Le 9 Migliori Sedie Da Ufficio: State Comodi!

migliore-sedia-da-ufficio

Ore e ore di lavoro alla scrivania? La migliore sedia da ufficio è la giusta soluzione per evitare problemi posturali.

I manuali dedicati alla salute descrivono con cura la giusta posizione da assumere quando si è seduti: a che altezza posizionare la sedia, come irrigidire lo schienale, come tenere le braccia sul tavolo.

Però se non si ha la sedia più adatta, alla fine ne va della nostra salute. Chi svolge un lavoro sedentario o gioca spesso al computer sa bene quali – e quanti – dolori possono insorgere se si mantiene una posizione non corretta alla scrivania: ciò accade perché la schiena si irrigidisce e i muscoli si infiammano.

Ci sono le pause per sgranchirsi di tanto in tanto i muscoli ma poi si torna a lavoro e alla fine si torna a casa con le ossa a pezzi.

Per questo è importante avere a disposizione delle sedie e delle poltrone da ufficio ergonomiche.

Ne esisto di svariati modelli, con e senza braccioli, con imbottitura morbida o struttura rigida, con rivestimenti in stoffa o in pelle e similpelle, statiche o regolabili, con piedini o rotelle.

Le sedie da ufficio si differenziano anche per una serie di caratteristiche che influiscono sul loro livello di comodità e su come offrono supporto alla schiena e, in generale, al corpo.




TOP sedie da ufficio

Confrontando tra loro i modelli e i prezzi, si possono rilevare differenze significative. Ciò dipende soprattutto dalla qualità dei materiali impiegati e dai meccanismi di regolazione disponibili.

In linea di massima una buona sedia da ufficio deve avere un telaio robusto, meglio se in acciaio, un assemblaggio curato e con rotelle ben fissate, un’imbottitura che sostenga i lombi, anche in caso corporatura massiccia.

Se si hanno esigenze particolari sono disponibili sedie ad hoc completamente ergonomiche, che aiutano ulteriormente a non affaticare il corpo. Si possono così trovare modelli con poggia ginocchia, con supporti aggiuntivi alla schiena, con sostegno a dondolo…

Attenzione, però, a non scegliere modelli troppo comodi, per evitare di rilassarsi eccessivamente e di perdere la dovuta concentrazione.

Sedia da officio Robas Lund DXRACER

Ci si sente come un re, su questa sedia. Lo schienale è alto, la struttura è in tubo d’acciaio, i due cuscini neri offrono una regolazione ottimale della testa e lombare. Le molle a gas con regolazione in altezza hanno l’approvazione tedesca Tüv.

Lo schienale è regolabile fino a 180 gradi, l’ideale per rilassarsi nel modo più appropriato, e con il blocco è molto stabile. L’altezza si imposta da circa 124 a 134 cm. Dispone anche di una leva per scegliere l’inclinazione del sedile.

 

HJH Office

Di semplice montaggio, è un’elegante poltrona tipo presidenziale in ecopelle a due toni di colori. Garantisce il massimo comfort grazie alla forma ergonomica e all’imbottitura spessa che permette di mantenere una postura ottimale, con poggiatesta a forma di cuscino.

Si regola in altezza mediante meccanismo toplift e dispone di un dispositivo oscillante senza scatti per favorire l’elevato comfort della schiena. I braccioli sono ribaltabili verso l’alto. È equipaggiata con doppie ruote di sicurezza autofrenanti per moquette in stile racing.

 

Sedia poltroncina da ufficio in pelle

Con il suo raffinato look bianco, di inserisce facilmente in tanti contesti differenti. Proposta a un prezzo competitivo, è semplice da montare e molto ergonomica, permettendo così di stare seduti a lungo senza che insorga alcun fastidio. Inclinabile, può essere regolata con facilità in altezza.

È dotata di rotelle e ha una struttura leggera, che consente di sollevarla con facilità. Lo schienale è sufficientemente ampio (misura 50 x 46 cm) per garantire un supporto ottimale della schiena anche agli utenti più alti.

 

Poltrona Presidenziale Topstar

Questa sedia da ufficio tipo poltrona presidenziale è molto comoda, per via dell’imbottitura extra di 12 cm posta nei punti più delicati del poggiatesta e delle ginocchia.

Offre il giusto sostegno, consentendo di personalizzare il posizionamento di ogni singolo elemento: si regola in altezza grazie ad un sistema con pistone a gas e si inclina a seconda del peso del meccanismo a dondolo.

L’ampio schienale unitamente a una spaziosa seduta accoglie al meglio anche le persone robuste: la posizione ergonomica di seduta a conca con estremità imbottita offre un maggiore comfort alle ginocchia.

 

Sedia da ufficio da gioco

Il suo grintoso design ricorda quello di un sedile sportivo e futuristico, favorendo una perfetta integrazione sia nell’ufficio di casa che in azienda. Ha un’abbondante imbottitura ed è regolabile in altezza da 47 a 57 cm mediante meccanismo toplift.

Dispone di un meccanismo oscillante senza scatti per offrire un elevato comfort alla schiena. Grazie alle doppie ruote di sicurezza autofrenanti, si muove solo durante l’utilizzo: quando l’utente si alza, entra in funzione il dispositivo di frenaggio che impedisce un movimento involontario della sedia. La sua portata massima è di 100 kg.

 

Sedia direzionale Todeco

La sedia, in colore nero integrale, è concepita per offrire un supporto adeguato durante il lavoro ed è ben studiata per favorire il comfort e il sollievo dei muscoli lombari.

L’altezza è regolabile, con molla a gas, da 115 a 123 cm: una volta trovata la posizione ideale, interviene un meccanismo che la blocca in modo sicuro. Cinque rotelle con rotazione a 360 gradi permettono si spostarsi con facilità senza doversi alzare. Facile e veloce da montare, è rivestita in similpelle e maglia aerata.

 

Sedia da scrivania Songmics

Il suo confortevole design, curato nei dettagli, ricorda la struttura di un sedile sportivo di tipo racing: ha poggiatesta collo imbottito, schienale con forma ergonomica, braccioli rivestiti morbidamente. Girevole, è regolabile in altezza da 45 a 55 cm.

È dotata di meccanismo di inclinazione dello schienale regolabile in base al peso del corpo, che si può bloccare una volta trovata la giusta posizione. I materiali di rivestimento sono in ecopelle a tre colori (nero, grigio, bianco) e l’imbottitura è in spugna.

 

Poltrona TecTake

Con il suo originale stile sportivo, presenta lo schienale e la zona della testa suddivise in sezioni. È realizzata con un’imbottitura extra spessa per una seduta morbidissima e ha degli inserti in tessuto contro la sudorazione. La base è stabile e sicura con le sue cinque rotelle.

La posizione iniziale è bloccabile e con la molla a gas di sicurezza è completamente regolabile in altezza. Il meccanismo di inclinazione si può impostare in base al peso corporeo.

 

Sedia ufficio SixBros

In elegante colore nero, ha una rotazione a 360 gradi e offre un elevato livello di comfort grazie alla seduta ergonomica. Ha un’altezza regolabile senza livelli tramite pistone a gas.

La seduta e lo schienale sono rivestiti in tessuto a rete ed ecopelle. Il suo piedistallo a croce è fornito di 5 ruote, a garanzia della massima stabilità e sicurezza. Le ruote sono ideali per tappeti e piani morbidi. Di semplice montaggio, supporta un carico massimo di 120 kg.

 

Anatomia della sedia da ufficio

sedie ufficioDue sono le caratteristiche fondamentali che contraddistinguono le migliori sedie da ufficio: la possibilità di regolare la posizione in altezza e l’inclinazione dello schienale.

Le più evolute includono anche supporti lombari e sedili in materiale traspirante. Ma se non si ha l’altezza giusta davanti alla scrivania e non si dispone di uno schienale rigido che sostiene la schiena, alla fine il corpo viene assalito da dolori e doloretti di vario tipo.

È bene scegliere quei modelli dotati di una levetta sotto il sedile che permette di regolare l’altezza in base alle specifiche esigenze: basta dolori al collo perché si deve arcuare la testa per vedere meglio il monitor del computer e braccia indolenzite a causa della posizione sbagliata!

Lo schienale inclinato consente di avere una seduta più comoda. Deve però essere al tempo stesso sufficientemente rigido per sostenere la schiena.

È semplice valutare la posizione corretta. Si appoggiano le braccia e i gomiti al tavolo formando un angolo di 90 gradi e si posizionano le gambe e le ginocchia allo stesso modo. Infine, mantenendo la schiena dritta, si regola l’inclinazione dello schienale così da formare un angolo di circa 100-110 gradi.

 

Che cosa vuol dire esattamente “ergonomica”?

Sedia-da-scrivania

Una sedia dal design ergonomico è appositamente realizzata per mantenere il nostro corpo in una posizione comoda e nella corretta postura, con il minimo sforzo. Detto questo, l’enorme quantità di informazioni e recensioni che trovi nel web crea spesso confusione, piuttosto che fornire una spiegazione corretta.

Il termine “ergonomico” è entrato nel linguaggio comune del marketing e viene applicato indistintamente a qualsiasi sedia da ufficio, rendendo molto difficile effettuare l’acquisto in modo consapevole e adeguatamente informato.

 

Come scegliere quella adatta a me?

Sedia-da-scrivania-ergonomica

Scegliere una sedia da ufficio potrebbe non essere così esaltante come fare shopping per acquistare un capo d’abbigliamento all’ultima moda. Tuttavia, l’impatto su di te può essere molto più grande.

Una sedia da ufficio dal design ergonomico supporta correttamente la parte bassa della schiena e mantiene la colonna vertebrale in allineamento. Ha un’imbottitura che favorisce la circolazione sanguigna nelle gambe anche se si sta seduti per molte ore. Ecco perché va analizzata nei minimi dettagli.

 

Qual è la dimensione giusta?

Quando si parla di ergonomia in riferimento a una sedia da ufficio, non esiste una misura adatta a tutti. Ecco perché la possibilità di regolarla in altezza è un fattore così importante. Molto spesso, si può variare l’altezza della seduta e l’angolazione del bracciolo, oltre all’angolo di inclinazione e alla posizione del supporto lombare.

Meglio evitare quei modelli che hanno una possibilità di regolazione limitata: difficilmente li troverai comodi e rilassanti.

 

Di che materiale sono fatte?

materiale-sedia-da-scrivania

I due tipi più diffusi di rivestimento sono la maglia e la pelle (finta o vera che sia), anche se è possibile trovare sedie da ufficio in tessuto. Ciascuno offre vantaggi e svantaggi, che è sempre bene prendere in considerazione.

Maglia

Piacevolmente elastica e realizzata in materiali sintetici come il polipropilene, la maglia si fa apprezzare per il sostegno che dà alla sedia. È anche molto traspirante. Se il tuo ufficio si trova in un ambiente caldo e tu sei incline a sudare, la maglia è una buona opzione per ridurre al minimo la sgradevole sensazione delle cosce o della schiena che si appiccica alla superficie della sedia in una giornata di sole.

Il rovescio della medaglia è spesso la mancanza di ammortizzazione, specialmente attorno ai bordi della seduta dove la maglia incontra il telaio. Questo può essere risolto mettendo un panno sul bordo.

Tessuto

Il tessuto offre un’esperienza familiare come il tuo abbigliamento, con fantasie che si adattano a qualsiasi arredamento. Quello utilizzato per le sede da ufficio lo puoi trovare in una combinazione di cotone, vinile o persino canapa e consente di scegliere in una gamma incredibilmente ampia di colori, dal celeste, al beige, all’avorio, ai più tradizionali colori bianco, nero, grigio e marrone.

Il problema più grande da affrontare quando si sceglie il tessuto sono le macchie. Se ti piace fare uno spuntino o anche mangiare i pasti sulla tua sedia da ufficio, assicurati di non sbriciolare o di far cadere accidentalmente pezzi di cibo unti, perché non puoi semplicemente mettere la sedia in lavatrice come fai con una maglietta. I detergenti spay tipo via-va sono efficaci se applicati immediatamente.

Anche la muffa è un nemico sempre in agguato, soprattutto negli ambienti umidi. Ci sono molti rimedi casalinghi che puoi utilizzare per combattere efficacemente il problema, come ad esempio portare la sedia fuori in una giornata di sole per eliminare l’umidità su cui si sviluppa la muffa o usare periodicamente una soluzione a base alcolica da spruzzare la sedia.

PU (poliuretano)

È uno dei materiali più diffusi per le sedie da ufficio. Il PU o ecopelle è un materiale sintetico che assomiglia moltissimo alla vera pelle, ma può essere prodotto a basso costo.I vantaggi del poliuretano rispetto alla vera pelle è che è un materiale resistente all’acqua e facile da pulire, e generalmente più facile da curare.

Tuttavia, come tutti i materiali in pelle, non è traspirante come le sedie in tessuto. Si tratta di un aspetto da considerare se trascorri molte ore alla scrivania sulla tua sedia.

Pelle rigenerata

La pelle rigenerata è una buona scelta per le persone che desiderano il tocco morbido della vera pelle, a un prezzo accettabile. Realizzato con ritagli di pelle vera mescolati con l’ecopelle, è solitamente più morbido della pelle PU..

Uno svantaggio di questo materiale è la sua tendenza a sfaldarsi nel corso del tempo, a differenza della vera pelle che è molto più resistente. Se hai in casa sedie o divani in pelle rigenerata, conosci probabilmente bene il problema. Non influisce in alcun modo sul funzionamento della sedia, anche se può diventare sgradevole. L riparazione selettiva delle aree che si spelano non è pratico e di solito richiede un rivestimento più costoso dell’intera copertura della sedia.

Vera pelle

Le sedie in vera pelle a grana grossa sono generalmente realizzate in pelle di mucca o di bufalo. La superficie è levigata per rimuovere qualsiasi grana e imperfezioni naturali, dando vita a un materiale lussuoso e resistente. A differenza delle pelli rigenerate che hanno la tendenza a spelarsi nel tempo, la pelle a grana grossa invecchia molto meglio e, con la dovuta cura, può durare anche una vita. Se il tuo budget lo consente, la vera pelle è la scelta migliore rispetto a qualsiasi altro tipo di pelle per la sua sensazione, l’eleganza e la durata.

La vera pelle, però, non è senza insidie. Le macchie sulle sue superfici devono essere trattate immediatamente per evitare che si formino delle macchie permanenti. Tieni presente questo aspetto se lavori a casa e hai dei bambini piccoli che amano particolarmente la tua sedia.

L’esposizione continua alla luce diretta del sole potrebbe anche sbiadire e asciugare la pelle, rendendola poco confortevole. E, ultimo ma non meno importante, le sedie da ufficio in vera pelle sono in genere molte volte più costose delle sedie in pelle PU o rigenerate. In linea generale, però, se ti prendi cura della tua sedia in vera pelle ti potrà durare anche per tutta la vita.

 

Struttura regolabile

sedia-regolabile

A meno che non si riesca a stare in piedi per molte ore ogni giorno come uno zombi, avere una sedia da ufficio con la struttura reclinabile è molto importante per rilasciare la tensione nella zona lombare. Puoi trovare così la posizione più comoda non solo per lavorare, ma anche per rilassarti di tanto in tanto.

Esistono diversi tipi di meccanismi per inclinare e reclinare le sedie da ufficio. Vediamo quali sono e che vantaggi offrono.

Inclinazione di base

Utilizzando un meccanismo di tipo basculante, il bracciolo e lo schienale della sedia si muovono insieme all’indietro. Questa soluzione non è ideale per una sedia da ufficio, in quanto significa che tutta la parte inferiore del corpo e le braccia vengono inclinate verso l’alto: in questo modo, risulta difficile mantenere gli occhi parallelamente al pavimento.

Meccanismo syncro-tilt

Con questo meccanismo, lo schienale e la seduta si inclinano entrambi, ma con un rapporto diverso (di solito 2: 1). Ciò mantiene il sedile ad un’angolazione relativamente piatta e consente di mantenere la pianta dei piedi appoggiati a terra. L’inclinazione syncro è generalmente più ergonomica rispetto a quella di base, poiché mantiene le ginocchia e le braccia a un angolo di 75-90 gradi, che viene ritenuto dagli esperti quello ottimale durante il lavoro.

Inclinazione multifunzione

In caso di inclinazione multifunzione, il sedile e lo schienale possono essere inclinati indipendentemente l’uno dall’altro per impostare l’angolo desiderato. Anche se in teoria questa inclinazione è superiore rispetto a quella offerta dal syncro, la maggior parte delle persone trova quest’ultimo più che sufficiente, senza bisogno di avere delle leve aggiuntive per regolare in modo indipendente gli angoli del sedile e dello schienale.

Schienale reclinabile

Uno schienale di questo tipo offre generalmente un alto grado di reclinazione, che può essere di 135 gradi o anche di più. Cerca schienali reclinabili che possono essere bloccati in qualsiasi angolazione tra i due spettri per poter beneficiare della massima flessibilità.

La cosa migliore, quando si tratta dello schienale, è quella di cercare una sedia da ufficio con syncro o inclinazione multi-funzione e controllo della tensione di inclinazione, in modo da poter regolare lo sforzo necessario per inclinare lo schienale. Alcune sedie da ufficio sono dotate di un’impostazione “fluttuante” che trasforma la sedia in una sorta di dondolo, che può essere un plus piacevole nei momenti di relax.

 

Modifica della profondità del sedile

I modelli con profondità del sedile regolabile sono generalmente dotati di una leva che consente di spostare la seduta in avanti o indietro. Presente in molte sedie da ufficio ergonomiche di fascia più alta, questa opzione è importante ma viene spesso trascurata.

Assicura che la parte inferiore delle cosce sia completamente appoggiata sul sedile della sedia indipendentemente dalla lunghezza del busto o dalle dimensioni del corpo. Regolando la profondità del sedile, puoi anche posizionare meglio la parte bassa della schiena contro lo schienale, migliorando la postura e fornendo un supporto migliore per l’intera schiena.

 

Poggiatesta per il supporto del collo

Se soffri di dolori al collo, o ti piace appoggiarti all’indietro spesso durante il giorno, cerca una sedia da ufficio con schienale alto o poggiatesta per il supporto del capo e del collo.

Un poggiatesta regolabile in altezza è fondamentale per garantire il corretto allineamento con la parte posteriore della testa indipendentemente dalla tua altezza o dalla posizione di seduta. Alcune sedie da ufficio offrono questa funzione attraverso uno schienale che può essere spostato su e giù. Ciò consente di regolare la posizione del poggiatesta e del supporto lombare in modo indipendente per allinearlo alla schiena e al collo.

Alcuni poggiatesta possono essere inclinati verso l’alto o verso il basso di 30 gradi per adattarsi meglio alla curvatura del collo. È una buona opzione, da aggiungere alla possibilità di effettuare la regolazione in altezza.

 

Attenzione anche ai braccioli

E da ultimo, ma certamente non meno importante, ci sono i braccioli. Assicurati innanzitutto che siano regolabili in altezza, in modo che le braccia non penzolino quando si digita sul computer.

Qui di seguito riportiamo le caratteristiche principali da considerare quando si prendono in esame i braccioli di una sedia da ufficio ergonomica.

Braccioli 2D

Si tratta di braccioli regolabili in un modo diverso rispetto a quello di base, che prevede il solo movimento su e giù. Più comunemente, i braccioli 2D possono essere spostati all’interno e all’esterno orizzontalmente e sostenere completamente le braccia anche se si è inclinati in avanti o si hanno arti più lunghi.

Braccioli 3D

Questi braccioli aggiungono un’altra dimensione alla regolazione rispetto a quelli di tipo 2D. Si tratta di veri e propri braccioli pivot che si inclinano verso l’esterno o verso l’interno di 5 gradi. Questo è molto utile per sostenere le braccia quando vengono messe in una posizione a forma di “v” stretta. Fra le attività comuni portano a mettere le braccia in questa posizione vi è l’uso dello smartphone con entrambe le man e l’interazione con il tablet con le sole mani.

Braccioli 4D

Come suggerisce il loro stesso nome, sono il top dei braccioli. La loro progettazione si basa su quella dei braccioli 3D, a cui aggiungono un ulteriore possibilità di regolazione: quella di spingere i braccioli dentro e fuori.

Gli esperti raccomandano di scegliere un tipo di sedia ergonomica dotata almeno di braccioli 2D. Anche se in teoria più regolazioni ci sono meglio è, molte persone raramente armeggiano con i braccioli oltre le due dimensioni.

 

Come ci si siede correttamente?

Qual è la posizione di seduta più corretta sulla sedia da ufficio? Prima di rispondere a questa domanda, è bene fare una precisazione. Nemmeno la migliore sedia da ufficio ergonomica ti potrà aiutare molto se sei solito assumere delle posizioni scorrette.

Rientrano in questa casistica stare seduti a gambe incrociate sulla sedia, allungando il collo in avanti per lavorare sul computer, o mettersi in una posizione accasciata. Tutte queste posizioni limitano il flusso sanguigno sano e accumulano tensioni disomogenee nel corpo che portano a dolori alla schiena e al collo e, con l’andare del tempo, persino a malattie muscolari.

 

5 Accorgimenti per una postura perfetta

Detto questo, il modo corretto di sedersi su una sedia da ufficio implica di seguire gli accorgimenti che riportiamo qui di seguito.

 

1. Tieni d’occhio l’allineamento

Assicurati che la schiena sia allineata allo schienale della sedia. Quando siamo stanchi, tendiamo a piegarci o piegarci in avanti, il che porta al disallineamento della colonna vertebrale e delle spalle. Evita questo errore: alzati e fai una breve passeggiata o distenditi come se facessi stretching.

 

2. Piega bene le braccia

Le braccia devono essere piegate con un angolo compreso tra 75 e 90 gradi contro il bracciolo della sedia. Regola l’altezza dei braccioli se sono troppo alti o bassi.

 

3. Appoggia i piedi per terra

Quando si è seduti, entrambi i piedi devono essere saldamente appoggiati a terra. Evitare di sederti a gambe incrociate o con i piedi infilati sotto la sedia. Queste cattive abitudini limitano il flusso di sangue agli arti. Se vuoi beneficiare del massimo comfort, considera l’acquisto di un poggiapiedi.

 

4. Controlla le ginocchia e le spalle

Mantieni le ginocchia allineate con i fianchi, formando un angolo di 90 gradi. Tirare indietro le spalle in modo che siano dritte.

 

5. Fai delle pause

Un ultimo, fondamentale suggerimento: non rimanere seduto per ore e ore senza interruzioni.

Alterna lo stare seduto con l’alzarsi in piedi e camminare un po’. Una ricerca della Cornell University raccomanda il seguente regime: siediti per 20 minuti; rimani in piedi per 8 minuti; muoviti per 2 minuti

Come puoi vedere, ci sono molti aspetti da considerare quando scegli la migliore sedia da ufficio ergonomica per te. Ci auguriamo che questa breve guida abbia contribuito ad aiutarti a scegliere il tipo adatto a soddisfare le tue esigenze.