I 5 Migliori Guanti da Arrampicata: Indispensabili per Arrivare in Vetta

Mi chiedono spesso se i migliori guanti da arrampicata sono indispensabili. Io dico di sì.

È vero, in determinate circostanze tipo free climbing su pareti artificiali potresti anche farne a meno. Ma se ti capita di fare una via ferrata non puoi non averli, soprattutto se usi il cavo per la progressione e non solo come sicura, cioè tiri di brutto per andare su… E se il cavo è sfilacciato (può succedere vicino agli ancoraggi) rischi di tagliarti le mani.

Francamente non so come si può fare una ferrata senza guanti… Esistono guanti appositi che costano cifre alte, io uso quelli da lavoro che si trovano al supermercato a pochi euro, quelli gialli che sembrano di pelle scamosciata.

Bisogna solo tagliare via metà del pollice e dell’indice (io anche del medio) per avere i polpastrelli liberi se hai bisogno di precisione (che so, per manovrare il moschettone o fare una foto aerea).

Quest’anno ho cominciato a usarli dopo una giornata gelida, vento freddo, qualche fiocco di neve e mani blu… Avevo nello zaino un paio di guanti normali ma sono inadeguati in ferrata.

Ho comprato un guanto da arrampicata per 20 euro: penso che mi dureranno almeno dieci anni!




I migliori guanti da arrampicata

Quali sono i migliori guanti da arrampicata?migliori-guanti-da-arrampicata

Nella scelta di un paio di guanti pratici e comodi, occorre prima di tutto stimare il grado di difficoltà e sensibilità richiesto durante una salita.

Per l’arrampicata dove non hai bisogno di manipolare i moschettoni, legare i nodi e eseguire operazioni relativamente delicate con le dita, sarà sufficiente usare qualsiasi guanto impermeabile e isolato.

Per l’arrampicata tecnica o per un’ascensione lungo un crinale le cose cambiano, bisogna proteggere le mani da tagli e abrasioni, oltre che dal freddo per arrampicate invernali.

Quando ti trovi su un ghiacciaio d’estate e le temperature non sono particolarmente rigide, conviene proteggere le mani con guanti traspiranti. Tieni presente che servono anche in caso di caduta, per fare presa sulla piccozza e aiutare un compagno in difficoltà.

Il contatto con la neve o il ghiaccio li può bagnare, per cui è bene avere a disposizione diversi tipi di guanti tecnici, dotati anche di isolamento e impermeabilità che tengano calde le mani e le dita. Può essere utile disporre di modelli con guanto interno più leggero.

Per l’arrampicata tecnica su terreni rocciosi, misti o sulle vie ferrate, i guanti sono costituiti da materiali rigidi e resistenti ma non sono studiati per proteggere dal freddo. Può essere utile portarne un paio in più nel caso le temperature dovessero scendere.

La necessità di non avere solo un paio di guanti con sé dipende anche dal fatto che sono un materiale che si consuma, che puoi perdere: spesso dopo una stagione intensa li devi cambiare.

Poiché trovi guanti tecnici anche a basso prezzo non conviene il fai da te. Nella vendita online trovi molti modelli a diverse fasce prezzo, dai più economici a quelli costosi. Diffida di chi ti consiglia di non usarli ma fatti un’opinione leggendo le recensioni nel web.

 

#1 Guanti lana Komperdell Alpine

I migliori per: senza cuciture

Sono sviluppati con un’esclusiva tecnologia che unisce le diverse parti con saldatura a caldo, senza giunte. In questo modo garantiscono una perfetta tenuta, una totale protezione dal vento e dal freddo e un tocco molto sensibile.

Si rivelano anche impermeabili. Il materiale traspirante a quattro strati incrementa la sensazione di comfort. Antiscivolo, sono resistenti all’abrasione.

La fodera interna con lana merino ottimizza l’isolamento termico. Sono disponibili in quattro taglie, dalla S alla XL.

  • Tenuta
  • Impermeabili
  • Alta sensibilità

 

#2 Guanto Mezze Dita Climbing Technology Progrip

I migliori per: molto robusti

Resistentissimi, proteggono efficacemente le mani anche in quelle operazioni in ascesa che prevedono l’impiego della corda per arrampicata, oppure a una fune metallica.

Si caratterizzano per molteplici dettagli pratici e funzionali, che ne incrementano il comfort e traspirabilità. Sono inoltre ulteriormente irrobustiti con un doppio strato di pelle naturale in corrispondenza del palmo e nella parte tra pollice e indice.

In corrispondenza del pollice si trova una fascia tergisudore integrata. Hanno una pratica chiusura in velcro e sono forniti in cinque taglie, dalla S fino alla XXL.

  • Robusti
  • Altamente protettivi
  • Traspiranti

 

#3 North Face W Etip Guanti arrampicata

I migliori per: touchscreen

Questi guanti sono studiati con funzionalità eTIP per consentire l’utilizzo con dispositivi touchscreen. Altamente traspiranti e confortevoli, sono prodotti al 93% in poliestere e al 7% elastan.

Il palmo della mano è antiscivolo. Sono proposti in quattro taglie (XS, S, M, L) e assicurano una vestibilità ottimale.

  • Grip
  • Confortevoli
  • Traspiranti

 

#4 Salewa Rappel DST Guanti da arrampicata

I migliori per: attività in alta montagna

Esteticamente molto curati, sono guanti tecnici ideali da indossare per attività sportive in montagna. Sono realizzati in Durastretch robusto, elastico e leggero, con una fodera in soffice pile Micro Bemberg.

Il polsino è regolabile e il pollice e il palmo sono rinforzati con pelle di capra. I tessuti Durastretch sono un classico nei capi d’abbigliamento per la montagna: estremamente confortevoli e leggeri, molto resistenti a strappi e abrasioni, sono fatti per durare nel tempo.

Sono ideali per il periodo estivo perché la particolare struttura del tessuto consente di eliminare rapidamente il sudore.

  • Elastici
  • Leggeri
  • Resistenti

 

#5 Guanti da arrampicata Edelrid

I migliori per: ampia disponibilità di taglie

Sono disponibili in 6 taglie, dalla XS alla XXL, garantendo così una grande vestibilità. Il dorso è in materiale sintetico, mentre il palmo della mano è in pelle di vitello.

Le dita sono efficacemente imbottite, e la sensibilità è molto elevata, per consentire di maneggiare le corde. La chiusura è in velcro ed è quindi regolabile in base alle proprie esigenze.

  • Alta sensibilità
  • Imbottiti
  • Grip




Quando è importante usarli?

Se dai un’occhiata ai forum specializzati, ti accorgi che c’è spesso confusione sulle condizioni di utilizzo di questo tipo di guanti.

In linea di massima, possiamo dire che sono molto efficaci in combinata con gli assicuratori di arrampicata, con le imbracature, nella pratica del crack climbing (anche se la maggior parte delle persone costruisce dei guanti a nastro usando un nastro da arrampicata), nelle scalate alpine e nelle arrampicate su ghiaccio.

Sono anche preziosi alleati contro il freddo nelle giornate in cui il gelo è penetrante, per un semplicissimo scopo: scaldarti le mani!

 

Quali tipi ci sono?

I guanti costituiscono uno degli accessori più importanti dell’equipaggiamento da arrampicata. Nessun modello è “quello giusto” e le preferenze personali giocano un ruolo fondamentale.

È necessario che i guanti non solo mantengano le mani calde e asciutte, ma che assicurino anche il grado di destrezza necessario per raggiungere i propri obiettivi di arrampicata.

 

Valuta le condizioni meteo

Per capire quale tipo di guanti andrà bene per te, valuta con attenzione le temperature e le condizioni meteo che potresti trovare durante la tua arrampicata. Non è un segreto che il tempo in montagna può cambiare rapidamente e che quindi sia molto difficile da prevedere.

La stima è basata su alcuni fattori che conosci e su alcuni che non puoi conoscere. Se non sei ancora sufficientemente esperto, il consiglio è quello di non rischiare e di avere un approccio conservativo: scegli il tipo più caldo e maggiormente impermeabile.

 

Considera il tipo di arrampicata

Prima di effettuare la scelta del guanto, prova a pensare quale grado di destrezza e sensibilità è richiesta alla tua mano per affrontare l’arrampicata. In generale, più è complessa l’impresa, maggiore è la destrezza necessaria: in questo caso, puoi orientarti verso un paio di guanti sottili che garantiscano un’efficace aderenza. Con l’esperienza la tua sensibilità aumenterà, ma all’inizio meglio andare sul sicuro: scegli il tipo caldo e asciutto, piuttosto che quello più performante ma che ti può offrire una minore protezione.

In quelle condizioni in cui non è richiesto l’utilizzo di moschettoni e non è necessario eseguire operazioni relativamente delicate con le dita, vanno bene quasi tutti i guanti impermeabili e termicamente isolati.

 

4 consigli per trovare quelli giusti

Sei ancora indeciso su quale tipo di guanto scegliere? Dai un’occhiata ad alcuni consigli che riportiamo qui sotto.

 

Consiglio n.1: impara dall’esperienza

Se hai già provato in arrampicata uno o più paia di guanti, prova ad annotare su un foglietto i punti di forza e di debolezza di ciascuno. Questa procedura ti aiuterà a capire quali sono le caratteristiche che dovrai cercare nel tuo prossimo modello.

 

Consiglio n.2: scegli la misura adatta

È un dato di fatto: i guanti troppo grandi e ingombranti sono un vero impiccio. Ti penalizzano nell’agilità e ti fanno perdere tempo prezioso, oltre a diminuire i margini di sicurezza. Scegli quindi sempre la taglia corretta, che ti calzi perfettamente.

 

Consiglio n.3: meglio abbondare

Le tue mani sono indispensabili durante l’arrampicata: devi prendertene la massima cura. Ciò significa che devi fare il possibile perché siano sempre correttamente asciutti e funzionali. Quindi, acquistane due paia e porta sempre con te un paio di ricambio.

 

Consiglio n.4: la traspirazione è importante

Non c’è niente di peggio che arrivare quasi alla meta e provare un’irrefrenabile voglia di togliersi i guanti perché le tue mani sono completamente sudate. Per evitare questa spiacevole sensazione, che può riempire di sgradevoli ricordi un’impresa da manuale, verifica il livello di traspirazione che i tuoi futuri guanti sono in grado di garantirti.

 

Quale materiale è il più adatto

I guanti da arrampicata che trovi in commercio sono generalmente realizzati in pelle di vacchetta, pelle di capra o materiale sintetico. Puoi anche trovare modelli che accolgono un mix di questi materiali.

L’aspetto che maggiormente li caratterizza è la durata. Dei tre, la pelle di vacchetta è il materiale più robusto e resistente. La pelle di capra è più morbida e confortevole, ma meno resistente. I materiali sintetici utilizzati per i guanti da scalata sono in genere meno durevoli e più morbidi, come la pelle di capra.

 

Salita o discesa?

Se pensi di dover sollecitare i tuoi guanti in discese impegnative, scegli un modello che possa resistere a forti attriti. I guanti in pelle di vacchetta sono i migliori per questo. Oppure puoi optare per un guanto che ha, per lo meno, una sezione di pelle di vacchetta nei punti più critici, come il palmo.

Se invece prediligi i tratti in ascesa, ti consigliamo un guanto che faciliti la destrezza del movimento. Per questo è preferibile un modello con pelle più sottile, come pelle di capra o pelle sintetica di buona qualità.

 

Resistenza o destrezza?

Nei guanti da arrampicata, difficilmente robustezza e destrezza si combinano tra loro. Generalmente, i guanti in pelle di vacchetta sono i più resistenti ma non favoriscono l’agilità. I guanti in pelle di capra e sintetici sono meno resistenti e al contempo più destrutturati.

Se si desidera la perfetta combinazione di durata e destrezza, si consiglia di cercare un guanto con dita di pelle di capra o pelle sintetica e un palmo rinforzato in pelle di vacchetta. Oppure, se stai prendendo in considerazione un modello senza dita, puoi optare per un guanto senza dita di pelle di vacchetta.

La destrezza è anche un fatto di taglia dei guanti. Non puoi pensare di procedere in modo spedito se ne indossi un paio troppo grandi. Considera anche che la pelle tende a lasciarsi andare nel tempo.

 

Meglio con dita o senza dita?

I vantaggi dei guanti senza dita sono evidenti: puoi maneggiare gli attrezzi molto agilmente e arrampicarti molto meglio. I guanti a dita intere, d’altra parte, proteggono meglio le dita ma rendono più difficile la gestione dell’equipaggiamento.

Quindi, ancora una volta, torna a riflettere sul perché sei alla ricerca di un paio di guanti da arrampicata. Hai bisogno di più destrezza, di maggiore protezione o di qualcos’altro?

I guanti senza dita si prestano meglio all’arrampicata. I guanti integrali si prestano meglio ad assicurare e calarsi in corda doppia. Anche se, a seconda di quanta destrezza hai bisogno, potresti anche usare guanti senza dita per quest’ultimo scopo.