Visto che linea? Con i 5 Migliori Integratori al Caffè Verde!

Il miglior caffè verde entra nel novero degli integratori alimentari. È infatti ricco di minerali, vitamine, sostanze antiossidanti.

Questi elementi sono in grado di garantire una migliore protezione dell’organismo contro gli stress, le tensioni e i danni prodotti da un ambiente sempre più aggressivo.

L’opinione della scienza, del resto, rivela che determinati alimenti possono contribuire a mantenerci in buona salute e possono inoltre essere utilizzati per trattare malattie acute.

migliori-Integratori-al-Caffè-Verde

Che cos’è il caffè verde?

Noto anche come green coffe, è il caffè che non ha subito nessun processo di torrefazione.

Inoltre presenta un aspetto, un sapore, un aroma e caratteristiche nutrizionali molto diverse rispetto al comune caffè tostato, risultando molto meno acido.




Perché il caffè verde?

Il caffè verde è stato assunto alla cronaca in questi ultimi anni per alcune sue proprietà che sembravano favorire il dimagrimento. Questa miracolosa azione è da attribuire a una sostanza polifenolica, l’acido clorogenico, contenuta in grandi quantità nei chicchi di caffè non tostati.

A dire il vero è una molecola contenuta in molti vegetali che si concentra in grandi quantità soprattutto nella parte superficiale e nella buccia.

L’acido clorogenico si trova infatti in grandi quantità nel , nei semi di girasole e nei mirtilli. Altri alimenti che ne contengono quantità abbastanza significative sono il prezzemolo cinese, le patate, i pomodori, le mele, le pere e le melanzane.

Ma è nel seme di caffè verde che si trova la maggior concentrazione di acido clorogenico perché è legato alla caffeina.

La forma complessa della caffeina che si trova nel caffè verde crudo si comporta in modo diverso rispetto a quella presente nel caffè classico e si diffonde nell’organismo molto più lentamente.

Inoltre il caffè verde non presenta i fastidiosi effetti collaterali che possono manifestarsi con le altre bevande a base di caffeina, come ad esempio iper-attivazione nervosa, diuresi, tachicardia e insonnia.




Caffè verde per dimagrire funziona?

Alcuni studi americani hanno associato la presenza di questo acido a un effetto dimagrante. Sembra infatti che l’alto contenuto di acido clorogenico sia in grado di inibire un enzima associato al metabolismo degli zuccheri, riducendo l’assorbimento di questi ultimi da parte dell’intestino.

Nello stesso tempo questo meccanismo è in grado di velocizzare il metabolismo accelerando il naturale processo per il quale il nostro organismo brucia i grassi accumulati.

Alcuni nutrizionisti però hanno messo in dubbio l’efficacia della bevanda. E l’Efsa, l’ente europeo per la sicurezza alimentare, sostiene che non esiste causa/effetto sul metabolismo dei grassi, associato alla presenza dell’acido clorogenico derivante dall’assunzione di caffè verde.

Caffè verde sì o caffè verde no?

Non c’è dubbio che non esistano al mondo dei cibi miracolosi che permettono di dimagrire all’istante. Vi sono piuttosto degli alimenti che possono avere dei benefici effetti se vengono inseriti nel regime alimentare.

È in questo contesto che il caffè verde può essere inserito in dieta dimagrante equilibrata e sana, proprio come la Garcinia Cambogia.

Quando assumerlo? Generalmente prima della colazione, nel corso della mattina e prima dei pasti.

Non serve a nulla bere qualche tazza di caffè verde se poi ci si abbuffa senza ritegno. Meglio allora mangiare moderatamente e sfruttare l’effetto di questa bevanda, da inserire nell’alimentazione quotidiana anche sotto forma di capsule.

È importante tenere a mente che alcuni di questi studi sono stati sponsorizzati da aziende che traggono profitto dalla vendita di chicchi di caffè verde. Questo non significa che i risultati non siamo validi, ma è noto che la fonte di finanziamento di uno studio può avere un effetto significativo sui risultati.

Per quanto riguarda la perdita di peso, occorre tenere conto che non esistono alimenti né integratori in grado da soli di farci bruciare grassi e calorie. Per dimagrire, quando davvero serve, bisogna fare due cose: riequilibrare la dieta e fare più esercizio fisico.

Inoltre, a quando si parla di integratori alimentari bisogna sempre tenere in considerazione che questi devono essere assunti in base alle reali esigenze di ciascuno.

Se è possibile, si consiglia di evitare il fai da te e di affidarsi al parere esperto di medici e di nutrizionisti, che possono evidenziare le eventuali controindicazioni e i potenziali rischi di allergie.

Come agisce il caffè verde?

Usato come integratore della dieta, l’acido clorogenico contenuto nel caffè verde sembra più avere un effetto colagogo, come la maggior parte dei composti vegetali, cioè in grado di aiutare il fegato nel fluidificare e stimolare il flusso biliare all’interno del duodeno.

La bile, che è prodotta dagli epatociti, ha una funzione molto importante nel corso del processo digestivo perché, una volta giunta nell’intestino, si mescola al cibo solubilizza i grassi.

Benefici del caffè verde?

I benefici dell’acido clorogenico sembrano però essere maggiori per il nostro organismo per assolvere ad altre funzioni rispetto alla presunta azione dimagrante

Molti studi epidemiologici, infatti, associano il consumo di caffè a un diminuito rischio di cancro: l’effetto è stato attribuito all’acido clorogenico e agli altri polifenoli presenti nel caffè, tanto maggiore se contenuti nel caffè verde (in quanto è noto che nel caffè tostato il livello di acido clorogenico diminuisce notevolmente).

Anche per gli uomini che fanno un abbondante uso di caffè verde è stata dimostrata una diminuzione del rischio di tumore alla prostata pari al 18%, oltre a un diminuito rischio di essere colpiti da tumori particolarmente aggressivi.

Un altro aspetto interessante cui contribuisce il consumo di caffè verde è l’effetto protettivo nei casi di declino cognitivo negli anziani. È stato osservato che con un consumo di almeno 3 tazze di caffè verde al giorno, il declino si è dimostrato inferiore di 4,3 volte rispetto a quello patito dai non consumatori di caffè.

L’acido clorogenico è in grado di trattare il diabete di tipo 2 aiutando ad abbassare il livello del glucosio nel sangue.

Poiché i chicchi di caffè sono ricchi di antiossidanti riducono gli effetti dannosi dei radicali liberi nel nostro corpo e si prendono cura del nostro benessere generale, anche in caso di gastrite.

In particolare le sue sostanze contribuiscono a:

  • ridurre i segni di invecchiamento
  • mantenere idratata la pelle
  • diminuire i livelli del colesterolo cattivo (LDL)
  • abbassare la pressione arteriosa migliorando la fluidificazione del sangue nella prevenzione delle malattie associate al rischio cardiaco
  • migliorare l’azione del sistema immunitario

L’assunzione del caffè verde può avere effetti collaterali se consumato in grandi quantità, specie in soggetti sensibili alla caffeina. È bene che non sia assunto in gravidanza e non deve essere consumato dai bambini.



Qual è il migliore integratore al caffè verde?

Anche se si può trovare nei canali di vendita tradizionale come il supermercato e l’erboristeria, il caffè verde è facilmente acquistabile utilizzando il servizio di vendita online.

In quest’ultimo caso, è possibile trovare una vasta scelta di prodotti di qualità di ogni marca, a un prezzo vantaggioso e non di rado sensibilmente più basso.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori integratori al caffè verde:

1. Fyron Body

Il migliore per: regola il metabolismo

Offerta
FYRON Body Premium | Metabolismo | senza additivi |...
227 Voto

I suoi ingredienti includono estratto di caffè verde, L-carnitina, estratto di guaranà, estratto di tè verde, pepe di Cayenna e pepe nero.

L’apporto di calcio contribuisce al normale metabolismo energetico e alla regolare funzione degli enzimi digestivi.

Il magnesio e l’acido pantotenico aiutano a ridurre l’affaticamento e la stanchezza, mentre lo zinco favorisce un normale metabolismo acido-base, dei carboidrati e degli acidi grassi.

2. Green Nutrition F-Burn

Il migliore per: Vegan

I suoi ingredienti sono tutti di origine vegetale e includono anche colina, guaranà, caffeina, tè verde, fagioli verdi e Garcinia mangostana.

Gli involucri che ricoprono le capsule non contengono gelatine animali e sono quindi 100% Vegan e vegetariani. Sono senza glutine, lattosio, aspartame e organismi geneticamente modificati.

Le capsule sin dai primi giorni riducono l’appetito e donano una maggiore energia al corpo.

3. Estratto di grani di caffè verde Lumen Naturals

Il migliore per: puro estratto di caffè

È un integratore alimentare a base di antiossidante di caffè verde naturale per accelerare il metabolismo e perdere peso.

L’acido clorogenico è un composto chimico naturale che si trova nell’acido caffeico e nell’acido quinico.

Noto come antiossidante, rallenta anche la liberazione di glucosio nel sangue dopo un pasto, impedendo l’accumulo di grasso nel corpo. La confezione accoglie 90 pillole, pari a un trattamento di 45 giorni.

4. Formafit Green Coffee Ultra+ 800 mg

Il migliore per: senza caffeina

La dose giornaliera contiene 800 milligrammi di estratto di caffè verde di qualità Coffea Arabica.

Grazie alla sua formulazione pura, il contenuto di acido clorogenico è superiore al 45%.

Oltre agli effetti benefici nel controllo del peso, questa sostanza è considerata un antiossidante e protettivo, che inibisce la formazione di radicali liberi.

5. Estratto caffè verde Regal Earth 5000 mg

Il migliore per: ricettario omaggio

Il flacone accoglie 60 capsule vegane che contengono  5000 mg di caffè verde. Sono ideali in combinazione con prodotti multi vitaminici e diete sane.

In omaggio viene fornito il Cook Book con ricette sane di pietanze, frullati di proteine e verdure verdi per purificare e disintossicare il corpo.

Adatte anche per vegetariani, sono prive di coloranti artificiali, lattosio, soia e glutine.




Lascia un commento