Come Far Tornare a Brillare i Fari della Tua Auto

La maggior parte dei fari delle nostre auto sono fatti di plastica in policarbonato, resistente e antigraffio. Da molti anni ormai il policarbonato ha sostituito il vetro, anche perché permette una migliore flessibilità nel design.

Questo materiale è molto più leggero e resistente del vetro. Tuttavia dopo alcuni anni di esposizione alla luce solare e agli agenti atmosferici, tende a opacizzarsi penalizzando l’efficienza dell’intero proiettore luminoso.

La sostituzione dei gruppi ottici è un’operazione semplice ma costosa. La cosa migliore e più economica è quindi quella di lucidarli periodicamente.

Ci sono molti prodotti sul mercato che, con un’azione leggermente abrasiva, aiutano a ripristinare l’antico splendore dei tuoi fari.

Prima di iniziare, però, è bene considerare alcuni aspetti.




Kit di ripristino dei fanali?

In primo luogo, è importante determinare quale livello di ripristino è Come-Far-Tornare-a-Brillare-i-Fari-della-Tua-Autonecessario fare per essere sicuro di acquistare il kit giusto. Se ci sono solo lievi scoloriture o ingiallimenti, probabilmente non hai bisogno di prodotti per carichi pesanti e puoi spendere un po’ meno soldi.

In secondo luogo, molti dei kit includono accessori da usare con una levigatrice elettrica per levigare, smerigliare o fare entrambe le cose, mentre altri sono manuali al 100%. Potrai pagare un po’ di più per gli accessori da usare con l’apparecchio, ma ridurrai lo sforzo necessario in modo significativo e potrai riutilizzare la levigatrice per altri lavori a carico della tua auto, come la lucidatura della carrozzeria.

Terzo, è importante dare un’occhiata alle quantità e alla qualità degli accessori. Alcuni kit includono componenti riutilizzabili, altri sono progettati per applicazioni monouso. Se utilizzi spesso la tua auto, vale la pena considerare l’acquisto di un kit riutilizzabile per evitare di spendere soldi ogni anno o due per un kit monouso.

 

Come utilizzare il kit di ripristino fanali?

Prima di iniziare è importante lavare l’auto per rimuovere lo sporco superficiale. Assicurati quindi di proteggere la carrozzeria isolando i fari con della carta adesiva. Puoi isolare anche le lenti arancioni dei lampeggianti in quanto non sono soggette a deteriorarsi come le calotte bianche in policarbonato.

La maggior parte dei kit presenti sul mercato lavora in tre fasi.

Il primo passaggio è la levigatura a umido del faro, che richiede l’impiego di una carta vetrata a grana estremamente fine per rimuovere in modo abrasivo lo strato esterno di plastica che si è ossidato. Mantenere bagnata la superficie di levigatura è la chiave per una corretta carteggiatura a umido. Passando dalla carta a grana più bassa a quella più alta noterai che l’ingiallimento è stato rimosso ma il faro è ancora offuscato. Queste sono micro-abrasioni lasciate dal processo di levigatura a umido.

Il secondo passaggio è la lucidatura con una crema polish che rimuove le micro abrasioni. L’applicazione con una levigatrice rotante rende questo processo più veloce, garantendo risultati migliori.

Il terzo passaggio è la ceratura sigillante. Consiste nel pulire ogni residuo del composto abrasivo usato per la lucidatura, per poi passare una cera per auto. Quest’ultima operazione impedisce a piogge acide, sporco e sale di attaccare la plastica, almeno per un po’. Quest’ultima applicazione è tutt’altro che superflua perché con la levigatura si rimuove qualunque strato protettivo originariamente applicato al faro e se non si riapplica la schermatura le luci si opacizzano nuovamente in poche settimane.

Non ti abbiamo detto però che c’è un metodo fai da te, più empirico e meno costoso di qualunque kit acquistato. Uno dei rimedi più utilizzati e più economici per pulire i fari ingialliti e opacizzati è il dentifricio. Usa un dentifricio di quelli sbiancanti che contengono abrasivi come la silice, altre graniglie fini o soda; inumidisci un panno morbido e strofinalo con movimenti circolari sulla parte del faro da lucidare. Non appena si schiarisce, smetti di strofinare, lava, risciacqua e asciuga con un panno morbido. Passa infine la cera o altra pasta sigillante per proteggere la plastica.

Il ripristino dei fari è un’operazione semplice, priva di errore e che consente di ottenere un risultato più che soddisfacente. Assicurati solo di acquistare il miglior kit di restauro del faro o… il miglior dentifricio!




  • Voto
4.9