Le 5 Migliori Presse da Stiro a Vapore: Ma Che Bella Combinazione!

La migliore pressa da stiro a vapore unisce al ferro da stiro il tradizionale asse. Riesce così a metterti a tuo agio durante quello che è considerato uno dei lavori domestici più faticosi (e noiosi).

Utilizzata inizialmente in ambito industriale e nelle lavanderie, oggi questo strumento entra anche nelle abitazioni opportunamente ridimensionato, per stirare varie tipologie di tessuto in modo impeccabile e in pochissimo tempo.




Qual è la migliore pressa da stiro a vapore?

Al momento della pianificazione dell’acquisto occorre valutare attentamente come funziona questo dispositivo, insieme alle sue caratteristiche e ai pro e contro.

Puoi leggere le recensioni e i test pubblicati nelle pagine della vendita online da chi ha già provato questo tipo di apparecchiature e sceglie di condividere nel web le proprie opinioni.

Abbiamo selezionato alcuni dei modelli di marca più cliccati (come ad esempio quello della Singer), che potrai trovare in rete al prezzo più basso.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori presse da stiro a vapore:

1. Pressa da Stiro a Vapore Singer ESP 2

La migliore per: superficie extra-larga

È una pressa da stiro a vapore con ricarica continua, che consente di effettuare ogni operazione stando comodamente seduti.

Offre una superficie di lavoro extra-larga, ha un potente colpo di vapore e ha la funzione di spegnimento automatico con allarme acustico.

Molto pratica l’imbottitura della piastra stiro lavabile. Il pacchetto accessori include un nebulizzatore, una cartuccia ed un telo per stirare. Con lucchetto e maniglione per facilitare il trasporto. 

  • Design
  • Portatile
  • Comoda

2. Speedy Press Compatto Ferro da Stiro a Vapore

La migliore per: utilizzo anche a secco

Si posiziona facilmente su qualsiasi piano e riduce sensibilmente i tempi di stiratura. Può essere utilizzato a secco o utilizzando le impostazioni di vapore, con un getto che rimuove anche le grinze più difficili.

Adatto anche alle fibre delicate, è dotato di controlli di temperatura per diversi tipi di tessuti. Ha una potenza di 1350 Watt, misura 55 x 22 centimetri e pesa 9 chilogrammi.

  • Potente
  • Leggera
  • Portatile

3. Necchi SP80 Ultra Compact Press

La migliore per: rivestimento in teflon

Il rivestimento della piastra in teflon evita di far attaccare le fibre sintetiche. Sette volte più grande di un normale ferro da stiro, è dotata di spie di controllo per alimentazione, corretta temperatura e vapore.

La regolazione della temperatura senza livelli preimpostati rende possibile la stiratura di tutti i tessuti. Grazie al suo particolare sistema di chiusura, l’apparecchio si ripone in poco spazio ed è facilmente trasportabile.

  • Anti-aderente
  • Tutti i tessuti
  • Salvaspazio

4. Pressa da Stiro Professionale Speedy Press 90HD

La migliore per: impiego professionale

Ha una piastra di dimensioni molto generose (91 x 29,5 centimetri), equivalenti alla grandezza di 24 comuni ferri da stiro.

Stira agevolmente carichi pesanti, anche su più strati contemporaneamente, rivelandosi ideale per le lenzuola matrimoniali.

Il range di temperatura è pari a 60°C – 220°C e il tempo di riscaldamento è di 2,5 minuti.

  • Dimensioni generose
  • Efficiente
  • Trasportabile

5. Fast Press Keal XN63

La migliore per: dimensioni compatte

Riduce della metà il tempo della stiratura e rende ogni operazione più comoda. È progettata con dimensioni e design ideali per un impiego domestico: misura infatti 62 x 25 x 53 centimetri.

Grazie al suo particolare meccanismo, la macchina si chiude con una sola mossa. Garantisce un consumo energetico ridotto e la piastra scaldante in lega metallica riduce le emissioni di calore.

  • Confortevole
  • Chiusura semplificata
  • Consumi ridotti




Che cos’è una pressa da stiro a vapore?

Si tratta di uno strumento che associa ad un’asse da stiro di dimensioni generose (mediamente di 65 x 55 cm), un potente getto di vapore e una piastra calda che si abbassa per stirare.

Tutti i modelli dispongono in genere di programmi specifici preimpostati per i diversi tipi di tessuti che facilitano le operazioni. Sono anche disponibili apparecchi appositamente progettati da tavolo che permettono di stirare comodamente da seduti.

Caratteristiche della pressa da stiro a vapore?

Non è sempre facile scegliere una macchina a vapore di questo tipo. Dopotutto, la maggior parte dei modelli sul mercato sono abbastanza simili tra loro in quasi ogni aspetto. Tuttavia alcuni avranno caratteristiche che sono più vantaggiose rispetto agli altri, da valutare in base alle proprie specifiche esigenze di stiratura.

In linea di massima, una buona pressa da stiro a vapore deve esseredotata di:

  • un buon sistema anticalcare
  • una chiusura a chiavistello per il trasporto
  • dei piedini in gomma per garantire stabilità sul tavolo o su qualunque superficie d’appoggio
  • un sistema di autospegnimento che la disattiva quando non la si lascia accesa senza utilizzarla
  • un buon manuale di istruzioni, con le specifiche tecniche di stiratura dei capi “difficili” come le camicie e i pantaloni
  • un display intuitivo per la selezione dei programmi e la gestione delle principali funzioni dell’apparecchio

Plus della pressa da stiro a vapore?

È ideale per lavorare grandi quantità di indumenti e tessuti, soprattutto asciugamani, tovaglie, tende e naturalmente… per lenzuola.

La stiratura di capi d’abbigliamento come pantaloni, camicie, tailleur e vestiti, può essere effettuata allo stesso modo delle presse industriali e professionali ma è necessario adattare e imparare una specifica e diversa tecnica (rispetto al ferro) per ottenere una perfetta stiratura.

Utilizzo della pressa da stiro a vapore?

La pressa da stiro agisce in una sola passata e questo la rende già un prodotto convincente per la maggioranza di coloro che si occupano di lavori casalinghi.

Bisogna tenere conto che agisce proprio come una pressa: è quindi necessario che il capo o il lembo da stirare sia steso perfettamente posizionato sulla base di appoggio. È importante seguire le cuciture, stirando con cura ogni singola parte separatamente e lasciando fuori dalla portata della pressa il resto del capo.

In ogni caso, si consiglia di evitare di fare le grinze perché, una volta pressate, è difficile sistemarle, anche spraizzando il vapore per inumidire nel tentativo di rendere morbido il capo.

Stirare le camicie con la pressa da stiro a vapore?

La scelta della pressa da stiro, come alternativa o in associazione con ferri tradizionali, può essere un buon compromesso se si cerca una soluzione per avere camicie ben inamidate senza perdere troppo tempo. E una volta ultimata la stiratura, è possibile abbottonarle e piegarle perfettamente.

Tuttavia, la pressa potrebbe non essere in grado di stirare capi un po’ particolari come pantaloni o camicie con le pince, per cui sarà necessario tenere a disposizione – per questi capi – il ferro da stiro tradizionale.

Accessori della pressa da stiro a vapore?

La migliore marca di presse sarà quella che per l’uso domestico permetterà di disporre anche degli accessori come lo stiramaniche, adatto a rendere perfetti anche i dettagli, come appunto i polsini e le maniche delle camice, che hanno bisogno di particolare cura. Le basi d’appoggio solitamente hanno poi rivestimento interno in tessuto lavabile.

Data la semplicità dell’apparecchio non è nemmeno necessario di avere in dotazione ricambi particolari.

Sicurezza della pressa da stiro a vapore?

Prima di scegliere la pressa da stiro più adatta alle proprie esigenze, occorre ricordarsi che essendo un apparecchio elettrico è soggetto alla normativa europea sulla sicurezza e devono avere tutti i certificati di conformità in regola.

Per garantire maggiore sicurezza, il sistema di programmazione interna della pressa dovrebbe essere in grado di spegnere e accendere lo strumento autonomamente, in questo modo, eviterai di farti male mentre stiri.

Infine, la pressa da stiro per casa deve poter essere riposta e usata ovunque, da qui l’esigenza di piedini in gomma di sostegno, di un lucchetto o fermo a chiavistello per chiudere il dispositivo dopo l’utilizzo e di uno schermo che mostri le funzioni principali, anche per vedere se è spenta o accesa.

La pressa da stiro a vapore è adatta a te?

La pressa da stiro consente di ottenere risultati impeccabili nella stiratura di vestiti e biancheria con uno sforzo e uno spreco di tempo ridotti al minimo.

Risulta essere sicuramente un apparecchio consigliato a tutti coloro che hanno sempre molti indumenti da stirare, specialmente camicie e altri capi di abbigliamento da uomo, e hanno poca dimestichezza con il ferro da stiro.

La pressa da stiro è inoltre indicata per tutti coloro che hanno problemi alla schiena e non possono stare in piedi troppo a lungo.

Stare seduti con la pressa da stiro a vapore?

Oltre alle versioni da tavolo ci sono anche le versioni con cavalletto per sostenere l’asse e per stirare dove vuoi, in genere un po’ più indirizzate ad un uso semiprofessionale e per questo più grandi.

Questa tipologia è però sconsigliata a chi non ha un posto sufficiente ampio in casa. È infatti abbastanza ingombrante e richiede un adeguato spazio tutto intorno per consentire un utilizzo agevole.

Pressa da stiro o ferro da stiro?

La domanda che sorge spontanea davanti al momento dell’acquisto è proprio questa: perché scegliere questo tipo di prodotto, decisamente più ingombrante rispetto al classico ferro da stiro con caldaia?

Una pressa da stiro a vapore, in effetti, non si può dire maneggevole. Pesa di più di un ferro e questo è un fattore chiave da tenere presente. Se non la si lascia fissa su un piano di appoggio, va spostata per metterla su un tavolo prima di cominciare e una volta terminato il lavoro deve essere riposta in uno spazio dedicato.

Occorre quindi valutare tra le caratteristiche dei diversi modelli, a parità di qualità del prodotto, quello che ha il peso più sostenibile in base alle proprie esigenze. I valori medi di una macchina casalinga si aggirano intorno ai 10 kg.

Tuttavia, rispetto a un sistema di stiratura tradizionale con ferro a vapore, la pressa ha numerosi pregi che ne fanno un prodotto molto convincente sia in termini di resa di stiratura che di tempo risparmiato.

Ad esempio, ha una capacità superiore in termini di quantità e potenza spraizzata di getto di vapore (120 g al minuto) rispetto al ferro di stiro (50-60 g al minuto). Risulta vincente anche in termini di consumi complessivi, perché grazie ai programmi preimpostati è progettata in un’ottica di assoluto risparmio energetico.

Conviene la pressa da stiro a vapore?

Il prezzo delle presse da stiro è decisamente superiore a quello di un normale ferro a vapore, ma come abbiamo visto questa apparecchiatura vince nettamente dal punto di vista della praticità, della rapidità e della cura dei tessuti.

Per avere un’idea di quanto costa basta dare un’occhiata alle proposte e-commerce che si trovano in rete: si posizionano generalmente in una fascia di prezzo compresa tra i 170 e i 300 euro. È anche possibile trovare dei modelli di buona qualità a un prezzo inferiore, e in ogni caso la spesa sarà sempre inferiore rispetto a quella di una stiratrice a rullo.

Il maggior onere nell’acquisto è anche compensato dal fatto che la pressa è più duratura nel tempo. Inoltre se la distribuzione del vapore viene fatta con un elemento esterno non c’è bisogno di intervenire sulla pulizia della piastra.




Lascia un commento