I 5 Migliori Caricabatterie Per Auto: Fai Ripartire La Tua Auto Con La Spinta Giusta

Capita all’improvviso: la macchina non parte, proprio quando magari sei in ritardo per un appuntamento di lavoro, per accompagnare ai bambini a scuola, o per un impegno urgente.

La macchina si pianta, quando non dovrebbe, lontano da casa.

A volte trovi qualcuno disposto a farti attaccare i morsetti alla batteria della sua auto per ricaricare la tua e ripartire, ma non sempre succede. In questa guida trovi i consigli per acquistare il miglior caricabatterie per auto. Un caricabatterie per auto è una scelta di buon senso, soprattutto se viaggi molto per lavoro.

Sommario

I migliori caricabatterie per auto

Qual è il miglior caricabatterie per auto?

In questo paragrafo trovi i 4 migliori modelli di caricabatterie per auto da acquistare attraverso i canali della Vendita online.

Sul mercato, e nei punti vendita specializzati come i negozi di autoricambi e i reparti dedicati ad accessori auto e moto e al fai da te della Grande Distribuzione Organizzata c’è molta scelta di modelli ed è difficile orientarsi tra le caratteristiche, fare un paragone, decidere in base alle funzioni e ai prezzi, e per questi prodotti non sempre si può fare affidamento alla marca, soprattutto se non hai molta dimestichezza batterie e motori.

L’Sul mercato più diffusa consiglia, come in molti casi, di non basarsi sul basso prezzo, ma di scegliere un modello di caricabatterie per auto che sia giusto per la tua batteria, e soprattutto di buona qualità, invece che del modello più economico.

 

BLACK+DECKER BDV090 Carica Batteria

Il migliore per: rapporto prezzo -prestazioni

Offerta
BLACK+DECKER BDV090 Carica...
1.697 Voto

Questo caricabatterie portatile della Black and Decker è un mantenitore di carica, quindi da non utilizzare come booster, ed è indicato per le batterie al piombo acido da 6V e 12V e tutte le batterie di ad elettroliti.

È consigliato per ampere ora fino 455 Ah e la confezione comprende il caricabatteria e il mantenitore, i morsetti e gli anelli di capocorda, oltre ad un pratico connettore per l‘accendisigari dell’auto.

Il microprocessore interno, una volta collegato, seleziona automaticamente il voltaggio richiesto e valuta lo stato interno della batteria.

 

Caricabatteria Noco G3500 Genius

Il migliore per: versatilità

Questo caricabatterie portatile è un mantenitore di carica indicato per batterie da 6 e 12V del tipo Wet, Gel, MF e AGM, ottimo anche per le batterie Start and Stop.

La tecnologia Smart lo rende davvero molto versatile: è adatto infatti per le batterie di auto, moto e scooter, barche, caravan e in generale per tutti i tipi di veicoli.

Tra le molte funzioni presenti ci sono quelle dedicate alla sicurezza: protegge dalle scintille dal collegamento inverso, impedisce il circuito aperto, il cortocircuito, la sovracorrente e il surriscaldamento, e la modalità recovery di riparare le aree danneggiate della batteria per garantirne una prestazione migliore.

La modalità Cold/AGM lo rende inoltre ideale per ricaricare le batterie con temperature sotto lo 0 e di caricare anche le batterie AGM. La garanzia è di 5 anni e la confezione comprende morsetti, connettori, viti. Il cavo è lungo 2 metri.

 

CTEK MXS5.0 56-305 Caricabatteria 12V-5A

Il migliore per: compensazione automatica della temperatura in fase finale di ricarica

Offerta
CTEK MXS5.0 Caricabatteria...
713 Voto

Questo caricabatterie è indicato per batterie da 12V al piombo acido, quindi WET, MF, AGM, GEL, Ca/Ca, e anche le batterie START & STOP.

Tra le particolarità presenta otto programmi Carica batteria automatico con 8 programmi diversi di carica e la compensazione di temperatura: basta appoggiare il sensore alla batteria e lasciarlo in carica per evitare automaticamente il surriscaldamento.

I programmi selezionano automaticamente la corrente da 0.8 A o 5 A in base al tipo di batteria e questo modello permette di mantenere la batteria in carica fino a 160 Ah.

L’IP (indice di impermeabilità) di 65 lo protegge da polvere e schizzi e presenta varie funzioni di sicurezza, tra cui l’anti scintilla e il blocco del cortocircuito e dell’inversione di polarità. I suoi programmi lo rendono ottimo per caricare le batterie di tutti i veicoli, compresi moto, camper, barche, furgoni.

 

Bosch C3 Caricabatteria da 6V e 12V

Il migliore per: funzionalità completamente automatica

Questo modello della Bosch è ideale per auto e moto e presenta 4 modalità di ricarica. Una a 6V e tre a 12V: per moto, per auto, e per la ricarica con clima freddo.

La funzione di carica di mantenimento, automatica permette di mantenere 1,5 A dopo la carica completa. Dotato di morsetti in acciaio completamente isolati e di cavo lungo quasi 2 metri, questo modello è pratico anche da fissare a parete ed è molto pratico da usare, perché basta collegarlo con i morsetti e ricarica la batteria in modo completamente automatico.

 

Caricabatterie auto: che cosa sono

I caricabatterie per auto sono tecnicamente dei dispositivi, chemiglior-caricabatterie-per-auto possono funzionare anche a scoppio, per far ripartire l’auto senza dover ricaricare la batteria. Basta tenerli sempre nel bagagliaio per sentirsi al sicuro ed evitare brutte sorprese.

I caricabatterie da auto portatili non hanno bisogno di essere collegati alla corrente o alla batteria durante l’utilizzo, e sono una fonte di energia supplementare molto utile anche per altri dispositivi elettronici come smartphone, tablet, notebook.

Alcuni caricabatterie per auto hanno anche delle funzioni accessorie preziose come il Tester per batterie auto e il compressore per gonfiare gli pneumatici.

 

Come si sceglie il caricabatterie giusto: le caratteristiche

Non è facile orientarsi sul mercato ci sono tantissimi modelli disponibili tramite Vendita online e con varie caratteristiche.

Esistono molte tipologie di caricabatterie per auto.

Alcuni, ad esempio, sono indicati per ricaricare i motoveicoli, mentre altri sono progettati specificamente per le batterie delle automobili.

Quelli destinati ai veicoli a due ruote, ad esempio, hanno un numero di celle inferiore a quelli per le auto e quindi minore energia.

L’utilizzo di un caricabatterie per l’auto per ricaricare la batteria di uno scooter potrebbe portare a un sovraccarico della batteria stessa, quindi è importante scegliere e acquistare il prodotto più indicato per le tue esigenze.

 

I caricabatterie booster

Questo tipo di caricabatterie si chiamano anche – Jump Starter Avviatore di Emergenza per Auto-, e ti permettono di rimettere l’auto in moto immediatamente collegando la batteria ai morsetti.

Tra le caratteristiche principali da considerare per questo tipo di prodotto c’è la sua utilità in caso di emergenza, perché non sono dispositivi progettati per mantenere la carica della batteria, e neanche per un utilizzo frequente.

Questi caricabatterie sono maneggevoli e compatti, e di basso prezzo rispetto ad altri tipi di caricabatterie.

I mantenitori di carica

Questo tipo di caricabatterie serve per mantenere la carica della batteria, quindi non si possono utilizzare in casi emergenza se la macchina si ferma, ma sono progettati per tenere la batteria in carica, ad esempio tutta la notte in garage prima di partire per un lungo viaggio.

 

La potenza per caricare la batteria con i morsetti

La batteria della tua auto ha bisogno di energia sufficiente per avviarsi finché il motore non si rimette in moto.

Se la batteria non ha energia sufficiente per l’avviamento, allora l’auto non può ripartire.

Ecco il momento in cui il caricabatterie per auto è indispensabile: l’accensione di un motore richiede ampere elevati in poco tempo.

In breve, il l’amperaggio di avviamento è la variabile che ti permette di capire quanta energia ci vuole per avviare il motore.

Una potenza di 300 CA (amperaggio d’avviamento) è più che sufficiente per far ripartire la maggior parte delle auto.

Per auto o camion con batterie di dimensioni maggiori, hai bisogno di un amperaggio di avviamento di circa 500.

Anche le condizioni meteorologiche sono molti importanti: quando fa freddo, o quando lasci l’auto parcheggiata all’aperto, in inverno, ad esempio pe tutta la notte, per il motore è più difficile ripartire, e c’è bisogno di energia supplementare.

La corrente di avviamento a freddo (CCA) indica di quanta energia hai bisogno per avviare il motore in caso di freddo, a 0 gradi.

Maggiore è l’amperaggio di avviamento a freddo, meglio è, nella maggior parte dei casi.

Purtroppo, non si può prevedere in anticipo il numero di ricariche con i morsetti possibili con caricabatterie per auto prima che finisca la corrente.

Ogni volta è diversa dall’altra, perché bisogna tenere conto di molte variabili, ad esempio il tempo di ricarica che non è mai lo stesso, e anche perché le case produttrici spesso per prudenza indicano dati più bassi.

 

Funzioni di sicurezza

Quando si acquistano dispositivi per l’auto, la prudenza non è mai troppa. I caricabatterie per auto con garanzia di lunga durata sono quelli che più ti sono utili quando ne hai davvero bisogno.

Come per la ruota di scorta, vorresti non averne mai bisogno, ma è indispensabile in caso di emergenza.

Il miglior caricabatterie per auto ha una garanzia di 5 anni, mentre alcuni hanno una garanzia di soli 90 giorni.

I morsetti anti scintilla sono comodi da tenere, perché riducono le scintille che scoppiano in tutte le direzioni quando connetti i cavi alla batteria dell’auto.

Anche se magari non si tratta di una caratteristica indispensabile, questo tipo di morsetti possono farti stare più tranquillo. Alcuni caricabatterie per auto hanno la funzione di avviso in caso di polarità inversa.

Se ad esempio attacchi il morsetto rosso sul polo sbagliato della batteria, questo tipo di caricabatterie ti avvisa con un segnale sonoro o una spia luminosa. Questa caratteristica è utile se il caricabatterie ha morsetti anti scintilla. In caso contrario, potresti non accorgerti che hai attaccato i morsetti al contrario.

In che modo rimettere in moto una macchina con i cavetti condiziona la batteria

Far partire la macchina con i cavetti e il caricabatterie funziona più o meno nello stesso modo di quando attacchi i morsetti alla batteria di un’altra macchina per far partire la tua.

Molti caricabatterie per auto hanno lo stesso tipo di batteria, e si tratta semplicemente di portare corrente da una batteria all’altra.

Tecnicamente, far partire la macchina con i cavetti non danneggia la batteria, a patto che l’operazione sia svolta correttamente.

Se ad esempio i cavi sono deteriorati, o danneggiati, o attaccati ai poli sbagliati, allora la batteria potrebbe avere dei problemi. È importante seguire correttamente il processo, soprattutto nel caso delle auto con quadro di controllo elettronico, per non causare ulteriori danni.

Caricabatterie da auto: che cosa considerare prima dell’acquisto

Alcuni caricabatterie per auto sono più potenti di altri. In generale, è difficile trovare un unico modello di caricabatterie universale che vada bene per tutti i tipi di batteria.

Alcuni sono leggeri e pratici da tenere in auto, ma non hanno accessori utili come il compressore.

Prima di acquistarne uno tramite la Vendita online, quindi, chiediti quali sono le tue reali esigenze.

Inoltre, un amperaggio elevato non corrisponde necessariamente ad un’elevata capacità di avviamento a freddo.

Alcuni caricabatterie declamano un amperaggio molto alto, come 1.000 o superiori, ma le valutazioni per l’avviamento a freddo sono spesso inferiori.

L’amperaggio è un indicatore abbastanza affidabile delle performance del caricabatterie, ma per una valutazione ancora più affidabile devi considerare la valutazione di avviamento a freddo (CCA).

La lunghezza dei cavi, poi, varia moltissimo da un modello all’altro, passando da 15 cm a 2 m e oltre.

È meglio scegliere un caricabatterie con cavi più lunghi, perché ti permettono una maggiore libertà di movimento.

 

Scegliere il caricabatteria in base al tipo di batteria

Prima di comprare un caricabatterie per auto devi conoscere il tipo di batteria della auto: le batterie tradizionali sono principalmente AFB (Advanced Flooded Battery), con tecnologia AGM (absorbed glass mat), quelle in gel, quelle piombo-acido e quelle al nichel zinco.

Escluse le batterie in gel, che spesso hanno bisogno di un caricabatterie dedicato, i caricabatterie portatili per auto funzionano con tutti i tipi di batteria.

 

Stabilire le dimensioni della batteria

Per dimensioni non si intende la grandezza fisica della batteria che si trova nel cofano, ma di quanti ampere-ora è dotata.

Ad esempio, una batteria tipica ha circa 50 ampere-ora, quindi ti conviene acquistare un caricabatterie che impiega circa 6 ore per ricaricarla completamente.

Per calcolare il tempo totale di ricarica, una buona regola da seguire è quella di dividere gli ampere-ora della batteria per gli ampere del caricabatterie, e poi aggiungere circa il 10%.

Se hai necessità di ricaricare rapidamente la batteria, ti conviene acquistare un caricabatterie con maggiori ampere. Se invece non vai di fretta, allora puoi tranquillamente acquistare un caricabatterie meno potente. La cosa più importante da considerare è di assicurarti di avere abbastanza corrente per caricare la batteria nel tempo che hai a disposizione.

 

Comprare il caricabatterie giusto per il risultato desiderato

Non tutti sono uguali: ce ne sono di specifici per auto, moto, gommone. Oltre a questi, ve ne sono alcuni con altri tipi di caratteristiche che potrebbe esserti utili.

Ad esempio:

  • Caricabatterie con diversi tipi di voltaggio (es. 6 o 12V) in base ai diversi Paesi;
  • Caricabatterie impermeabili da usare in caso di condizioni atmosferiche avverse;
  • Caricabatterie versatili, utili ad esempio per ricaricare altri dispositivi;
  • Caricabatterie in grado di caricare più batterie contemporaneamente.

 

Che cos’è un avviatore di emergenza per auto?

Un avviatore di emergenza è un dispositivo che consente di avviare un veicolo con una batteria scarica. Per far questo, viene effettuata una connessione temporanea alla batteria di un altro veicolo o ad un’altra fonte di alimentazione esterna.

L’alimentazione esterna di energia elettrica ricarica la batteria del veicolo in panne e fornisce una parte della potenza necessaria per avviare il motore. Una volta che il veicolo è stato avviato, il suo normale sistema di ricarica ripristina la batteria e quindi la sorgente ausiliaria può essere rimossa.

 

Dove posizionare l’avviatore di emergenza per auto?

Essendo molto compatto, il dispositivo può essere posto nel bagagliaio dell’auto, per essere sempre a portata di mano nel caso in cui la batteria si scarichi all’improvviso (ad esempio, quando i fari o l’interruttore di accensione vengono lasciati accesi mentre il motore non è in funzione). Le procedure sicure per collegare e scollegare i cavi sono fornite nel manuale del veicolo.

 

Quali tipi di avviatori per auto ci sono sul mercato?

In commercio puoi trovare diversi tipi di avviatori per auto, che puoi scegliere in base alle tue esigenze: dai cavi di avviamento ai dispositivi di avviamento portatili di salto, fino ai mantenitori di carica.

Ma qual è il tipo giusto per te? Scopriamolo insieme! Ecco qui di seguito una descrizione dettagliata di che cosa puoi ottenere dai diversi sistemi sul mercato.

 

Cosa sono i cavi jumper?

Se scegli questo metodo, al momento dell’acquisto ricevi due cavi con morsetti su entrambe le estremità. I cavi jumper ti offrono un modo rapido per avviare un’automobile a benzina o diesel con una batteria scarica, purché tu disponga anche di una batteria carica. Assicurarsi che il conduttore di rame abbia un diametro di almeno 5 mm. Verificare con il manuale utente del proprio veicolo eventuali istruzioni specifiche su come avviare la vettura in modo sicuro con un cavo di questo tipo.

 

Utilizzare un dispositivo di avviamento portatile di salto?

Un avviatore di emergenza per auto portatile trasporta energia elettrica alla batteria scarica del veicolo mentre si sta tentando di avviarlo, fornendo la spinta necessaria per far ripartire l’auto. Gli avviatori di questo tipo, immagazzinano energia come una batteria, e devono essere caricati prima di poter essere utilizzati.

Il vantaggio è che puoi fare tutto in autonomia: non hai bisogno di un secondo veicolo che ti dia l’energia.

 

Come funziona il mantenitore di carica?

Un caricabatterie di mantenimento si collega in genere a una presa a muro e fornisce energia a una batteria per un lungo periodo di tempo. Questo sistema è diverso dall’improvvisa scossa di potenza che offre un dispositivo di avviamento portatile. Con un caricabatterie di mantenimento, stai cercando di mantenere la batteria ad un livello di carica sufficientemente alto da essere in grado di avviare la macchina quando necessario. Ad esempio, è possibile effettuare il collegamento quando il tempo atmosferico si fa rigido e di notte la temperatura scende notevolmente.

 

Precauzioni con l’avviatore di emergenza auto?

Prima di utilizzare qualsiasi tipo di dispositivo di avviamento, assicurati di sapere esattamente come usarlo in sicurezza. Se si commette un errore grave durante la configurazione del dispositivo di avvio o lo si impiega in modo non corretto, è possibile che si verifichi una situazione pericolosa.

Oppure potresti causare un danno serio al tuo veicolo. Dopotutto, non dimentichiamo che abbiamo a che fare con l’elettricità.

 

Perché dovresti comprare un dispositivo di avviamento portatile?

Per la stessa identica ragione per cui hai le chiavi di scorta, porti sempre con te il tuo cellulare e hai sempre dei dispositivi di sicurezza nelle immediate vicinanze. È difficile prevedere quando le cose possono andare storte, quindi vale la pena essere previdenti.

Anche se sappiamo bene che la nostra auto potrebbe smettere di funzionare in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento, tuttavia la maggior parte di noi non mette certo la batteria della macchina in cima alla lista delle possibili cause che può provocare il peggio.

 

Ti affidi solo ai cavi jumper?

Fai parte di quella schiera di persone che è convinto che basta avere a disposizione un paio di cavi jumper per risolvere tutto?

Bhè, innanzitutto bisogna sapere che l’avvio di emergenza dell’auto con questo sistema può richiedere ore. E poi, non c’è la certezza che ci sia qualcuno nei paraggi che ti possa aiutare. E se anche lo trovi, non è detto che sia disposto a metterti a disposizione la sua auto, perché se l’operazione viene fatta in modo improprio può comportare notevoli rischi.

 

È più sicuro l’avviatore di emergenza per auto?

Alla luce di questo, è indubbiamente più sicuro avere a disposizione un dispositivo di avviamento a batteria portatile. Con questo dispositivo puoi riavviare la tua auto in tempo reale, senza pericolo di danni e senza dover dipendere da nessuno.

Tutto ciò che serve per rimettere in moto la macchina si trova all’interno di questo apparecchio tascabile. E così, in pochi secondi, puoi passare dall’esclamazione di sconforto “Oh, no!” a quella di sollievo “Ah, sì!”.

 

Perché la batteria dell’auto si scarica?

Le batterie per auto si scaricano per una serie di motivi, ma uno dei più comuni è molto semplice: dimenticarsi di spegnere i fari quando si parcheggia la macchina.

Un’altra causa comune è lasciare il veicolo fermo per un lungo periodo di tempo. In questo caso la batteria esaurisce lentamente la sua energia. Fortunatamente, questo non significa che devi comprare una batteria nuova di zecca in quanto può essere piuttosto costosa.

 

Perché un avviatore di emergenza è la scelta più vantaggiosa?

La maggior parte degli avviatori di emergenza forniscono quella “spinta” energetica di cui le batterie hanno bisogno per riattivarsi. Quindi non bisogna far altro che mantenere il motore acceso per almeno mezz’ora in modo che le batterie possano ricaricarsi. Potresti pensare che questi caricabatterie siano costosi, ma puoi aspettarti di pagare anche meno di cinquanta euro per acquistarne uno di buona qualità.

 

Prestazioni dell’avviatore di emergenza auto?

Quando si confrontano due avviatori di emergenza, le potenze di picco sono praticamente inutili. È invece importante l’amperaggio di avviamento (CA) o l’amperaggio di avviamento a freddo (CCA).

I valori nominali più alti sono in genere i migliori. Questa sarebbe la potenza effettiva per avviare la batteria. Il CCA rappresenta il numero di ampere che una batteria può erogare a 0 gradi Fahrenheit senza scendere al di sotto di 7,2 V. Il tuo dispositivo di avviamento non deve necessariamente corrispondere al CCA nella batteria, anche un valore inferiore dovrebbe essere sufficiente per portare a termine il lavoro.

 

Potenza di picco dell’avviatore di emergenza auto?

Naturalmente, una delle caratteristiche fondamentali che influenzano l’usabilità di un dispositivo di avviamento a salto per auto è la sua potenza. La potenza di avviamento è uguale al numero di amps che possono essere inviati dall’unità. In genere, la maggior parte degli avviatori di emergenza ha circa 400 amp di potenza di avviamento.

Il picco di potenza si riferisce alla massima quantità di energia fornita dall’avviamento di salto. A questo proposito, il valore è di circa 1000 ampere.

Come puoi immaginare, non esiste un valore di potenza ottimale in assoluto. La scelta del prodotto deve dipendere dal veicolo, dalle specifiche e dal tipo di batteria dell’auto. Molti modelli arrivano a 15000mAh.

 

Funzione di protezione di inversione della polarità?

Quando utilizzi un avviatore di emergenza per auto, fornisci energia a una macchina con una batteria scarica, in modo tale che possa nuovamente accendere il motore dell’auto.

Prendi il tuo dispositivo di avviamento e collega il morsetto rosso al terminale positivo della batteria. Quindi collega il morsetto nero a qualsiasi parte metallica non verniciata della tua auto, ad esempio il telaio o un bullone. Se commetti un errore, provocherai gravi danni alla batteria e all’impianto elettrico della tua auto.

Ecco perché è molto importante scegliere un dispositivo che abbia la funzione di protezione di inversione della polarità: emetterà un allarme se lo si collega in modo errato.

 

Prezzo dell’avviatore di emergenza per auto?

Naturalmente il prezzo è un fattore importante al momento della scelta. Ma anche se si è tentati di acquistare il modello meno costoso, il prezzo dovrebbe essere preso in considerazione dopo aver analizzato con attenzione le prestazioni dell’apparecchio.

 

Quale taglia dell’avviatore di emergenza auto?

A questo punto ti starai forse chiedendo di quale taglia deve essere il dispositivo d’avviamento che ti serve. E probabilmente non stai solo pensando le dimensioni del prodotto, ma anche alla sua capacità.

Se hai una macchina media, cerca un dispositivo di avviamento che possa fornire circa 500 ampere. Ma se hai una macchina più pesante con una grande batteria, allora probabilmente hai bisogno di un apparecchio più potente.

 

Dimensioni dell’avviatore di emergenza per auto?

Con così tante apparecchiature tecnologiche che ti accompagnano durante i tuoi spostamenti, non puoi certo rischiare di rimanere senza energia! È bene sapere, a questo proposito, che ci sono degli avviatori di emergenza per auto che possono anche svolgere la funzione di alimentatore per smartphone, laptop o tablet.

E nonostante questa versatilità, la maggior parte di questi dispositivi di avviamento è molto piccola, alcuni potrebbero persino stare in tasca.

 

Durata dell’avviatore di emergenza per auto?

Il miglior dispositivo di avviamento portatile deve essere anche durevole. In effetti, ti aspetti di ottenere un prodotto che superi la prova del tempo. Altrimenti, non è un acquisto azzeccato.

Il materiale costruttivo è uno dei principali indicatori di durata. Ad esempio, se il dispositivo è fatto di plastica fragile, potrebbe essere meno duraturo di quello che vuoi che sia. D’altra parte, i dispositivi d’avviamento portatili realizzati in metallo possono pesare molto. Questo potrebbe essere un inconveniente.

Il consiglio è quello di cercare di trovare un giusto equilibrio di durabilità e design intelligente, per ottenere il massimo da queste due funzionalità.

 

Accessori dell’avviatore di emergenza per auto?

La tecnologia moderna ha decisamente modificato il mercato degli avviatori portatili. Di conseguenza, molti modelli hanno una gamma di funzioni ausiliarie che i conducenti possono trovare di grande utilità.

Fra questi accessori complementari si possono trovare delle uscite usb, la torcia e il compressore per pneumatici. Questi plus possono rivelarsi preziosi se ti trovi in una situazione di emergenza mentre sei in viaggio.

 

Porte USB dell’avviatore di emergenza per auto?

Ad esempio, alcuni prodotti sono dotati di porte USB. Con tutta probabilità hai già uno smartphone, un tablet o un laptop, o magari tutti e tre. Quindi, una connessione USB può essere utile soprattutto in situazioni di batteria scarica.

Puoi collegare il tuo dispositivo all’avviatore come un caricabatterie temporaneo quando sei in viaggio. Naturalmente, questa non è una soluzione a lungo termine. Ma funziona nei momenti di massima emergenza: sai bene di cosa stiamo parlando!

 

Compressore dell’avviatore di emergenza per auto?

Alcune apparecchiature particolarmente versatili incorporano un compressore d’aria. Senza dubbio, questa è un’aggiunta altrettanto pratica per situazioni urgenti. È vero che non si tratta dello stesso compressore che puoi trovare in una classica stazione di servizio.

Tuttavia, se la situazione lo richiede, un avviatore di emergenza per auto con compressore offre una potenza sufficiente per gonfiare le gomme.

 

Torcia dell’avviatore di emergenza per auto?

Un’altra caratteristica aggiuntiva è una torcia. Il fatto è che nessuno pensa di ricaricare la batteria della propria auto al buio. E, se ci pensi, avere una torcia a portata di mano potrebbe essere una bella soluzione, soprattutto in situazioni di scarsa illuminazione.

 

L’avviatore di emergenza per auto è sicuro?

Naturalmente, quando si tratta del miglior dispositivo di avviamento per auto, la sicurezza è essenziale. L’alto amperaggio potrebbe causare gravi conseguenze.

Ecco perché ti consigliamo di cercare un modello che includa i giusti meccanismi di sicurezza, come protezione da sovraccarico, protezione da sovratensione, protezione da sovraccarico, protezione da sovracorrente e protezione da cortocircuito

 

Come faccio a sapere che la batteria si sta scaricando?

Se fosse possibile, sarebbe bello avere sempre dei segnali di avvertimento prima che la batteria della nostra auto si spenga. In questo modo, potremo correre al negozio per comprarne una nuova. Sfortunatamente, però, non è sempre così. A volte vi sono dei segnali, ma la maggior parte di noi non sa cosa cercare, oppure non se ne accorge neanche. Ecco alcuni “sintomi” da considerare per non rimanere in panne.

 

Segnale n.1: fari deboli

Una delle indicazioni più facili da notare che segnala che una batteria si sta avvicinando alla fine della sua vita sono i fari più deboli. Se accendi i fari di notte e sembra che siano più deboli del normale, c’è una buona probabilità che la batteria si trovi alla sua ultima tappa. Questo vale anche per le luci interne.

L’apertura e la chiusura più lenta dei finestrini sono un’altra indicazione di una batteria in via di esaurimento. Tuttavia, se solo un finestrino si apre e si chiude lentamente, ma tutti gli altri funzionano bene, allora significa che c’è un problema con quel finestrino.

 

Segnale n.2: il motore fa fatica

Un altro sintomo che ti fa capire che la batteria si sta esaurendo è quando un motore fatica ad avviarsi. Se noti che la tua auto impiega più tempo ad avviarsi, o il motore suona più lentamente quando si avvia, la batteria potrebbe essere sul punto di morire.

 

Segnale n.3: gli accessori non funzionano bene

Altri segni meno ovvi includono l’impianto di aria condizionata che emette strani rumori. E, ancora, un minor flusso d’aria che esce dalle bocchette. E se sei solito ascoltare la radio durante i tuoi spostamenti, fai caso al volume: se non riesci ad alzarlo più di tanto, dai un’occhiata alla batteria!

 

Manutenzione dell’avviatore di emergenza per auto?

Quando non è in uso, conservare il dispositivo di avviamento in un luogo fresco e asciutto. Lasciando il caricabatterie nella tua auto, specialmente in condizioni di freddo estremo, puoi scaricare il dispositivo di avviamento e influire negativamente sui coperchi dei cavi di plastica.

Quindi, sarebbe bene evitare di lasciarlo nella tua auto. Assicurati sempre che il tuo dispositivo di avviamento di emergenza sia sempre carico, altrimenti non ti servirà a nulla quando ne avrai più bisogno.