5 Consigli per Preparare il Tuo Zaino in Modo Razionale

Quando si tratta di pianificare un’escursione di qualche giorno si è sempre nel dubbio di come riempire lo zaino. Vuoi essere sicuro di portare l’indispensabile per il viaggio o il trekking ma temi di dimenticare qualcosa di essenziale.

Indipendentemente dal tipo di forma di zaino e dalla sua capacità, riempire uno zaino in modo non corretto e non equilibrato, può portare rapidamente a scompensare la tua camminata e a farti fare sforzi eccessivi anche durante le escursioni più semplici.

La cosa importante è ripartire il carico per migliorare il comfort del trasporto e la praticità d’uso. Ecco quindi una serie di suggerimenti che ti potranno essere utili per rendere il tuo zaino da viaggio il più confortevole possibile.



1. Tieni gli oggetti più pesanti vicino alla schiena

Così facendo, limiti la trazione degli spallacci e rendi più confortevole la camminata. Questo posizionamento mantiene il baricentro escursionista/zaino in una posizione sempre ottimale evitando pericolosi sbilanciamenti. Nello stesso tempo, l’imbottitura posteriore protegge la schiena dalle “spigolosità” degli oggetti duri.

 

2. Metti i pesi in basso

zaino-da-viaggio

Se stai viaggiando fuori pista su terreni accidentati considera di mettere il peso sul fondo dello zaino. Ciò aiuta ad abbassare il centro di gravità e a creare una sensazione più stabile. In questo modo limiti le forze che vengono esercitate sulla schiena, sgravandola dal peso dello zaino: il carico, per quanto possibile, va sostenuto dal bacino. Questo principio ti permetterà di sentire meno il peso dello zaino in spalla  e ti eviterà il mal di schiena. Attenzione: questa tecnica è valida solo per i tipi dotati di fascione da stringere in vita.

 

3. Lascia l’indispensabile a portata di mano

È buona norma tenere sotto mano gli oggetti che si usano frequentemente. Così facendo eviterai di dover disfare e rifare continuamente lo zaino per escursionismo ogni volta che ti serve qualcosa. Quando ripartisci le cose, ricorda di mettere gli oggetti che usi meno sul fondo dello zaino.

 

4. Bilancia il peso

Cerca di distribuire in modo uniforme gli oggetti di peso medio da un lato e dall’altro così da non avere sbilanciamenti quando cammini.

 

5. Ripartisci gli oggetti per categorie

Ripartisci-gli-oggetti-per-categorie

È importante dividere il tuo equipaggiamento in categorie in base alle tue necessità quando sei in cammino.

Articoli da campo

Un primo gruppo è quello degli articoli da campo, come il sacco a pelo, la borsa con alimenti, il fornelletto a gas, gli indumenti di ricambio. Tali oggetti possono essere messi in fondo allo zaino, perché è difficile che ti servano durante i tuoi spostamenti.

Articoli di uso frequente

Sono quelli che ti sono utili anche quando sei in movimento. Rientrano in questa categoria la carta topografica, gli occhiali da sole, le creme protettive e il balsamo per le labbra, gli alimenti di prima necessità per uno spuntino, la macchina fotografica e lo smartphone… Questi oggetti trovano posto generalmente nella tasca più alta dello zaino.

Articoli di uso probabile

Un terzo gruppo comprende gli elementi di utilizzo probabile, quelli cioè da utilizzare in casi particolari, come ad esempio un cambio improvviso delle condizioni metereologiche: giacca a vento, k-way, tela cerata… Ma anche il filtro dell’acqua e qualche sacchetto della pattumiera per raccogliere i rifiuti da portare via o per coprire lo zaino quando piove. Tutti questi oggetti vanno messi nella parte superiore dello zaino o nelle tasche esterne in modo che siano prontamente disponibili secondo le necessità.

 

6. Evita i doppioni

Una volta che hai disposto davanti a te tutti gli oggetti divisi per categoria, guarda con attenzione ciò che stai portando: ci sono articoli ridondanti che potrebbero essere lasciati a casa? Ricorda, ogni articolo in più che porti con te incrementa il peso e aumenta il tempo necessario per fare e disfare lo zaino quando ti devi organizzare velocemente.

Dai un’occhiata per esempio agli abiti che stai per mettere nello zaino, probabilmente non avrai bisogno di tanti vestiti come credi: quelli che compongono gli strati base per proteggerti dal freddo e gli attrezzi da campo sono senza dubbio indispensabili. Tutto il resto non lo è.

 

7. Cosa mettere sul fondo

cosa-mettere-sul-fondo-del-zaino

Ora che hai fatto il punto della situazione, sei pronto per riempire il tuo zaino, in sequenza dal basso verso l’alto. Quindi, quali oggetti dovremmo imballare per primi?

Poiché le cose in fondo al tuo zaino sono le più difficili da raggiungere, inizieremo con ciò di cui non avremo bisogno durante il giorno. Questo è in genere l’attrezzatura da campeggio.

La prima cosa da mettere nel tuo zaino – e l’ultima cosa che tirerai fuori – è il tuo sacco a pelo. Assicurati di conservare asciutta la sacca che lo contiene per evitare di bagnarla se appoggi lo zaino su terreno bagnato. Poi imballa attorno al sacco a pelo il resto dell’equipaggiamento da campeggio, come un materassino e una federa. Se hai un cuscinetto per dormire voluminoso, puoi risparmiare spazio fissandolo all’esterno dello zaino.

In generale, tutte le attrezzature del campo vanno nella parte inferiore del tuo zaino ad eccezione della tua torcia. Mentre stai caricando il tuo zaino, tieni a mente la distribuzione del peso. Metti le cose leggere nella parte inferiore in modo che ammortizzino le cose più pesanti. Le cose più pesanti dovrebbero stare il più vicino possibile alla tua schiena e in mezzo allo zaino.

 

8. Cosa mettere al centro

Metti gli oggetti pesanti direttamente sulla tua attrezzatura da campeggio e a quella che utilizzerai per dormire. Rientrano in questo gruppo i fornelli, il cibo (tranne quello necessario per gli spuntini), l’acqua di riserva, le pentole e le padelle.

Se non ti piace l’idea di mettere il cibo a contatto con l’attrezzatura da cucina (come il carburante e le bombolette a gas), assicurati di posizionarla sotto le vivande, per evitare spiacevoli contaminazioni nel caso in cui si verifichino rovesciamenti. Ricordati inoltre di chiudere gli alimenti in sacchetti isolati. Se il tuo zaino ha le tasche laterali, metti le bombolette all’esterno.

 

9. Cosa mettere in alto

Infine rimane la parte superiore. La puoi riempire con gli attrezzi da cucina più leggeri, con strati extra di vestiti e qualsiasi altra cosa di cui potresti avere bisogno durante la tua escursione all’aperto. È il posto ideale per mettere le piccole cose necessarie, come occhiali da sole, un kit di pronto soccorso, una giacca antipioggia, una bussola e gli spuntini.

A volte, gli zaini sono dotati di piccoli sacchetti con cerniera sulla cintura. Questi, insieme ad altre tasche esterne, sono anche ottimi posti per tenere piccoli attrezzi e scia di cibo.

 

10. Cosa tenere all’esterno

Dopo aver riempito il tuo zaino, potresti avere ancora bisogno di fissare altra attrezzatura all’esterno: bastoncini da trekking, pali per tenda, ramponi e piccozze.

Negli scomparti laterali o nelle tasche esterne metti tutto quello che usi con maggiore frequenza: acqua in borracce o bottiglie di plastica, alimenti da consumare lungo il cammino (frutta secca, miele in bustine, snack energetici). Se prevedi di scattare foto, tieni sempre la macchina a portata di mano. Non è qualcosa di essenziale ma fa sempre piacere portare qualche ricordo a casa.

Anche il GPS da trekking non rientra fra gli oggetti essenziali se segui percorsi tracciati. Ma se ti avventuri in zone inesplorate, tienilo sempre pronto vicino a te: non si sa mai. Inoltre, questo dispositivo è utile per controllare le statistiche del percorso.

 

11. Riempi ogni spazio

Riempire uno zaino è un po’ come distribuire il cemento tra i mattoni quando si alza un muro È bene utilizzare tutti gli spazi vuoti. Metti le calze nelle tue scarpe di riserva. Metti gli utensili, i fiammiferi e altri piccoli oggetti nelle tue pentole da cucina.

Quasi tutti gli zaini sono dotati di cinghie di compressione. Tirale il più possibile per ridurre al minimo il volume dello zaino e tenere tutto a posto.

 

Equilibrio perfetto

Il trucco è capire come imballare lo zaino in modo che sia ben bilanciato, con un centro di gravità stabile. Come si fa? Tieni le cose pesanti lontano dall’esterno, dal fondo e dalla parte superiore del tuo zaino. Dopo aver posizionato le tue cose pesanti, puoi riempire qualsiasi spazio rimanente con oggetti più leggeri come il telo della pioggia e i vestiti.

Questi ultimi, essendo di tessuto, si comprimono sotto il peso degli oggetti posti sopra senza rovinarsi, limitando anche il volume. Non preoccuparti se troverai spiegazzate le magliette: non stai andando ad una serata di gala. Inoltre con la loro morbidezza permettono di ammortizzare i pesi superiori.