20 Modi per Mantenere il Tuo Respiro Sempre Fresco

L’alito cattivo, noto anche come alitosi, è senza dubbio un fastidioso problema. Può influire sulla tua vita quotidiana fino al punto di danneggiare i rapporti di lavoro e interpersonali, arrivando persino a minare l’autostima.

Anche se può sembrare strano, colpisce la maggior parte della popolazione senza distinzione di sesso o fascia d’età. Tuttavia alcuni individui sono esposti a più fattori di rischio a causa della loro mancanza di conoscenza e sottostima del problema.

La buona notizia è che nella maggior parte dei casi può essere facilmente risolto seguendo alcune raccomandazioni, principalmente di tipo igienico e dietetiche. Qui di seguito puoi trovare venti semplici strategie per mantenere il respiro sempre fresco.

 

1. Rimani idratato e bevi molta acqua

L’acqua, oltre a garantire che il tuo corpo rimanga adeguatamente idratato, svolge la funzione di lubrificare i denti e controllare il microambiente batterico che normalmente vive nella cavità orale, preservando così l’alito fresco.

L’ideale è bere almeno 2 litri di acqua al giorno, a intervalli regolari: in questo modo la bocca rimane sempre ben inumidita e l’effetto è più duraturo.

Allo stesso modo si dovrebbe evitare il consumo di tè, bevande analcoliche e bevande energizzanti sportive prodotte con coloranti artificiali. Questi prodotti sono caratterizzati da un certo contenuto di acido citrico tra i loro ingredienti: un fattore, questo, che riduce notevolmente la produzione di saliva e causa secchezza nella bocca e perdita di smalto nei denti. In questo modo, la bocca è più vulnerabile non solo all’alitosi ma anche alla carie.

Pertanto, quando sei a casa non dimenticarti di andare in cucina a bere un bicchiere d’acqua, e se vai a lavoro riempi una bottiglia della tua acqua e portala con te. Queste sono misure pratiche e semplici che puoi mettere in pratica ogni giorno, per rendere il consumo idrico un’abitudine regolare.

 

2. Sostituisci il caffè con il tè verde

Dopo aver letto il punto precedente, ti chiederai sicuramente quale ruolo abbia il caffè in tutto questo.

In genere, la maggior parte delle persone beve una tazza di caffè al mattino prima di uscire di casa. Tuttavia questa bevanda contiene diversi composti acidi che possono fermentare in bocca e generare alitosi.

Pertanto, chi sente l’esigenza di assumere un drink energizzante al mattino e desidera evitare questo effetto spiacevole, può bere il tè verde, una infusione di erbe che oltre a contenere molti nutrienti, garantisce un alito fresco più a lungo.

 

3. Usa anche il filo interdentale

Mantenere il-Tuo-Respiro-Sempre-Fresco

Sebbene la spazzolatura dei denti sia una tecnica appresa fin dall’infanzia per diventare un’abitudine quotidiana, evidenziamo alcuni dettagli che sono comunemente trascurati.

È necessario spazzolare i denti ogni giorno, al risveglio al mattino, dopo ogni pasto e alla sera prima di andare a dormire, utilizzando un buon dentifricio, possibilmente arricchito con fluoro. Tieni però presente che una spazzolatura eccessiva o molto energica può essere controproducente, in quanto provoca l’usura dello smalto dei denti e anche lesioni e sanguinamento nelle gengive.

Allo stesso modo, è buona abitudine utilizzare il filo interdentale passandolo attraverso gli spazi ristretti tra i denti, dove solitamente si depositano e si incastrano quegli avanzi di cibo, che le setole dello spazzolino da sole non riescono a raggiungere.

L’azione del filo interdentale impedisce ai batteri presenti nella cavità orale di utilizzare tali resti come fonte di energia. Se invece non vengono eliminati, si ha come conseguenza la loro fermentazione, con il rischio di perdita di smalto, carie e, naturalmente, alitosi. Nel caso ti dia fastidio utilizzare il filo interdentale, prova l’effetto degli idropulsori.

 

4. Spazzola anche la lingua

La tecnica di spazzolatura include non solo i denti, ma anche la lingua. Spesso ci si dimentica di pulirsi la lingua, ma questa è una delle principali cause di alitosi, poiché i batteri di solito aderiscono alle papille gustative che si trovano sulla sua superficie.

Tuttavia, se non ti piace usare lo spazzolino da denti per svolgere questa operazione, puoi utilizzare un apposito raschiatore della lingua. Il vantaggio di questo strumento è quello di generare una maggiore pressione sulla superficie della lingua, permettendo di rimuovere più batteri, resti di cibo e composti di zolfo prodotti per via della fermentazione.

 

5. Prepara il tuo collutorio fatto in casa

collutorio

Un altro modo efficace per mantenere un’igiene corretta prevede l’uso del collutorio dopo ogni spazzolamento, che oltre a fornire un senso di freschezza, aggiunge una speciale protezione contro i batteri.

L’effetto nei risciacqui lo fornisce lo zinco, un integratore minerale contenuto nel collutorio, che blocca lo sviluppo di batteri e composti solforati, prevenendo l’alitosi.

Tuttavia, si dovrebbe fare attenzione quando si sceglie quale collutorio utilizzare, dal momento che alcuni di questi prodotti cercano solo di generare un alito mentolato, proprio come quelli che contengono alcol e contribuiscono alla secchezza orale, causando l’alito cattivo.

In ogni caso, puoi anche risciacquare la bocca preparando da solo il tuo collutorio. Per far questo è necessario mescolare un cucchiaio di bicarbonato di sodio in un bicchiere di acqua calda e aggiungere un cucchiaino di olio di menta piperita. Lascia raffreddare questo preparato a temperatura ambiente. In questo caso, il bicarbonato di sodio funziona come un antimicrobico e l’olio di menta piperita fornisce la sensazione di freschezza.

In sintesi, sciacquarsi la bocca con uno di questi prodotti è una parte importante dell’igiene orale, che contribuisce alla prevenzione di carie e alitosi.

 

6. Porta con te foglie di menta o prezzemolo

foglie-di-menta

Se l’uso di prodotti chimici non fa per te, puoi provare a utilizzare le erbe rinfrescanti come il prezzemolo o le foglie di menta.

L’effetto del prezzemolo è dovuto al fatto che contiene clorofilla, una molecola che impedisce la formazione di composti solforati in bocca.

La menta può alcalinizzare la cavità orale, creando la sensazione di freschezza ed evitando l’alito cattivo, mentre contemporaneamente favorisce la produzione di saliva, che a sua volta rafforza l’effetto.

Sia le foglie di menta che il prezzemolo funzionano bene da soli, tuttavia è possibile ottenere più risultati combinandoli l’uno con l’altro. Per portarli sempre con te, ti consigliamo di tenere un po’ di foglie in un sacchettino per alimenti trasparente e di masticarle durante il giorno nel momento in cui senti di averne bisogno.

 

7. I benefici dell’aloe vera

aloe-vera-antimicrobico

L’aloe vera è una pianta con un effetto antimicrobico che funziona anche come rinfrescante naturale. Alcuni studi hanno dimostrato la sua utilità nel combattere l’alito cattivo. Il preparato necessario a questo scopo può essere realizzato rapidamente e senza difficoltà a casa.

Devi semplicemente acquistare del gel di aloe vera e mescolarne 2 cucchiaini in un bicchiere con acqua calda. Una volta che il preparato si raffredda a temperatura ambiente è pronto per l’uso.

 

8. La cannella non serve solo per preparare i dolci

È stato dimostrato che anche la cannella contribuisce alla lotta contro l’alitosi, o più specificamente, contro i batteri che la producono. Apporta inoltre altri benefici: ad esempio, facilita la digestione e rafforza il sistema immunitario.

 

9. Chewing gum sì, ma senza zucchero

Gli organismi batterici usano gli zuccheri come principale fonte di energia, quindi i resti alimentari zuccherati rappresentano l’ambiente ideale per la loro crescita e riproduzione.

Questo è il motivo per cui in genere si raccomanda di sospendere il consumo di caramelle o gomme da masticare ad eccezione di quelle prive di zuccheri, anche se queste possono rivelarsi poco attraenti dal punto di vista del gusto.

L’effetto positivo di questo tipo di gomme senza zucchero è che il movimento ripetitivo dei muscoli della masticazione è interpretato dal cervello come un momento di consumo di cibo, che induce la sintesi involontaria della saliva, inumidendo la cavità orale e quindi facendo in modo di prevenire l’alitosi.

Allo stesso modo, prova a scegliere una gomma da masticare con xilitolo, un altro antibatterico naturale che può aiutarti a raggiungere il tuo obiettivo.

 

10. Tieni uno spray orale a portata di tasca

Un’altra alternativa a questo spiacevole inconveniente è l’uso di atomizzatori con alcune sostanze refrigeranti. Sono piccoli e facili da portare in tasca o nella borsa, permettendoti di avere una bocca fresca tutto il giorno, in un batter d’occhio.

Puoi utilizzare preferibilmente un rinfrescante per la bocca senza zucchero che contiene xilitolo. Questi prodotti hanno diverse presentazioni e gusti tra cui eucalipto e menta. Devi solo provarli e scegliere quello che preferisci.

 

11. Usa il lucidalabbra

A ben vedere, il lucidalabbra non cambia molto l’odore del tuo respiro, né può essere considerato una sorta di deodorante per bocca. Tuttavia, il suo utilizzo può aiutarti a mascherare l’alitosi in situazioni di emergenza, ad esempio quando baci il tuo compagno.

 

12. Segui una dieta equilibrata

Il consumo di carboidrati porta ad un’elevata produzione di chetoni, che salgono dallo stomaco alla cavità orale, dove fermentano creando una puzza repellente.

A causa di ciò, è consigliabile ridurre l’assunzione di zuccheri trasformati, aumentando proporzionalmente il consumo di carboidrati naturali come patate, avena e riso integrale. Allo stesso tempo, ricordati di includere proteine e grassi monoinsaturi nella tua dieta.

 

13. Cipolla e aglio: come evitarli?

Non è certo una novità che alimenti come cipolle e aglio producano l’alitosi. In questo caso, l’acido contenuto in ciascuno di questi due ortaggi aderisce saldamente alle pareti del tubo digerente, quindi la spazzolatura orale non è sufficiente per eliminarne l’effetto.

Ciò non significa che dovresti eliminarli dalla tua dieta, ma evita di consumarne grandi quantità in quei giorni in cui hai un incontro di lavoro importante o hai in programma una gita romantica con il tuo partner.

 

14. Anche la verdura è importante

Le verdure hanno un pH alcalino, che consente di contrastare gli acidi prodotti dai batteri in bocca.

I vegetali più indicati per ottenere questo effetto sono: broccoli, barbabietole, sedano, carota, cetrioli, melanzane, lattuga, zucca, spinaci, ravanelli, rapa svedese, fagioli verdi, cavoletti di Bruxelles, erba medica e cavoli.

 

15. Consuma i probiotici

I probiotici esercitano un effetto di potenziamento sugli enzimi digestivi, favorendo la degradazione e la rapida digestione degli alimenti, nonché l’assorbimento dei nutrienti. In questo modo si evitano processi di lunga fermentazione.

Questi enzimi digestivi possono essere ottenuti solitamente da numerosi alimenti come ad esempio carne di manzo e di maiale, oltre all’ananas, che contiene bromelina e papaina, due potenti enzimi digestivi: è per questo motivo che alcuni gastroenterologi raccomandano di mangiare una fetta di questo frutto dopo un pasto abbondante.

 

16. Trai beneficio dallo yogurt naturale

Lo yogurt naturale, oltre a idratare la bocca, contiene la flora batterica buona e si comporta come un probiotico, cioè fornisce flora saprofita (un gruppo di microrganismi che vivono naturalmente nel corpo umano, come la flora del colon).

Lo yogurt naturale, come il resto dei probiotici, migliora le difese delle nostre gengive contro quei batteri che causano la loro infiammazione, causando gengiviti o parodontite, piorrea e, quindi, anche alitosi. Inoltre, secondo diversi studi accademici, la vitamina D contenuta nei prodotti a base di latte come lo yogurt e i formaggi combatte l’alitosi perché crea un ambiente avverso per la crescita dei batteri che sono causa del cattivo odore.

 

17. Lascia perdere le sigarette

Oltre che ad aver un cattivo odore, la nicotina contenuta nella sigaretta lascia un sapore sgradevole che si traduce in alitosi. Allo stesso modo, il fumo produce secchezza della bocca senza escludere il danno alle cellule polmonari e della pleura, con il rischio di sviluppare il cancro in alcune parti delle vie aeree.

L’esposizione prolungata alla nicotina produce lesioni gengivali e ingiallimento dei denti, dando un’immagine del corpo deprecabile e riprovevole che può limitare l’opportunità di ottenere un buon lavoro o essere rispettato da chi ti circonda.

 

18. Prenditi cura delle tue gengive

Alcune persone soffrono di malattie peri-dentali come la gengivite, che è caratterizzata da infiammazione delle gengive e gravi danni dentali che portano all’instaurarsi di carie e quindi alitosi.

 

19. Riduci lo stress

Lo stress può influenzare negativamente il sistema immunitario e l’equilibrio del microbiota boccale, generando alterazioni nel metabolismo batterico che portano all’alitosi.

Pertanto, cerca di vivere in modo sano e felice: oltre a migliorare la qualità delle tue giornate, ti aiuterà ad avere un respiro fresco e piacevole.

 

20. Vai da uno specialista di fiducia

Se hai già provato tutti questi rimei e soffri ancora di alitosi cronica, in ultima ratio dovresti chiedere l’aiuto di uno specialista. L’accumulo di residui di cibo tra i denti e le gengive, noto come calcolo dentario o tartaro, può essere causa di alitosi, quindi andare a consultare il proprio dentista è l’opzione migliore.

Il dentista utilizza degli strumenti specifici per effettuare una pulizia approfondita, lasciandoti denti puliti anche tra gli spazi dentali.

D’altra parte, è opportuno ricordare che alcune patologie digestive come i diverticoli esofagei e la gastrite sono anche frequenti cause di alitosi cronica, quindi se questo è il tuo caso, si consiglia di sentire il parere di uno specialista dell’apparato gastrico.