6 Accorgimenti per Mantenere in Efficienza il Tagliabarba

Prendersi cura della propria barba è senz’altro una cosa importante. Sempre più persone oggi preferiscono non radersi completamente il viso ma tenere una barba curata, talvolta lunga, talvolta anche molto corta. Vista questa grande prospettiva di mercato, le grandi case degli elettrodomestici per la cura della persona hanno lanciato molti modelli di regolabarba.

Si tratta di strumenti molto semplici, tuttavia una volta imparato ad usarli occorre anche prestare attenzione a come mantenere in efficienza sia il gruppo delle lame di taglio sia la batteria. Gli accessori più importanti per la manutenzione sono solitamente forniti in dotazione. Assicurati comunque di disporre di uno spazzolino, di un panno e di olio lubrificante.



1. Tieni le lame ben lubrificate

lame-del-tagliabarba

Alcuni modelli necessitano di lubrificazione delle lame che altrimenti seccandosi potrebbero gripparsi e disallinearsi. Un rasoio elettrico di qualsiasi tipo è essenzialmente un piccolo dispositivo meccanico con molte minuscole parti mobili.

La lubrificazione di queste parti effettuata regolarmente garantisce che le lame del tagliabarba non si disallineino dopo pochi mesi di utilizzo. Un rasoio di alta qualità dovrebbe durare alcuni anni almeno, se mantenuto regolarmente. Inoltre, la mancata lubrificazione di un trimmer per la barba lo rende più incline alla ruggine.

Come fare

Per questa operazione è sufficiente spegnere il regolabarba, mettere poche gocce di lubrificante tra i dentini delle lame e accendere per pochi secondi il motore. Dopodiché, spegnere il tagliabarba e asciugare le lame con il panno. Nel caso non venga effettuata questa operazione con frequenza o se l’apparecchio è rimasto a lungo inutilizzato è sufficiente mettere poche gocce d’olio e fare scorrere le lame per ripristinare il corretto movimento.

Quale tipo di olio

Dato che spesso è difficile trovare in commercio l’olio per tagliabarba che viene dato in dotazione, quando finisce è possibile utilizzare un olio per macchine da cucire che è più facilmente reperibile. Attenzione a non usare oli con viscosità elevata, tipo il WD-40. Gli oli pesanti possono potenzialmente rovinare il tuo dispositivo perché sono fatti per grandi parti meccaniche, non le minuscole lame sul rasoio elettrico.

 

2. Pulisci le lame regolarmente

pulisci-lame-del-regolabarba

Per mantenere le lame del regolabarba affilate il più a lungo possibile, è fondamentale tenerle pulite. Questa è un’operazione che richiede veramente poco tempo, ma che sul lungo periodo ti permette di risparmiare tempo perché dovrai effettuare meno operazioni di manutenzione straordinaria. Risparmi anche denaro, dal momento che dovrai sostituire le lame (o l’intero tagliabarba) meno di frequente.

Durante il taglio

Una buona manutenzione inizia con un uso corretto del tagliabarba. È buona norma mantenere le lame pulite anche durante l’utilizzo del dispositivo: non si tratta di un’operazione particolarmente approfondita, basta spegnerlo di tanto in tanto, rimuovere il pettine e rimuovere i peli residui con la spazzolina in dotazione. Se hai una barba lunga e lasci della peluria all’interno della testina, rischi di causare il rallentamento della capacità di taglio o l’usura per attrito di qualche parte delicata.

Dopo il taglio

Una volta terminata la regolazione della barba, è bene eseguire una pulizia un po’ più approfondita. Spegni il tagliabarba ed elimina, con la spazzolina, tutti i residui dalle lame. Stacca il blocco lame dal corpo macchina e pulisci con la spazzolina anche l’interno dell’alloggiamento.

Pulisci e sciacqua i pettini regolatori che hai utilizzato e usa un panno umido per pulire il corpo macchina e i pettini.

 

3. Rimuovi le lame per riallinearle

Rimuovi-le-lame-per-riallinearle

Per pulire l’interno di alcuni modelli (in particolare di quelli professionali) bisogna svitare il blocco lame. Questa è un’operazione importante anche perché è possibile che, con l’uso, le lame perdano il loro perfetto allineamento, e così, dopo averle pulite, le si può ripristinare.

Il procedimento è molto semplice e puoi effettuarlo con il cacciavite o con la brugola. Fai solo attenzione, quando rimonti le lame, ad allinearle correttamente.

Come procedere

Ecco quali sono i passaggi da seguire per il corretto allineamento delle lame. Allinea le due lame, in modo che siano parallele. Poggia la coppia di lame in linea con i fori per le viti. Avvita senza stringere troppo e allinea i dentini della lama esterna con quella interna. Stringi le viti.

È sempre meglio rimontare il trimmer invece di lasciarlo con le parti separate perché potrebbe essere esposto all’acqua e allo sporco.

 

4. Igienizza le lame

Se hai una pelle molto sensibile e soggetta a irritazioni può essere utile igienizzare le lame del tagliabarba. Per igienizzare le lame esistono lozioni specifiche e spray appositi.

 

5. Riponilo con cura

Il modo migliore per mantenere asciutto e sicuro il tuo rifinitore per la barba è quello di riporlo nella scatola o la borsa in dotazione. Quindi, non buttare via la tua scatola quando acquisti il ​​tuo nuovo apparecchio.

È sempre una buona idea conservare tutti i componenti e gli accessori per il tuo trimmer nell’apposita custodia. in modo da non smarrire alcun pezzo o dover guardarsi intorno ogni volta che vuoi avere un assetto.

 

6. Manutenzione della batteria

Manutenzione-della-batteria

I modelli a cavo sono ormai una netta minoranza e si tratta per lo più di apparecchi di tipo professionale. Quelli a batteria richiedono alcuni particolari accorgimenti, a seconda del tipo.

Batterie stilo

Sono in dotazione a pochissimi modelli, per lo più rifinitori. Non è richiesta una manutenzione particolare, basta cambiare la batteria una volta esaurita. Tiene presente che, essendo questi apparecchi abbastanza energivori, possono avere una scarsa autonomia e richiedere un frequente cambio delle pile.

Batterie ricaricabili

Sono prevalentemente quelle agli ionio Litio. Non necessitano di particolari cure e le prestazioni restano inalterate per tutta la durata della vita della batteria, che è però limitata. Per ricaricarla basta alloggiare il tagliabarba nell’apposita culla in dotazione e collegare questa ad una presa elettrica. Modelli un po’ vecchi, potrebbero necessitare di parecchie ore per una ricarica completa

 

Quanto tempo dedicare alla manutenzione?

Il tempo e l’impegno da dedicare alla cura dell’apparecchio possono variare in base al modello. In generale, tutti i regolabarba devono essere puliti dopo l’uso, per mantenere le lame affilate ed efficaci. I modelli professionali, solitamente quelli che usano i parrucchieri ma che potremmo acquistare anche noi, necessitano di una maggiore attenzione.

L’igiene e la pulizia sono fattori molto importanti quando si tratta di prodotti per la cura del proprio corpo. Lame vecchie, non curate o lasciate arrugginire potrebbero causare danni alla tua pelle, così che un tagliabarba rovinato non sarà in grado di eseguire correttamente quello che gli chiedi di fare. Per tutti questi scopi pratici e tenerlo in efficienza, è essenziale assicurarsi che il tagliabarba sia sempre pulito.

 

Come pulire un modello wet & dry?

Se hai un tagliabarba del tipo wet & dry, la pulizia è ancora più semplice e veloce: alcuni di questi apparecchi si possono completamente sciacquare sotto il rubinetto, altri permettono di pulire con acqua solo il blocco lame. Questo velocizza molto le operazioni di pulizia. Ricordiamo che è consigliabile lavare con acqua le lame soltanto una volta ultimata la regolazione della barba, e usare acqua tiepida non fredda e assolutamente non bollente.

Se è passato un po’ di tempo da quando hai pulito le lame, è una buona idea immergerle in acqua calda e liquido antibatterico per circa 15 minuti. Questo aiuterà a uccidere i batteri che potrebbero essere presenti nelle lame, così che se dovessi tagliarti accidentalmente non corri il rischio di provocare infezioni sulla pelle. In alternativa puoi anche usare aceto, lime o una soluzione salina.

Non lasciare mai bagnato il tuo rifinitore per la barba dopo averlo lavato. Posizionalo in un’area che gli consenta di asciugare all’aria prima di rimetterlo nella sua custodia. Puoi anche usare un asciugamano o un fazzoletto pulito per asciugarlo e assorbire l’acqua in eccesso prima di rimetterlo a posto.