In caso di Infortunio… i 5 Migliori Tutori per Spalla

Proprio oggi ho lasciato una cifra spropositata a un medico (l’ennesimo da cui mi sono fatto visitare per avere un parere diverso…) che mi ha ribadito che dovrei farmi operare.

Passo da una lussazione spalla all’altra, ma dopo qualche giorno non fa più male e posso riprendere la mia solita attività. Sì, mi dicono tutti di farmi operare ma io non so riesco a stare fermo 3 o 4 settimane con il tutore spalla, a seguire con costanza le sedute di fisioterapia medica riabilitativa…

E poi non c’è nessuna sicurezza che, alla prossima caduta, non mi faccia di nuovo male. Sono in profonda crisi… Qualcuno mi sa dare qualche consiglio?




I migliori tutori per spalla

Qual è il miglior tutore per spalla?

Quando si sceglie il miglior tutore per spalla bisogna tenere in considerazione diversi fattori. miglior-tutore-per-spallaChe supporto deve dare? Dev’essere rigido che immobilizza o deve lasciare una certa mobilità?

È altrettanto importante valutare la natura del dolore. Se la lesione si è verificata solo a causa di una cattiva postura, si consiglia di valutare una fascia di quelli adatte a condizioni come l’artrite, diversa da quella adatta in caso di abduzione.

Scapola, omero e clavicola sono le tre ossa che formano la spalla, collegate da un complesso sistema di tendini e muscoli. Le patologie degenerative, l’esecuzione di movimenti violenti e ripetuti, contusioni, distorsioni e fratture trovano validi supporti nei tutori.

È sempre utile sentire l’opinione di un medico per farsi consigliare il tutore più corretto.

I tutori, tutti ortopedici, possono fungere da immobilizzatori spalla-braccio o da supporto funzionale per le spalle, o ancora da semplici reggibraccio in caso di ingessatura.

La qualità di un tutore dipende dai materiali di tessitura e di imbottitura e può essere utile valutarla in presenza di cinghia regolabile da stringere intorno al petto per tenere il tutore in posizione.

Sul mercato si trovano tutori proposti a diversi prezzi, che variano in base alla marca e alle caratteristiche tecniche. Tramite la vendita online si possono trovare offerte e prezzi vantaggiosi che riguardano modelli più economici e anche a basso prezzo con soddisfacente rapporto qualità e prezzo.

 

#1 Supporto per Spalla Zamst

Il migliore per: chiusura regolabile

È progettato con la tecnologia I-Fit, che offre una chiusura regolabile sul braccio per personalizzare la vestibilità. Il tutore garantisce stabilizzazione dinamica ma leggera e un buon livello di supporto e compressione.

Permette di fare tutti i movimenti (tranne quelli extra rotatori). Il particolare disegno Flyweight garantisce leggerezza dei materiali per un comfort ottimale in entrambi i lati. Il materiale V-Tech è traspirante e rimuove velocemente il sudore, mentre la tecnologia Rom-Tech permette di fare la gamma completa di movimenti massimizzando la performance.

Per trovare la taglia adatta bisogna misurare la circonferenza del braccio sull’articolazione della spalla e se la taglia corretta è compresa tra 2 misure, si consiglia di scegliere quella più grande.

  • Leggero
  • Taspirante
  • Comfort

 

#2 Tutore a cuscino Rotten

Il migliore per: semplice da indossare

È un dispositivo medico, sicuro e confortevole, che garantisce la stabilizzazione e la protezione dell’arto da immobilizzare nel post-intervento. La traspirazione, la leggerezza e il comfort sono garantiti dalla struttura in gomma-schiuma, ricoperta di tessuto garzato, insieme ai cinturini a livello dell’omero e dell’avambraccio.

Le cinghie di sostegno e le possibilità di regolazione a velcro assicurano la stabilizzazione dell’arto evitando il rischio di movimenti inopportuni.

Facile da togliere e da indossare, il dispositivo è completato da una stecca (opzionale), ideale per sostenere la mano e non affaticare l’avambraccio dell’arto immobilizzato.

  • Protezione
  • Ambidestro
  • Regolabile

 

#3 Tutore per lussazione acromion-claveare Rotten

Il migliore per: anatomico

È dotato di un sistema di cinghie e tiranti concepito per spingere la clavicola verso il basso e l’omero verso l’alto, riallineando così acromion e clavicola.

La patella clavicolare è flessibile e anatomica, possiede un’imbottitura in polietilene espanso, con snodi rotanti, tiranti anteriori a tensionamento costante e pre-regolato.

La tasca gomito è regolabile e garantisce il massimo comfort grazie all’imbottitura in polietilene espanso. È in colore azzurro ed è dotato di cinturone toracico e cinghie in velour tagliabili a misura.

  • Universale
  • Flessibile
  • Imbottito

 

#4 Tielle Camp Abidì 15 Tutore spalla

Il migliore per: cuffia rotatori

Consente l’immobilizzazione e il supporto della spalla ed è dotato di abduzione con cuneo a 15° e di fasce di fissazione.

Comodo e leggero permette una facile applicazione e il massimo comfort. È disponibile in due taglie da 31 e 41 centimetri.

Si rivela adatto in caso di lesioni degenerative e ricostruzioni della cuffia dei rotatori, fratture non dislocate del trochite, post-intervento della protesi di spalla, artroscopia diagnostica e chirurgica della spalla, capsulite, trattamento post-intervento nella ricostruzione della cuffia dei rotatori.

  • Semplice applicazione
  • Confortevole
  • Efficace supporto

 

#5 Aurafix Tutore per abduzione spalla

Il migliore per: vestibilità

Questo tutore è indicato in caso di sindrome da conflitto post-operatorio, rottura della cuffia dei rotatori, manipolazione della spalla congelata (capsulite adesiva) sotto anestesia, protesi di spalla.

Realizzato nello speciale materiale Auraterry in spugna, fornisce un’immobilizzazione della spalla e del braccio a 30 gradi, prevenendo la formazione di aderenze e pressioni della zona subacromiale.

La pallina per gli esercizi riabilitativi allena i muscoli dell’avambraccio e promuove la circolazione sanguigna.

  • Taglia unica
  • Confortevole
  • In spugna