico è facile ed intuitivo, infatti bisogna soltanto azionare manualmente la leva che pompa l’olio nel cilindro la cui pressione esercitata al suo interno fa muovere il pistone verso l’alto.

Finché la valvola non viene rilasciata, rimane in pressione. I martinetti idraulici vengono venduti già montati, e sono quindi pronti da utilizzare.

 

Dove posizionare il cric sollevatore idraulico a carrello?

Il martinetto idraulico va posizionato sotto il veicolo facendo attenzione, per prevenire i danni all’attrezzatura, di usare i punti di sollevamento sul telaio del veicolo indicati dal produttore.

Si aziona quindi la leva del martinetto per sollevare la sella sino al punto di contatto: il carico deve essere centrato sulla sella. In ultimo, si completa il sollevamento del veicolo azionando la leva, senza andare oltre i fine corsa.

Al fine di garantire sicurezza, per evitare accidentali abbassamenti del pistone, sarebbe bene collocare sotto il veicolo dei cavalletti omologati, in punti che assicurino un supporto stabile.

 

Manutenzione del cric sollevatore idraulico a carrello?

Almeno una volta al mese occorre lubrificare le parti mobili del martinetto, mentre ogni tre mesi va iniettato del grasso nel raccordo d’ingrassaggio superiore.

Infine, almeno una volta all’anno va svuotato il serbatoio dell’olio, per lavarlo e rabboccarlo con olio fresco fino al livello di tacca indicato sul cilindro. Va usato solo olio idraulico del tipo indicato nel libretto di manutenzione che viene dato con l’acquisto del dispositivo.

Nel caso non lo si usi spesso occorre conservarlo in un’area ben protetta da vapori corrosivi, polvere abrasiva o altri elementi dannosi che possono ridurre la funzionalità.

In questo caso, si consiglia di riporlo con il braccio di sollevamento completamente retratto per prevenire la corrosione dello stelo del pistone.




I 5 migliori cric sollevatori idraulici a carrello

Prima di effettuare l’acquisto, è fondamentale verificare qual è il peso massimo che il cric idraulico può sollevare (come minimo deve sollevare 2000 kg o 3000 kg) e l’altezza minima da terra che è in grado di raggiungere.

È opinione diffusa che migliori modelli sono costruiti in ferro, ghisa o altro materiale strutturante in acciaio inox.

Per verificare l’efficacia dello strumento, un buon metodo è quello di leggere i test online pubblicati dagli amanti del fai-da-te.

E se vuoi acquistare un buon cric sollevatore idraulico a carrello economico, la vendita online è sicuramente il servizio giusto che fa per te. Guarda qui il prezzo!

 

Sollevatore Martinetto idraulico DXP CLS01

Il migliore per: robustezza

Questo modello, che pesa 31 chilogrammi, ha una capacità di carico di 3 tonnellate. Grazie a questa caratteristica tecnica, si rivela idoneo al sollevamento di auto, Suv e furgoni.

Raggiunge un’altezza minima di 140 millimetri e un’altezza massima di 490 millimetri.

Molto robusto, consente di svolgere in autonomia i più comuni lavori di manutenzione dei veicolo ed è proposto a un prezzo interessante.

 

Martinetto per sollevamento Pro Tec Rangierwagenheber LC22001A 2,0t

Il migliore per: molto stabile

La portata massima di questo cric con pompa idraulica è pari a 3 tonnellate, il che lo rende idoneo al sollevamento di un ampio parco macchine.

L’altezza minima di sollevamento è di 135 millimetri, quella massima è di 340 millimetri.

È progettato con due ruote fisse e due ruote girevoli. Solido, curato nei dettagli, si fa apprezzare per la sua stabilità.

 

Cric idraulico a carrello Unitec 10008

Il migliore per: rapporto qualità/prezzo

Le sue caratteristiche tecniche includono una capacità di carico di 2 tonnellate, un’altezza minima/massima di sollevamento compresa fra i 135 mm e i 342 millimetri.

La sua struttura ha una lunghezza di 46 centimetri, mentre l’altezza è di 11 centimetri.

Le ruote sono realizzate in plastica dura, molto resistente. È un modello certificato dal Tüv.

 

Cric Idraulico 20 Quintali Michelin 92416

Il migliore per: esclusive soluzioni progettuali

Sono numerosi i dettagli costruttivi che contraddistinguono questo cric idraulico, che tra l’altro nel 2016 si è meritato un riconoscimento da parte della prestigiosa rivista tedesca Auto Bild.

È progettato con suola universale in gomma e offre una stabilità ottimale. Ha un sistema magnetico per riporre i dadi e le sue ruote girevoli garantiscono una facile manovrabilità.

La maniglia di leva girevole a 360° semplifica al massimo l’utilizzo.

 

Sealey 1153CX

Il migliore per: versatilità

Si tratta di un sollevatore idraulico professionale resistente a 3 tonnellate di carico.

È dotato di una robusta pompa, di una solida unità idraulica e di una valvola di sicurezza di sovraccarico.

Per agevolare le operazione di sollevamento, è dotato di un manico di pompaggio con impugnatura in gomma. Il telaio ha una lunghezza di 625 millimetri.

 




Lascia un commento