Recensione Kenwood Cooking Chef KM084

A prima vista sembrerebbe una normale impastatrice planetaria. In realtà la sua struttura accoglie un rivoluzionario sistema multiuso in grado di svolgere tutte, ma proprio tutte, le operazioni necessarie alla completa preparazione di piatti da vero chef.

Sì, perché oltre a sminuzzare, polverizzare, miscelare e impastare qualsiasi tipo di ingrediente, questa macchina sa anche… cuocere! I cibi infatti possono essere cucinati direttamente nella ciotola dell’impastatrice che continuerà ad amalgamarli fino al termine della preparazione, senza il rischio che gli alimenti si brucino o che restino attaccati alle pareti.

La planetaria rappresenta così lo strumento ideale per chi ha famiglia e, anche se non ha molto tempo a disposizione, non vuole rinunciare a realizzare piatti fatti in casa, genuini e sani, anche di una certa ricercatezza. E la macchina ha così tanti accessori che offre oltre 100 possibilità di preparazione del cibo.

Facile la vita

L’apparecchio è un prezioso alleato in tutte quelle operazioni che, in cucina, si rivelano noiose, ripetitive e faticose. Ogni chef sa bene che alcuni passaggiRobot da Cucina Cooking Chef fondamentali delle ricette richiedono un’attenzione totale e non permettono di fare altro: amalgamare, mescolare, mantenere in agitazione, impastare… Dai sughi alle marmellate, dai primi piatti ai preparati di verdure, dalle polente ai contorni, non c’è piatto che sia esente da queste fasi di lavorazione.

Ma con questa esclusiva macchina Kenwood, tutto ciò diviene solo un ricordo. Vediamo come.

Il suo primo segreto sta nell’azione rotatoria del braccio di mescolamento. Quest’ultimo compie in modo simultaneo due movimenti, proprio come fa un pianeta intorno alla sua stella. Un movimento è di rotazione sul proprio asse, che ha la funzione di mescolare; l’altro è di rotazione del perno (in cui è inserito l’accessorio) intorno al centro della ciotola, che serve ad amalgamare. In questo modo l’impasto è continuamente ricondotto nel mezzo, senza il rischio che rimanga attaccato alle pareti della ciotola.

Cotti a puntino

Come già accennato, la macchina non si rivela solo utilissima per svolgere le diverse operazioni di preparazione e miscelazione degli ingredienti. Ed ecco il suo secondo segreto: consente anche di cuocere il composto attraverso un sofisticato sistema a induzione.

Oltre a garantire una distribuzione del calore uniforme in tutta la ciotola, il metodo di cottura a induzione è decisamente più efficiente dei sistemi di tipo tradizionale. E, a parità di condizioni, permette anche un risparmio di tempo non indifferente. Le temperature che si possono impostare sono modulabili tra 20° e 140°C e sono controllate da due termometri posti alla base.

Grandi prestazioni

Il suo motore è a trazione indiretta e ha una potenza di 1500 W in funzione di mescolamento e impastatrice, che si riduce a 1100 W in funzione cottura. I consumi, specie in cottura, possono sembrare elevati ma si tenga conto che l’induzione è un sistema piuttosto rapido ed efficiente; inoltre con questa planetaria si evita l’utilizzo di forno e fornelli.
L’apparecchio ha 8 velocità di lavorazione in impastatura, regolabile tra 0 e max.

In funzione cottura ha 3 velocità di rimescolamento: nella posizione 1 una velocità lenta extra, nelle posizioni 2-3 una velocità di rotazione con una pausa rispettiva di 5” e 30”.

Dispone anche di un tasto che rallenta la velocità fino alla funzione “slow” e un tasto “pulse”, ideale nelle lavorazioni con diversi tipi di accessori, come ad esempio il frullatore.

La planetaria è dotata anche di un display digitale, con doppia funzione di timer (per impostare tempi di lavoro tra 5 secondi e 3 ore) e di temperatura, che permette di tenere sotto controllo tutti i parametri di cottura, andando sempre sul sicuro. Grazie a queste caratteristiche, è un valido partner nelle preparazioni che richiedono delle cotture prolungate e delicate. E così, mentre la macchina lavora, ci si può dedicare alla creazione di altre prelibatezze.

La ciotola è realizzata in acciaio inox e ha una capacità nominale di 6,7 litri. Il corpo macchina in alluminio pressofuso è del tipo a testa inclinata. La testa può essere sollevata per facilitare le operazioni di smontaggio delle pale dalla planetaria e la rimozione della ciotola; poi si richiude sul basamento mediante una levetta di aggancio che garantisce la stabilità durante la lavorazione.

La solidità e la stabilità di questo apparecchio sono date anche dal suo peso, che supera i 13 chilogrammi.

Sicurezza totale

Ogni dettaglio, in questo versatile elettrodomestico, è stato pensato non solo per offrire una grande efficienza in tutte le operazioni, ma anche per garantire la più totale affidabilità.

La planetaria è progettata con 4 sistemi di sicurezza interlock: il blocco della testa sulla base, la posizione corretta della ciotola, il posizionamento del coperchio di protezione termica per evitare ustioni con le parti calde, la chiusura degli sportellini degli attacchi motore accessori.

I due manici della ciotola, oltre a consentire una presa salda e a prova di scottatura, facilitano il movimento per bloccarla con precisione.

Prima di entrare in funzione, la macchina visualizza sul display eventuali anomalie, segnalando se mancano dei componenti o se qualcosa non è posizionato correttamente.

Una ricca dotazione

La dotazione di base comprende 5 diversi tipi di braccio: una frusta a filo d’acciaio per montare, una frusta a K per impasti morbidi e cremosi, un gancio impastatore per i composti più consistenti di tipo elastico e lievitati, una frusta gommata che aderisce perfettamente alla superficie della ciotola, un braccetto a spirale per la cottura.

Sempre di serie, viene fornito un cestello per la cottura a vapore, ideale per mantenere inalterati il gusto e le proprietà organolettiche degli alimenti. E, ancora, un paraspruzzi con sportello dosatore in plastica resistente, una spatola e un ricettario.

Senza alcun limite

 

Anche se questo apparecchio multifunzione è in grado di svolgere tutte le operazioni di base tipiche dei più evoluti robot da cucina, Kenwood offre la possibilità di ampliare ulteriormente i suoi orizzonti culinari grazie ai numerosi accessori opzionali dedicati.

Per mezzo di cinghie di trasmissione, il motore aziona gli accessori collegati a tre attacchi, ciascuno dei quali ha una velocità differente. Gli attacchi per la velocità media e alta si trovano sulla sommità della testa, e vi si accede asportando lo sportellino; quello per la velocità lenta si trova in posizione anteriore e frontale rispetto alla testa; anche in questo caso l’attacco è celato mediante una placca.

L’attacco per l’alta velocità si presta ad accogliere frullatori, sbattitori, spremiagrumi, la centrifuga, il taglia verdure a dischi, il tritatutto macina caffè ed erbe aromatiche. Quello per la media velocità permette di collegare il food processor con 6 dischi di lame per tagliare le verdure a julienne, a dischi, e così via.

In quello per la bassa velocità si può invece inserire un tritacarne a piastre per macinati, per preparare hamburger e salsicce. E, ancora, grattugie a rulli, taglia verdure a dadini, macina granaglie, sfogliatrici e tagliapasta, un torchio con diverse trafile in bronzo per tutti i tipi di pasta secca.

Non dimentichiamo poi che all’attacco della planetaria è possibile agganciare il passapomodoro/verdure, il setaccio per le farine, il pelapatate e la sorbettiera. Numerose produzioni culinarie che richiederebbero specifiche operazioni e diverse macchine si possono così fare tutte in una volta, con una sola base.

Buona parte degli accessori smontabili si possono comodamente lavare in lavastoviglie.

Ci piace:
  • Può sostituire tutti gli apparecchi solitamente utilizzati in cucina
  • La cottura a induzione è veloce e molto performante
  • Molto utile il cestello per la cottura a vapore, in dotazione
Non ci piace:
  • Non si presta alla preparazione di piccole porzioni




Lascia un commento