Bisogno di Più Spazio? Aggiorna il Tuo PC con Le 5 Migliori SSD

Le applicazioni, i programmi e file occupano parecchio

spazio sul nostro computer senza contare tutte le foto, i video e i documenti.

Ecco perché fareste meglio ad aggiornare il vostro PC con la migliore SSD.

A differenza dei tradizionali hard drive, più grandi e lenti, le SSD sono decisamente più veloci e compatte ed hanno finalmente raggiunto prezzi accessibili dalla maggior parte degli utenti.

In grado di portare enormi miglioramenti al vostro computer con la loro capacità e velocità, vale davvero la pena considerare l’acquisto di una SSD.

Nei paragrafi successivi entreremo più nel dettaglio per quanto riguarda le tipologie di tale dispositivo, la capacità che più si adatta alle vostre necessità e quali sono i 5 migliori modelli sul mercato.

 




Qual è la Migliore SSD?

Nella seguente lista vi consiglieremo le 5 migliori SSD presenti sul mercato, acquistabili tramite i vari negozi di vendita online.

Includendo sia i prodotti più economici con il prezzo più basso, che quelli un po’ più costosi, le SSD che vi descriveremo sono state selezionate dopo una lunga ed attenta ricerca.

Vi esortiamo anche a leggere le opinioni e le recensioni dei clienti che hanno già acquistato questi articoli, in modo da avere più elementi possibili da aggiungere alla valutazione della vostra scelta. Per farlo, vi basterà semplicemente cliccare sui link posti dopo la descrizione di ciascun prodotto.

 

1.Crucial MX300 Interno da SSD

Il primo prodotto sulla nostra lista è la SSD MX300 della Crucial.

Questo prodotto è disponibile nelle versioni da 1 TB, 275 GB, 525 GB, 2 TB e 750 GB, quindi non avrete problemi a trovare la capacità che più si adatta alle vostre esigenze.

La MX300 è in grado di offrire letture e scritture sequenziali fino a 530 – 510 MB/s su tutti i tipi di file, e letture e scritture casuali fino a 92k – 83k su tutti i tipi di file.

Ha inoltre un’efficienza energetica più di 90 volte superiore rispetto a quella di un disco rigido tradizionale, un’accelerazione dinamica della scrittura che consente salvataggi e trasferimenti di file più rapidi, ed una resistenza maggiore rispetto a un disco rigido dal momento che non sono presenti piccole parti mobili soggette a guasti.

 

2.Samsung MZ-75E500B SSD 850 EVO

La MZ-75E500B 850 EVO della Samsung, ha una capacità di 500 GB.

Questa SSD dispone di un interfaccia SATA III di 2.5 pollici, perfetta per computer portatili, notebook e computer desktop. Spessa solo 7 mm, la 850 EVO può raggiungere una velocità di lettura di 540 MB/s ed una di scrittura di 520 MB/s.

Con il suo peso di 54 g e le sue dimensioni che corrispondono a 10 x 7 x 0,7 cm, questo dispositivo della Samsung ha una connessione di 6 GB/s SATA ed è dotato di diverse tecnologie avanzate come quella V-Nand e TurboWrite.

La SSD, inoltre, ha una crittografia AES a 256-bit e una garanzia di 5 anni.

 

3.SanDisk Plus Memoria a Stato Solido SSD

La SanDisk ci propone la sua memoria a stato solido Plus da 120 GB, 240 GB o 480 GB.

Fino a 20 volte più veloce rispetto ad un normale disco rigido, questa SSD ha un avvio, una spegnimento, un caricamento ed una risposta da parte delle applicazioni, più rapido.

Testata per resistere agli urti, anche in caso di caduta del computer, la SanDisk Plus ha un’interfaccia SATA Revision 3.0, con una velocità di trasferimento dati di 6 GB/s (retrocompatibile SATA 3Gb/s e SATA 1.5Gb/s).

La tecnologia di memoria è SLC, la migliore sul mercato, e con la sua architettura a bassa potenza utilizza in misura minima le risorse del sistema.

L’unità consuma meno potenza e genera meno calore di un tradizionale HDD, per cui carica di meno l’alimentatore e il sistema di raffreddamento del PC.

La velocità di lettura sequenziale raggiunge i 530 MB/s; quella della scrittura sequenziale i 400 MB/s. La temperatura di funzionamento va dagli 0˚C ai 70˚C.

 

4.DREVO X1 SSD

Il prossimo dispositivo che vi consigliamo è la SSD X1 della Drevo.

Estremamente compatta e reattiva, questa memoria a stato solido ha una velocità di lettura di 500 MB/s ed una di scrittura di 90 MB/s.

Se volete dare nuova vita al vostro computer, la X1 della Drevo è la SSD che fa per voi. Grazie alla sua notevole resistenza, utilizzando una memoria Hynix MLC di alta qualità, questo prodotto durerà più a lungo di tutti gli altri componenti senza rallentare.

Grande 7 x 100 x 69.7 mm e pesante 82 g, la X1 ha un fattore di forma di 2.5 pollici ed è disponibile in diverse capacità: 240 GB, 60 GB, 120 GB, 128 GB, 240 GB, 128 GB, 256 GB e 256 GB.

E’ inoltre dotata di una garanzia di 3 anni.

 

5.Unità a stato solido SSD KingDian

L’ultimo prodotto che vi proponiamo in questa guida all’acquisto è la SSD della KingDian.

Disponibile nelle capacità di 120 GB, 60 GB, 240 GB e 480 GB, questa SSD è ultra slim, spessa solo 7 mm.

Il tipo di interfaccia è SATA III, TLC, con un fattore di forma di 2.5 pollici, e la velocità di lettura e scrittura sequenziale dei dati arriva fino a 447.3 -79.2 MB/s.

Questo prodotto della KingDian ha un tempo medio fra i guasti di 1’500’000 ore, ed uno di conservazione dei dati di 10 anni.




La Tua Guida all’Acquisto per le Migliori SSD

Le unità allo stato solido (solid state drive) sono una scelta comune quando si tratta di conservare file in tablet e smartphone, i quali fanno affidamento sulle loro piccole dimensioni e la loro robustezza. Queste caratteristiche possono ritornare utili anche nei PC desktop fissi e specialmente nei laptop, ma la ragione più importante per cui dovreste passare ad una SSD, è la sua maggiore velocità se confrontata con quella dei tradizionali hard drive.

Il fattore velocità influenza l’intera esperienza dell’utente dal momento che le applicazioni vengono lanciate quasi immediatamente, le pagine web si caricano più in fretta, e i file vengono copiati in una frazione di secondo.

 

Quanto Dovrei Spendere?

Ci sono voluti 6 anni o più, ma siamo finalmente arrivati al momento dove le SSD sono effettivamente un componente ad un prezzo accessibile per qualsiasi utente. E se il vostro portafoglio non ce la fa ad arrivare nemmeno a 100 euro, potete sempre optare per una SSD da 250 GB. Intorno ai 140 euro, invece, otterrete un dispositivo da 500 GB.

Certamente, un hard drive tradizionale è ancora molto più economico, ma potete sempre installare Windows e i vostri programmi più utilizzati su una SSD e tenere tutta la vostra musica, video e foto su un grande hard disk.

 

Quale SSD dovrei Comprare?

Per coloro che cercano le prestazioni migliori, non si tratta solo di comprare la SSD più economica sul mercato, ma piuttosto la più veloce incondizionatamente dal prezzo che possa avere.

Le performance –in termini di velocità con cui i dati vengono letti e scritti- hanno effettivamente raggiunto l’apice tra le SSD SATA. Non è che le memorie flash hanno raggiunto il loro limite, tutt’altro, ma l’interfaccia Serial ATA tra le flash ed il vostro computer sta diventando sempre di più, una via a senso unico.

Ecco perché c’è un nuovo tipo di SSD che si connette con il PCI Express bus del vostro PC. Queste sono anche chiamate SSD nVME. Avrete bisogno di una scheda madre con uno slot PCIe M.2, oppure di un adattatore PCIe per una scheda madre più vecchia che non dispone di questo slot.

Le SSD che vi abbiamo proposto rappresentano i modelli più performanti sul mercato, con l’aggiunta di qualche opzione più economica per coloro che non desiderano per forza il top di gamma.

 

MLC, TLC e SLC?

Sono presenti varie tecnologie di SSD, con architetture che vanno dalla MLC (multi level cell), alla più economica TLC (triple level cell flash). Durante la vostra ricerca potreste addirittura imbattervi nelle SLC (single level cell), ovvero i dispositivi più rari e costosi. La differenza tra queste tecnologie di celle, si riduce alla quantità di bits (dati) che una singola cella (dentro alla SSD) può supportare.

Le TLC ne supportano tre, le MLC due, e le SLC uno. Più grande è il numero di bits per cella, più è alta la possibilità di fallimento, inconsistenze e performance. Tuttavia, dal momento che questa è una conoscenza comune e radicata tra i clienti, i produttori hanno trovato modi per aggirare le limitazioni delle tecnologie SSD, ma è importante comunque notare cosa sia stato usato nella vostra SSD, indipendentemente dalla sua performance.

Quando comprate una SSD, se mettete al primo posto l’integrità dei dati, cercate prodotti con lunghe garanzie e alti limiti di scrittura; altrimenti, con l’aiuto di backup costanti, la perdita di dati non è più un problema così grande al giorno d’oggi. Diverse SSD richiedono più o meno potenza quando sono attive o inattive, e ci sono diverse valutazioni di potenza per quando un laptop è in stato di standby o in ibernazione.

Sfortunatamente, non possiamo misurare il consumo di energia in casa, e ogni produttore ha il suo modo personale di presentare i numeri sotto la migliore luce possibile, quindi non possiamo stabilire per certo quale dei modelli abbia il migliore risparmio di energia.

Per coloro che stanno cercando una SSD per il loro laptop, assicuratevi che le dimensioni del prodotto che volete acquistare siano giuste per lo slot del vostro dispositivo: la maggior parte delle SSD è grande 69.9 x 100.1 x 7 mm, mentre altre possono essere spesse 9.5 mm.




Hai Davvero Bisogno di una SSD?

Comprare una SSD è un ottimo modo per aggiornare quasi qualsiasi computer vecchio di qualche anno, dotato di un hard drive tradizionale oppure di una SSD di pochi GB.

In generale, dovreste acquistare questo prodotto solo se avete intenzione di continuare ad usare il vostro computer per almeno un altro anno, oppure se siete certi di poter spostare la SSD nel vostro prossimo PC: non ha senso aggiornare un dispositivo che state per sostituire.

Se il vostro computer dispone già di una SSD, l’unica ragione sensata per comprarne una nuova è perché state per esaurire lo spazio: se la vostra attuale SSD è piena più del 75 – 80 %, vale la pena passare ad una SSD più larga.

La maggior parte delle persone non noterà nessuna differenza tra le diverse velocità di scrittura, a meno che non dobbiate scrivere grandi file ogni giorno –come ad esempio editare file video in 4K, oppure usare software 3D- in quel caso un paio di secondi in più possono essere particolarmente utili e valere la spesa di un prezzo più alto.

 

Di quanti Gigabyte Hai Bisogno?

Una SSD da 500 GB dovrebbe andare bene per la stragrande maggioranza degli utenti, a meno che non sappiate già di aver bisogno di più spazio.

Non comprate una SSD che abbia meno di 250 GB: i dispositivi con capacità di 128 GB o meno non valgono la spesa, questi infatti non hanno abbastanza spazio per contenere un sistema operativo più tutti i file dell’utente, e sono generalmente più lenti dei drive da 500 GB o 1 TB.

Una SSD da 250 GB va bene, ma una da 500 GB non costa molto di più e vi permetterà di non esaurire tutto lo spazio disponibile così velocemente; inoltre, alcuni modelli da 250 GB, sono come i modelli da 128 GB, più lenti delle loro controparti da 500 GB.

All’altro estremo abbiamo le SSD da 1 TB che costano più o meno come i dispositivi da 500 GB per quanto riguarda il prezzo per gigabyte; ma a meno che non siate certi di utilizzare tutto questo spazio non vi conviene spendere circa 300 € per un modello con tanta capacità.

 

Ottimizza la tua SSD per una Performance Ottimale

Per la maggior parte, non c’è molto che possiate fare per ottimizzare la vostra SSD. Questa, infatti, è già molto veloce e dovrebbe fare il suo lavoro senza nessun aggiustamento. Detto questo, potete ottenere prestazioni migliori ed una maggiore longevità facendo un paio di rettifiche.

Abilitare il TRIM

La primissima cosa che dovreste fare dopo aver installato ed impostato la vostra SSD, è quella di abilitare il TRIM. Cos’è il TRIM, esattamente? Wikipedia ce lo spiega in poche parole: “Il comando TRIM permette a un sistema operativo di indicare i blocchi che non sono più in uso in un’unità a stato solido (o “SSD”), come per esempio i blocchi liberati dopo l’eliminazione di uno o più file.”

In pratica, evita che la vostra SSD venga usata in modo eccessivo. Proprio come ogni altro componente elettronico, le SSD hanno una durata della vita limitata. Il TRIM aiuta ad estendere questa durata leggermente, quindi dovreste assolutamente abilitarlo se il vostro drive lo supporta.

Non Deframmentare la SSD

Quando un dato viene conservato in un dispositivo, spesso finisce in varie parti che non si trovano tutte nello stesso luogo. Ciò viene chiamato frammentazione e rallenta i dischi rigidi perché la testina del drive deve muoversi da una parte all’altra per leggere tutti i piccoli pezzi di informazione. Questo può essere aggiustato usando un processo chiamato deframmentazione, presente anche nelle versioni di Windows (dalla 7 in su) e OS X. Dal momento che il luogo dove si trova un dato è irrilevante per le SSD, visto che il dispositivo può accedervi immediatamente dovunque questo si trovi, deframmentare la vostra SSD non solo è inutile ma anche dannoso per il drive.

Le SSD hanno una durata della vita basata su quanto vengono utilizzate, e deframmentare il disco richiede un processo di scrittura e lettura inutile che ridurrà la durata della vostra SSD.

OS X e Windows dovrebbero sapere quando state usando una SSD e quindi disabilitare la deframmentazione automaticamente.

Comunque sia, è importante ricordare che deframmentare la vostra SSD non porterà nessun beneficio, ma anzi ne accorcerà la vita.




Reply