Il Miglior Seggiolino Auto

Sappiamo bene che tuo figlio rappresenta per te il mondo intero e tenerlo al sicuro è una delle tue massime priorità. Durante gli spostamenti che effettuate insieme tra casa, l’asilo, la scuola, l’abitaseggiolini-auto-prezzizione dei nonni, il supermercato e così via, assicurati che il tuo piccolo sia protetto con il miglior seggiolino auto.

Oggi sul mercato esistono molteplici tipi di seggiolini auto, ma per scegliere quello più adatto per il tuo bambino non devi lasciarti guidare solo da fattori “emozionali”, come ad esempio l’estetica che ti piace di più. In realtà, per questo tipo di accessorio auto sono ben altri gli aspetti da tenere in considerazione, e cioè: l’età di tuo figlio e il suo peso, oltre che il tipo di veicolo che guidi.

Nella vendita online trovi le recensioni dei consumatori sui principali modelli in commercio, in cui vengono condivise le opinioni sulla facilità d’uso, l’installazione, il comfort, la qualità dei materiali e molto altro ancora.

Qual è il miglior seggiolino auto?

Dal momento che noi genitori trascorriamo diverso tempo alla guida, è fondamentale scegliere il miglior seggiolino auto che possa garantire al tuo piccolo un adeguato livello di protezione tutte le volte che sale in macchina. Ma come avere la certezza che si tratti di un modello affidabile, nella malaugurata ipotesi che si verifichi un impatto accidentale, anche di notevole entità?

È molto semplice: basa cercare un modello studiato per soddisfare (o addirittura superare) gli standard di sicurezza previsti dalla normativa seggiolini auto in vigore. Come vedremo più avanti, è anche di fondamentale importanza seguire cn attenzione le istruzioni fornite con il prodotto per effettuare un’installazione corretta.

Oltre alle omologazioni ottenute dal dispositivo, esamina anche come è progettata la sua struttura e quali sono i materiali utilizzati. Ad esempio, l’acciaio e la schiuma sono in grado di assorbire efficacemente l’energia che viene prodotta in caso di un urti laterali, frontali e posteriori di una certa violenza.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori seggiolini auto:

1. Foppapedretti Isodinamyk Seggiolino Auto – Il migliore per seguire il bimbo nella crescita

Questo modello della Foppapedretti ha il sistema di aggancio Isofix ed è omologato come seggiolino auto gruppo 1 2 3 (vale a dire per i piccoli che pesano da 9 kg a circa 36 kg). Può quindi seguire passo dopo passo le fasi di sviluppo del tuo bambino: lo accompagna nella sua crescita a partire dai 9 mesi fino ai 12 anni circa. Il sedile anatomico di questo seggiolino Foppapedretti è progettato con sistema di protezione laterale SPS (Side Protection System): una soluzione progettuale, questa, che fa viaggiare il tuo piccolo all’insegna della più totale sicurezza e del massimo comfort.

Lo puoi impostare in base alle specifiche esigenze del piccolo viaggiatore, dal momento che ha la seduta reclinabile e il poggiatesta regolabile. La cintura di sicurezza è a cinque punti di fissaggio con protezioni per le spalle. È inoltre presente un meccanismo di regolazione delle cinture.

Le caratteristiche costruttive del seggiolino Foppapedretti sono completate dal sistema universale Isofix con cinghia top tether. Questo modello si posiziona in direzione di marcia ed è realizzato in conformità con il Regolamento Europeo ECE R44/04. Una particolare attenzione è stata posta nel semplificare il più possibile le operazioni di manutenzione. Ha infatti un rivestimento sfoderabile e lavabile. Il seggiolino Foppapedretti è disponibile nelle varianti di colore grigio, nero e rosso, per consentirti di armonizzarlo con le tonalità dell’interno della tua auto. Le sue dimensioni sono pari a 64/76 x 50 x 54,5/66 cm e il peso è di 10 kg.

  • Seggiolino auto gruppo 1 2 3
  • Isofix
  • Sedile anatomico

2. Cybex Silver Seggiolino Auto per Bambini Solution X-Fix – Il migliore per semplicità di utilizzo

Il seggiolino, di qualità stabile e durevole, è studiato per seguire le fasi di crescita del tuo bambino a partire dai 3 anni e fino al raggiungimento dei 12 anni di età (con un peso indicativo di compreso tra 15 e 36 kg). È facile da installare e rimuovere e può essere trasportato altrettanto agevolmente. Il poggiatesta regolabile e la protezione antiurto pieghevole offrono maggiore sicurezza in caso di un impatto laterale.

Per garantire il massimo comfort, la struttura è dotata di un comodo cuscino di seduta e di uno schienale regolabile. Il poggiatesta reclinabile (una tecnologia coperta da brevetto) fa in modo che la testa non riesca ad inclinarsi in avanti durante il sonno, per una maggiore sicurezza nel caso in cui il bimbo si addormenti durante gli spostamenti. È reclinabile in 3 posizioni ed è regolabile in altezza in 11 posizioni.

Il seggiolino si fissa al sedile dell’auto con le cinture di sicurezza del veicolo o, in opzione, con l’Isofix. Il sistema Isofix Connect offre una stabilità e una sicurezza ottimali grazie all’utilizzo di un semplice sistema a clic. Ma non solo. È anche presente la protezione dagli impatti laterali integrata (Sistema L.S.P.). Ciò significa che in caso di incidente le forze d’urto vengono scaricate tramite il guscio che assorbe l’energia.

Una particolare attenzione è stata posta anche per facilitare la manutenzione del seggiolino. Realizzato completamente in poliestere, il rivestimento può essere tolto con facilità e lavato in lavatrice a 30°C. È disponibile, come accessorio optional, il rivestimento estivo. Le dimensioni del seggiolino sono di 41 x 47 x 64 cm (l x p x h), mentre il suo peso è di 7 kg. Viene fornito in colore grigio (gray rabbit), una tonalità che si armonizza con ogni tipologia di abitacolo.

  • Seggiolino auto gruppo 2 3
  • Stabilità
  • Con o senza Isofix

3. Mycarsit Seggiolino Auto e Rialzo Disney – Il migliore per le piccole fan di Minnie

Anche la bimba più restia a sedersi sul seggiolino in auto, non riuscirà a resistere alla simpatia dirompente di Minnie. Utilizzabile a partire dai tre anni fino a circa 12 anni (per piccoli dai 15 ai 36 kg), questo seggiolino rientra nel Gruppo 2/3, per cui è riservato alle piccole viaggiatrici che hanno un peso compreso tra i 15 e i 36 chili. Pur non essendo dotato di attacco Isofix, è molto sicuro da fissare sul sedile posteriore utilizzando le cinture di sicurezza a tre punti. È omologato in conformità con la normativa europea ECE-R44/04 che certifica la rispondenza a specifici standard internazionali.

Particolarmente confortevole, è dotato di alzabimbo con schienale e poggiatesta che può essere regolato in sei differenti posizioni. Ha un buon livello di imbottitura: un dettaglio costruttivo, questo, che lo rende comodo per affrontare viaggi mediamente impegnativi. Le operazioni di pulizia sono rese particolarmente semplici dal fatto che il rivestimento è sfoderabile: può essere tolto in poche mosse per lavarlo in lavatrice con un ciclo per capi delicati. Il seggiolino viene prodotto interamente in Francia e ha ottenuto tre stelle al test Tcs.

  • Seggiolino auto gruppo 2 3
  • Sfoderabile
  • Prodotto in Francia

4. Chicco Black Night Key 2-3 Seggiolino Auto – Il migliore per viaggi lunghi

Auto Key 2-3 è il seggiolino per auto che si rivela adatto anche per affrontare i lunghi viaggi, grazie alle sue soluzioni progettuali confortevoli e all’ampia possibilità di regolazione. È omologato per i gruppi 2 e 3 secondo la norma ECE R 44/04 ed è adatto al trasporto di bambini da 15 kg fino a 36 kg di peso (con un’età che va dai 3 ai 12 anni circa).

L’altezza e la larghezza della struttura sono regolabili in modo indipendente e possono quindi essere adattate alla statura del tuo piccolo viaggiatore. Grazie a questa flessibilità di utilizzo, non solo il seggiolino accompagna il piccolo durante le diverse fasi della crescita, ma offre anche sempre un comfort ottimale durante tutte le sue trasferte, brevi o lunghe che siano. Da segnalare, a questo proposito, un dettagli degno di nota: lo schienale può essere regolato in larghezza fino a 8 cm ed è reclinabile in 3 posizioni.

  • Seggiolino auto gruppo 2 3
  • Ampiamente regolabile
  • Massimo comfort

5. Peg Perego Seggiolino Auto Viaggio 1 Duo-Fix K – Il migliore per protezione dagli impatti laterali

Il seggiolino Peg Perego protegge il tuo bambino in auto dalla nascita fino ai 4 anni (peso 0-18 kg). Pratico e facile da installare, si fissa con le cinture di sicurezza a 3 punti. Il sistema di protezione agli impatti laterali Adjustable Side Impact Protection (ASIP) è studiato per ridurre le forze che agiscono sul collo e sulla testa del piccolo viaggiatore in caso di urto laterale.

Questo modello garantisce la massima sicurezza ad ogni tappa di crescita del bimbo, grazie al poggiatesta e alle cinture regolabili in altezza in modo simultaneo in ben 7 posizioni. Può essere fissato in auto secondo due differenti orientamenti. Dalla nascita fino a 13 kg si posiziona in senso opposto a quello di marcia, offrendo un nido confortevole per il neonato grazie anche al morbido cuscino anatomico. Dai 9 ai 18 kg si installa in direzione di marcia, assecondando la voglia del bambino di guardare il mondo che lo circonda, in tutta sicurezza nel suo seggiolino.

Complete di spallacci regolabili e sparti-gambe che possono essere riposizionate sulla seduta, le cinture di sicurezza a 5 punti sono dotate di un sistema di bloccaggio per favorire la postura ideale. Sono presenti degli elastici laterali posti sulla seduta che si rivelano utili per posizionare i cinturini con comodità, mentre si fa sedere il bimbo. Il seggiolino ha una doppia omologazione.

  • Seggiolino auto gruppo 0 1
  • Due soluzioni di fissaggio
  • Doppia omologazione

6. Graco Affix Seggiolino Auto – Il migliore per attacchi anteriori regolabili

Il seggiolino Affix ha una particolarità: è progettato con gli attacchi anteriori regolabili Isocatch. Tale soluzione garantisce una maggior sicurezza e consente di adattare il seggiolino a qualsiasi auto. Grazie agli attacchi Isocatch, è possibile ancorare il seggiolino agli attacchi isofix della macchina consentendo così massima adattabilità e sicurezza. Sono inoltre presenti delle alette laterali che proteggono il bambino in caso di impatto.

La tecnologia Safety Surround garantisce una protezione rinforzata della testa, unisce la facilità di installazione alla serenità durante ogni spostamento in auto. I prodotti Safety Surround vanno oltre ai requisiti fissati dalle norme europee in materia di sicurezza dei seggiolini auto.

L’installazione del seggiolino è molto semplice, ti basta una sola mano ed il viaggio può iniziare. Il seggiolino è omologato per bambini dai 4 anni ai 12 anni (indicativamente dai 15 ai 36 kg di peso). È anche accessoriato: oltre ai braccioli integrati, è completo di portabicchieri e tasca portaoggetti. In questo modo, il piccolo può avere sempre sotto mano la sua bibita preferita e i giochi che lo accompagnano durante le lunghe trasferte.

La struttura del seggiolino è particolarmente leggera, per rendere agevole lo spostamento da un’auto all’altra. Comfort, sicurezza e il benessere del bimbo sono aspetti prioritari in questo seggiolino. Una particolare cura è stata posta nella scelta dei materiali costruttivi: un’imbottitura memory foam e tessuti traspiranti offrono al tuo bimbo un ulteriore comfort che va di pari passo con la sua crescita. Il rivestimento è sfoderabile e può essere lavato comodamente in lavatrice.

  • Seggiolino auto gruppo 2 3
  • Protezione rinforzata della testa
  • Braccioli integrati

7. Bébé Confort Titan Seggiolino Auto – Il migliore per flessibilità di utilizzo

Il tuo piccolino cresce in fretta e un seggiolino tradizionale diventa presto inadeguato. Questo modello invece lo può accompagnare per molto, molto tempo. È un seggiolino auto gruppo 1 2 3, adatto quindi a partire dai 9 mesi fino ai 12 anni (seggiolino auto 9-36 kg). All’inizio il bimbo è assicurato tramite le cinture a 5 punti (Gruppo 1), successivamente il seggiolino diventa un Gruppo 2/3 che utilizza le cinture di sicurezza a 3 punti dell’auto per trattenere il piccolo passeggero. Il poggiatesta si regola facilmente con una mano in altezza (per un totale di undici posizioni), per garantire sempre comodità e protezione durante la crescita, mentre il seggiolino è reclinabile in 5 posizioni, dalla posizione di seduta a quella di relax, per il massimo comfort.

L’installazione di Titan è facile e sicura. Il seggiolino si connette ai punti di ancoraggio Isofix della tua auto. Ha anche una cinghia Top Tether come terzo punto di ancoraggio per offrire una sicurezza ancora maggiore. Le protezioni Side Protection System difendono la testa, le anche e il bacino dagli impatti laterali. Una volta installato, il seggiolino per auto resterà saldamente fissato nella sua posizione. Il cuscino riduttore e l’imbottitura seggiolino extra lo rendono veramente comodo, anche nei viaggi impegnativi. Il rivestimento del seggiolino è amovibile e lavabile in lavatrice a 30 gradi.

Questo modello Isofix è coperto da una garanzia a vita con sostituzione gratuita in caso di incidente. Per poterne beneficiare, è richiesta la registrazione sul sito di Bébé Confort entro 3 mesi dall’acquisto.

  • Seggiolino auto gruppo 1 2 3
  • Garanzia a vita
  • Isofix

Quali tipi di seggiolini ci sono sul mercato?

Il miglior seggiolino auto è disponibile in due versioni: per neonato e convertibili. Ecco cosa devi sapere per scegliere quello giusto per te e per il tuo piccolo viaggiatore.

Seggiolino auto per neonato

Da installare in direzione contraria alla direzione di viaggio, questi seggiolini auto in genere includono cuscini di posizionamento della testa e sono appositamente progettati per supportare il neonato. Sono adatti per accogliere il bambino dal suo primo viaggio a casa fino a quando non supera l’altezza specifica o il limite di peso previsto dal codice della strada. Una volta che il piccolo cresce, si passa al tipo per auto convertibile.

Seggiolino auto convertibile

Questo seggiolino auto offre una duplice modalità di utilizzo. I bambini vanno posizionati in senso contrario di marcia fino a superare i limiti di altezza o peso del sedile. Dopodiché si siedono nella direzione di marcia, assicurati da un’imbracatura, fino quando non diventano troppo grandi rispetto ai limiti del sedile.

A questo punto, è possibile staccare la spalliera e far sedere il piccolo sul solo rialzo. La cosa migliore di questi sedili per auto convertibili è che possono ospitare bambini per un periodo di tempo più lungo, ma in genere sono abbastanza pesanti e poco pratici da sposare da un’auto all’altra.

Statistiche sulla sicurezza durante la guida

I dispositivi per la protezione dei bambini in auto vanno utilizzati fin dai primi giorni di vita del bambino, indipendentemente dalla lunghezza e dalla durata dello spostamento. seggiolino-auto-9-36-kgTieni presente, infatti, che il maggior numero di incidenti si verifica in un contesto urbano, nei tratti di strada che vengono considerati a basso rischio. Una cosa importante, che non tutti sanno: evita di tenere in braccio il bambino, pensando così di proteggerlo (una pratica abbastanza diffusa tra i nonni….). Sappi che un abbraccio è totalmente inefficace e non è certo la cosa migliore in caso di un impatto: un bimbo di 10 kg in un urto a soli 50 km/h produce un forza di 200 kg.

Secondo le statistiche pubblicate dalla Regione Lombardia, gli incidenti d’auto sono tra le prime cause di morte tra i bambini. Si stima che più della metà dei bambini (6 bimbi su 10) non viaggia sul seggiolino auto o con dispositivi di ritenuta adeguati. L’uso del seggiolino auto riduce il rischio di lesioni gravi sino al 90 %. E i dati fanno riflettere anche sulle vittime degli incidenti su strada. Un dispositivo di protezione con omologazione riduce il rischio di morte sino al 70 %  sotto l’anno, e fino al 50 % nei bambini di età compresa tra 1 e 5 anni.

Dai sempre il buon esempio

Si dice che i bambini di solito non ascoltano. Lo sappiamo bene: quante raccomandazioni si rivelano vane, portate via dal vento… Ma anche se l’ascolto non è il loro punto forte, hanno un’altra dote molto sviluppata: la capacità di osservazione. I bambini guardano con attenzione tutto ciò che li circonda e sono portati ad imitare le persone che fanno loro da guida: primi fra tutti, i loro genitori.

La cosa migliore, quindi, è dare il buon esempio: allacciati le cinture in ogni circostanza, anche per fare pochi metri di strada. Vedrai che questo darà più risultati di tante parole.

Ma questo naturalmente non basta, se a trasportare il piccolo ci sono anche altre persone che ti danno una mano andando a prendere, ad esempio, il bambino a scuola o all’asilo. Con la cerchia di parenti e amici che si prestano a portare in auto il tuo piccolo, è necessario essere intransigenti e chiari: il seggiolino deve essere sempre utilizzato, anche se il bambino dice che “tanto anche la mamma (o il papà) mi lasciano andare senza” .

E anche quando sei tu a dare un passaggio agli amichetti di tuo figlio, chiedi sempre ai loro genitori di farti avere il seggiolino del piccolo ospite. In caso contrario, rifiutati di trasportarli. Il codice della strada non transige e, se ti forma la polizia, le multe sono salate (corri anche il rischio di ritiro della patente).

Cosa dice la normativa?

Secondo le attuali disposizioni di legge, le diverse categorie di dispositivi per il trasporto in auto sono suddivise in “gruppi”, che le classificano in base al peso e a quanto è alto il bambino. Risulta così più facile restringere il campo della propria ricerca, focalizzando l’attenzione su quei modelli che sono adatti al tuo piccolo. Vediamo insieme di che cosa si tratta.

Gruppo 0

Fanno parte di questo gruppo le navicelle, che sono progettate per accogliere il neonato dalla nascita fino a quando raggiunge un peso di circa 10 kg. Le navicelle devono essere posizionate sui sedili posteriori, in senso contrario a quello di marcia.

Gruppo 0+

Rientrano in questo gruppo i cosiddetti ovetti, che puoi utilizzare a partire dalla nascita del tuo bambino e fino a quando raggiunge un peso indicativo di 13 kg. Gli ovetti devono essere posti sui sedili posteriori sempre in senso contrario a quello di marcia. Nel caso in cui sull’auto sia presente l’airbag, è obbligatorio disattivarlo: in caso di urto, infatti, può essere molto pericoloso per il piccolo.

Gruppo 1

Fanno parte di questo gruppo i dispositivi di sicurezza destinati ai bambini che hanno un peso compreso tra i 9 e i 18 kg. I seggiolini che fanno parte del Gruppo 1 sono da posizionare sui sedili posteriori e devono essere rivolti solo ed esclusivamente nella stessa direzione di quella di marcia.

Gruppo 2

I seggiolini del Gruppo 2 sono progettati per i bambini che pesano dai 15 ai 25 kg. Secondo la vigente normativa possono essere posti sia sul sedile anteriore sia su quello posteriore e devono essere rivolti in direzione di marcia.

Gruppo 3

Questo gruppo accoglie tutti quei dispositivi di sicurezza destinati ai bambini che hanno un peso compreso tra i 22 e i 36 kg. Anche in questo caso, possono essere posizionati indifferentemente sul sedile anteriore o posteriore dell’auto, sempre rivolti in direzione del senso di marcia.

Quali sono le leggi attualmente in vigore?

Dal 2017 coesistono due norme  europee  di omologazione dei sistemi di ritenuta (seggiolini, ovetti, navicelle). Tali norme prevedono un sistema differente di classificazione. C’è infatti la norma ECE R44 (che in ordine di tempo è stata la prima ad essere stata introdotta) che suddivide i sistemi di ritenuta in base al peso del bambino, e c’è la norma ECE R129 (nota anche con il nome di i-Size) che si è affiancata alla precedente apportando molte novità, tra cui la classificazione dei dispositivi di ritenuta in base a quanto è alto il bambino.

Al momento dell’acquisto del seggiolino è necessario controllare sempre la presenza dell’etichetta di omologazione europea.

Che cos’è la normativa i-Size?

etichetta-seggiolino-auto

Con la normativa ECE 129 (i-Size) è stato introdotto l’obbligo della presenza dello schienale per  tutti i seggiolini auto destinati ai bambini fino a 125 cm. Tale disposizione si applica solo ed esclusivamente ai seggiolini di nuova produzione. Inoltre, sempre secondo questa normativa, il seggiolino auto deve essere rivolto in senso contrario rispetto a quello di marcia fino a quando il bambino compie 15 mesi.

La norma i-Size prevede anche l’omologazione per la protezione da impatti laterali e l’Isofix obbligatorio per i prodotti per i bambini al di sotto dei 105 cm.

Chi già possiede un seggiolino ECE R44 non ha l’obbligo di sostituzione secondo le nuove norme ECE R129 che riguardano, per ora, solo i costruttori per l’omologazione.

Quali sono le sanzioni?

L’utilizzo dei dispositivi di ritenuta fino ai 12 anni di età del bambino è un obbligo di legge: chi non lo rispetta è soggetto ad una sanzione che parte da 80 euro e può arrivare fino a 323 euro. Inoltre, se nell’arco di due anni si è soggetti a due sanzioni per la stessa infrazione, è prevista la sospensione della patente in un periodo di tempo compreso fra i 15 giorni e i due mesi.

Cose da non fare (nel modo più assoluto)

A volte basta un po’ di sano buon senso per viaggiare con buoni margini di sicurezza insieme ai più piccoli. Vediamo insieme qualche esempio. Abbiamo già accennato al fatto che il trasporto di un bambino in braccio ad un adulto non è sufficiente a proteggerlo: le braccia di chi vuole bene al piccolo sono totalmente inefficaci in caso di emergenza. Il suo corpicino, in particolar modo il suo capo, si trovano infatti totalmente privi di protezioni. E non è detto che, nel momento in cui si verifichi un incidente, l’adulto non molli istintivamente la presa, proiettando il bambino all’interno dell’abitacolo.

Per motivazioni analoghe, è da evitare anche l’utilizzo in auto della normale culla del neonato. Considera che, in questo caso, oltre a mancare adeguate protezioni di sicurezza, sono del tutto assenti punti di fissaggio che mantengano la struttura ancorata al sedile. E non pensare di legarla alle cinture di sicurezza con un laccio di fortuna…

Come viaggiare in sicurezza?

Il posto migliore per posizionare il seggiolino auto è il sedile posteriore centrale. Come seconda opzione, c’è quello di destra posteriore. Nel caso in cui scegli di fissare il seggiolino vicino ad una portiera (capita ad esempio se in macchina c’è un fratellino o una sorellina, che non vuoi certo far viaggiare “incollati” al piccolo) ricordati di inserire il blocco porte con la sicurezza contro l’apertura accidentale: non si sa mai, in un momento di noia potrebbe mettersi a trafficare con le maniglie.

E se scegli di fissare il seggiolino sul  sedile anteriore nel senso di marcia, ricordati di disattivare il dispositivo salva-vita gonfiabile per scongiurare il rischio di soffocamento del piccolo in caso di fuoriuscita del dispositivo.

Che cos’è il sistema Isofix?

Si tratta di un sistema particolarmente affidabile per il fissaggio del miglior seggiolino auto alla tua vettura. Con il sistema Isofix, infatti, la struttura del seggiolino non viene fissata semplicemente al sedile ma diventa una parte integrante della scocca dell’auto. Oltre a rendere il seggiolino praticamente inamovibile anche in caso di forte impatto, il sistema Isofix riduce al minimo i rischi di istallazione scorretta: un fattore, questo, che purtroppo non è poi così remoto.

Alla grande sicurezza, dovuta ai tre punti di ancoraggio, si affianca una grande praticità perché il seggiolino Isofix si fissa in modo semplice e veloce.

Tutte le auto sono progettate con sistema Isofix?

No, questo accorgimento progettuale è stato introdotto sulle autovetture in produzione a partire dal 2006. Se la tua auto è stat prodotta prima di tale data, quindi, non dispone del sistema isofix. Ma a meno che tu non voglia, a buon ragione, sostituire la tua auto per garantire al tuo piccolo tutti i dispositivi di sicurezza che sono attualmente disponibili, non devi preoccuparti.

Tieni presente infatti che non vi è alcun obbligo di sostituzione della vettura se sprovvista degli attacchi isofix,dal momento che è ancora in vigore la normativa ECE R44.

3 fattori da considerare prima di acquistare il miglior seggiolino per auto

Oggi sul mercato esistono diverse categorie di seggiolini auto, ma come abbiamo appena visto,miglior-seggiolino-auto per scegliere quello migliore per il tuo bambino devi considerare la sua età, il suo peso e il tipo di veicolo che stai guidando. Ci sono tuttavia degli aspetti importanti da tenere in evidenza al momento di decidere quale modello scegliere.

1. Assicurati che il seggiolino auto soddisfi la normativa

Abbiamo già parlato delle disposizioni di legge che sono attualmente in vigore. Controlla se il seggiolino auto che stai per acquistare è stato testato in crash test per soddisfare – ancora meglio per superare – i requisiti minimi normativi in fatto di sicurezza. Può essere anche importante esaminare come è progettato e quali sono i suoi materiali costruttivi.

2. Non comprare mai un seggiolino usato

Non importa quanto puoi risparmiare: è altamente sconsigliato comprare un seggiolino auto di seconda mano. Perché? Ma perché non conosci la sua storia. Non sai cosa è successo a quel seggiolino mentre apparteneva al suo precedente proprietario. Non solo gli incidenti, ma anche un’eccessiva e prolungata esposizione al sole possono compromettere la sicurezza di un seggiolino.

Non è detto che se il dispositivo di ritenuta ha subito un incidente in precedenza debba mostrare dei segni evidenti di danni. Tuttavia, potrebbe non offrire la migliore protezione al bambino. È anche una cattiva idea comprarlo usato perché potresti non sapere se c’è stato un richiamo su quel determinato prodotto. Si consiglia quindi di acquistarlo nuovo, per la sicurezza di tuo figlio.

Se, nonostante quanto abbiamo appena detto, hai l’intenzione di comprare un seggiolino auto usato, assicurati che provenga da qualcuno di cui ti fidi, così sai come è stato tenuto in passato. È anche importante cercare eventuali richiami e controllare la data di scadenza del modello: di solito è stampata fisicamente da qualche parte sul sedile o è riportata nel manuale d’uso.

3. Verifica che sia facile da posizionare

Un seggiolino che si rivela facile da fissare ti fa risparmiare molto tempo e non ti fa mai perdere la pazienza. Per avere la certezza che stai per acquistare un modello che mai e poi mai ti farà venire il mal di testa, dai un’occhiata alle recensioni degli utenti che trovi nel web: non c’è niente di meglio che conoscere l’opinione di chi utilizza quotidianamente quel determinato modello di seggiolino.

Prima di procedere, leggi con cura le indicazioni contenute nel manuale di istruzioni del seggiolino e seguile scrupolosamente. Inoltre, sulla parte posteriore dei seggiolini è sempre presente una sequenza di illustrazioni che mostrano le corrette modalità di montaggio e di utilizzo. Nel web puoi anche trovare dei tutorial specifici che ti guidano passo dopo passo nel montaggio e nel fissaggio del seggiolino. In caso di dubbi o di difficoltà puoi sempre contare sul supporto del produttore, che ti può supportare via mail e anche in chat.

Hai bisogno di un seggiolino auto convertibile?

Alcuni genitori usano un seggiolino per auto convertibile fin dall’inizio, mentre altri scelgono di utilizzare inizialmente l’ovetto per neonati e poi acquistano in un secondo tempo un seggiolino per auto convertibile. Questa scelta è dovuta al fatto che i seggiolini per auto convertibili sono generalmente più pesanti e più voluminosi e si preferisce muoversi con più agio quando il bambino è ancora molto piccolo.

Tra l’altro, questi tipi di seggiolini non possono essere facilmente tolti dalla propria auto per essere trasferiti su un’altra auto, come ad esempio quella dei nonni o degli zii. Ma alla fine i bambini crescono (anche molto velocemente), e ti trovi costretto ad abbandonare l’ovetto e a fare un altro investimento per acquistare un seggiolino adatto a lui.

Quando hai bisogno di un seggiolino auto convertibile?

Grazie alla particolare progettazione di questo tipo di struttura, è possibile utilizzare un seggiolino auto convertibile fin dalla nascita o dopo che il bambino è in grado di stare seduto, solitamente intorno al suo primo compleanno. Se si opta per un seggiolino auto convertibile dal primo giorno in cui esci dall’ospedale con il tuo fagottino e prevedi che il tuo piccolo viaggerà frequentemente in più di un veicolo, forse la soluzione migliore è quella di acquistare anche un secondo seggiolino auto, da regalare ai nonni o a chi porterà in giro il piccolo quanto tu non ci sei. Fidati di noi, il trasferimento di un seggiolino di questo tipo da un’auto all’altra può rivelarsi abbastanza macchinoso: non vale la pena farsi venire il mal di testa!

Quali aspetti vanno considerati quando si acquista un seggiolino per auto?

La buona notizia è che, come abbiamo accennato, tutte le categorie di seggiolini auto devono soddisfare gli stessi standard di sicurezza previsti dall’attuale normativa. Tuttavia è anche vero che alcuni dei migliori seggiolini auto sono dotati di extra o possono essere utilizzati più a lungo. Ecco alcuni fattori da considerare quando si sceglie un seggiolino per la propria macchina.

Indicatori di sicurezza

Se vuoi essere sicuro di installare il seggiolino in modo corretto, tieni presente che alcuni modelli auto sono dotati di sistemi di livellamento e indicatori integrati per segnalare che sono stati fissati in modo idoneo.

Facilità di installazione

Molti seggiolini auto possono essere installati utilizzando la normale cintura di sicurezza o il sistema Latch. Il sistema Latch è un modo più semplice per fissare il seggiolino auto utilizzando gli ancoraggi e i cordini integrati. Tale soluzione progettuale è disponibile in auto prodotte dopo il 2002.

Come si adatta alla tua auto

Come ben sai, i seggiolini auto hanno dimensioni e forma diverse. Alcuni sono più larghi, altri sono invece più stretti. Considera sempre le dimensioni dei sedili della tua auto e lo spazio disponibile, al fine di effettuare la miglior scelta del modello in base alle tue specifiche esigenze di abitabilità.

Tessuto

Come abbiamo già avuto occasione di sottolineare, nell’acquisto di un dispositivo di ritenzione il fattore estetico deve passare in secondo piano. Al primo posto c’è la sicurezza, mentre al secondo posto mettiamo la praticità. Ecco perché, oltre a cercare uno stile di tessuto che si presta a soddisfare i tuoi gusti personale, dei considerare la sua robustezza (un bambino è pur sempre un bambino…), soprattutto se compri un modello strutturato per adattarsi alle diverse fasi di crescita del tuo piccolo. Non da ultimo, considera la facilità con cui puoi togliere il rivestimento e lavarlo ogni volta che ce ne sarà bisogno.

Comfort e sicurezza

Ci sono dei seggiolini che sono realizzati per offrire al tuo piccolo dei livelli di comfort e di sicurezza ai massimi livelli. Alcuni modelli, ad esempio, sono progettati con imbottiture e materiali di qualità superiore: questo non solo incrementa la comodità (un fattore molto apprezzato, soprattutto nei lunghi viaggi), ma garantisce anche un maggiore assorbimento degli urti.

Che cos’è il seggiolino antiabbandono?

Si sta parlando ormai da tempo di far entrare il prima possibile in vigore le nuove normative che andranno a modificare l’articolo 172 del Codice della strada e rendere così obbligatori dispositivi anti- abbandono per il trasporto in auto di bimbi fino a 4 anni (ad esclusione di pullman e pulmini).

L’idea è quella di introdurre un obbligo sensore sul seggiolino: sensori acustici e dispositivi luminosi che segnalano la presenza del bambino a bordo anche quando si spegne il motore. L’obiettivo è far sì che non si verifichino più casi di abbandono di bambini dimenticati in auto, con risvolti drammatici.

6 domande frequenti sui seggiolini auto

Se ti stai avvicinando per la prima volta a questo mondo, avrai sicuramente molti dubbi da chiarire sulle varie categorie. Qui di seguito riportiamo alcune delle domande più frequenti che i genitori si pongono al momento dell’acquisto di un modello di seggiolino.

1. Cosa devo fare se mio figlio non entra più nell’ovetto prima dei 15 mesi?

Se il piccolo non ha ancora compiuto 15 mesi ma non riesce più ad entrare nell’ovetto, è necessario utilizzare un seggiolino idoneo di maggiori dimensioni. È di fondamentale importanza attenersi sempre scrupolosamente alle istruzioni del modello delle categorie di riferimento sia per il montaggio sia per il suo utilizzo.

Ti ricordiamo, a questo proposito, che i seggiolini del Gruppo 1 vanno posizionati sui sedili posteriori e devono essere rivolti solo ed esclusivamente nella direzione del senso di marcia. Per quanto riguarda invece i modelli che rientrano nel Gruppo 2 e nel Gruppo 3, puoi posizionarli indifferentemente sul sedile anteriore o posteriore, mantenendoli anche in questo caso rivolti nella direzione in cui guidi.

L’obbligatorietà del posizionamento del seggiolino in senso contrario di marcia fino all’età di 15 mesi riguarda esclusivamente la normativa ECE R129, secondo cui verranno prodotte diverse tipologie di seggiolini. La normativa ECE R129 è basata sull’altezza dei bambini e, pertanto, i sistemi di ritenuta saranno di dimensioni maggiori rispetto ai precedenti gruppi appartenenti alla normativa ECE R44.

2. Posso posizionare l’ovetto sul sedile davanti, accanto a me?

Sì, la legge lo consente, ma devi obbligatoriamente disattivare l’airbag.  Tuttavia è consigliato mettere in posizione gli ovetti (che ricordiamo sono i dispositivi che rientrano nel Gruppo 0+) sui sedili posteriori perché è più sicuro.

Non dimenticare, inoltre, che questo modello deve essere sempre posizionato in senso contrario rispetto alla direzione di marcia.

3. Se mio figlio pesa 40 kg ed è alto 140 cm devo ancora fargli utilizzare un seggiolino per auto?

Sì, è necessario utilizzare ancora un seggiolino o un’alzatina. L’uso del sistema di ritenuta è obbligatorio per i bambini più piccoli, fino ai 150 cm di altezza perché lo mantengono sollevato rispetto al sedile, portandolo in una posizione adatta per l’utilizzo delle normali cinture di sicurezza dell’auto.

4. Se posiziono il seggiolino sul sedile anteriore dell’auto devo sempre disattivare l’airbag?

Anche se non è obbligatorio, è assolutamente raccomandato. Non dimenticare che in caso di impatto, l’attivazione automatica del dispositivo salva-vita può avere gravi effetti sul piccolo, che corre il rischio di soffocare.

Se per una qualsiasi ragione non lo vuoi disattivare, hai un’altra possibilità: quella di posizionare il sedile il più indietro possibile. Infatti la funzione protettiva del dispositivo salva-vita gonfiabile è pensata per gli adulti e il piccolo va, quindi, allontanato. In ogni caso è importante leggere attentamente sia il manuale d’uso del proprio veicolo sia quello del sistema di ritenuta, per avere la certezza di fare tutto nel miglior modo possibile.

4.  Posso mettere un seggiolino del gruppo 1 sul sedile anteriore?

La normativa permette di posizionare un modello del gruppo 1 (9-18 kg), se rivolto nel senso di marcia, sul sedile anteriore. Anche se in questo caso non sei obbligato a disattivare l’airbag, si consiglia però di adottare un’importante precauzione, quella cioè di allontanare il più possibile il sedile anteriore dal punto in cui è posizionato il dispositivo salva-vita gonfiabile. In questo modo, se fuoriesce dalla sua sede per via di un impatto, non si corre il rischio che vada a comprimere il viso del piccolo, facendolo soffocare.

5. A che età posso togliere il seggiolino auto a mio figlio?

Per poter viaggiare seduto sul sedile dell’auto, tuo figlio deve essere alto almeno 150 cm, una condizione che si verifica a circa 12 anni di età. A quel punto i ragazzi viaggiano come gli adulti, indifferentemente sul sedile posteriore o anteriore, ma sempre con le cinture di sicurezza allacciate.

 6. Taxi, pullman, treni e mezzi pubblici in generale sono dotati di seggiolini per bambini?

Non esiste una normativa specifica a questo proposito. Pertanto, i taxi non hanno l’obbligo di avere in dotazione dei seggiolini per bambini. Lo stesso vale per le aziende di trasporto pubblico. Se hai in programma un viaggio con tuo figlio e prevedi di noleggiare un’auto, puoi portare con te un modello di seggiolino gonfiabile, da utilizzare non solo sul veicolo a nolo, ma ovunque lo riterrai opportuno.

Conclusioni

Il miglior seggiolino auto ti consente di spostarti con il tuo piccolo nella massima sicurezza. La scelta va effettuata lasciando da parte, almeno per un momento, le propri preferenze estetiche, e concentrandosi sulle caratteristiche che ne fanno una struttura affidabile sotto tutti i punti di vista. E prima di effettuare l’acquisto, verifica che il modello prescelto sia realizzato in conformità con la normativa attualmente in vigore, che come accennato classifica i vari tipi in uno specifico gruppo in base a quanto pesa il bimbo e a quanto è alto. Confronta una tabella peso altezza per essere sicuro.

Considera anche come si fissa alla tua auto, soprattutto se hai la necessità di utilizzare il seggiolino su auto diverse (la tua e quella dei nonni che vanno a prendere il piccolo all’asilo o a scuola). Un modello isofix nasce con l’intento di rendere l’aggancio assolutamente sicuro. Tuttavia l’isofix non è obbligatorio.

Anche il comfort gioca un ruolo importante, ancor più che nel passeggino. I migliori seggiolini auto hanno un poggiatesta reclinabile, un portabicchieri girevole che fa a gioia dei bimbi e hanno un’isolamento termico per mantenerli freschi in estate e ben al caldo in inverno.

 

 

Lascia un commento