Le 5 Migliori Custodie per Chitarra Elettrica: E La Porti Dove Vuoi

Migliore-Custodia-per-Chitarra-EelttricaHai una chitarra elettrica e ti capita di suonare fuori casa? Se è così, allora è bene proteggere il tuo prezioso strumento con la miglior custodia per chitarra elettrica.

La scelta del modello giusto non è una mossa casuale. In questa guida vengono presentati tutti gli aspetti da valutare prima di procedere all’acquisto.




Le 5 Migliori Custodie per Chitarra Elettrica

La vendita online di Amazon è il posto privilegiato per acquistare il modello più adatto alle tue esigenze.

Qui infatti non solo trovi il prezzo più basso, ma hai la possibilità di conoscere da vicino le opinioni dei chitarristi che hanno già effettuato l’acquisto per il loro strumento, sia esso una Fender, una Gibson, una Yamaha

 

Custodia rigida per chitarra elettrica Rocktile

La migliore per: rapporto qualità e prezzo

È una custodia resistente e robusta, con rivestimento molto spesso che protegge efficacemente lo strumento. Di tipo “single cut style”, si presta ad accogliere qualsiasi chitarra elettrica in stile Les Paul.

Ha un vano integrato interno adatto a contenere i plettri. Si chiude con la serratura (la chiave è in dotazione). Ha una lunghezza di 102 centimetri e pesa 3,1 chilogrammi.

  • Single cut style
  • Robusta
  • Accessoriata

Acquista su Amazon a EUR 72,79

 

Borsa per Chitarra Elettrica in tessuto Mugig PDH

La migliore per: capienza

Realizzata in tessuto Oxford 600D di elevata qualità, questa custodia si fa apprezzare per la sua capienza (le dimensioni interne sono di 100 x 35 x 6 centimetri).

Morbida e imbottita con uno strato di cotone spesso 1 centimetro, protegge adeguatamente lo strumento. È resistente allo strappo ed è idrorepellente. Si rivela anche leggera e facile da portare in giro con le cinghie fornite in dotazione.

  • Imbottita
  • Anti-strappo
  • Idrorepellente

Acquista su Amazon a EUR 25,99

 

Gator GL-Electric

La migliore per: elevata protezione

È una custodia semi-rigida dal look veramente professionale. La sua struttura in eps protegge in modo efficace la chitarra elettrica. Il rivestimento esterno e le maniglie sono in nylon, mentre quello interno è felpato con supporto per il manico.

I diversi accessori come plettri e corde di ricambio possono essere riposti nel vano interno o nella tasca esterna. Si chiude con una robusta zip ed è dotata di tracolla.

  • Design
  • Robusta
  • Pratica

Acquista su Amazon a EUR 58,00

 

Custodia per chitarra elettrica Ibanez IGB510

La migliore per: praticità

Il suo sistema di chiusura “Smart Zipper” con cerniera permette di estrarre lo strumento in modo veloce e sicuro. È dotata di una maniglia e di due spalline imbottite che consentono di indossarla come uno zaino.

Per ottimizzare il trasporto, la parte superiore del manico può essere fissata con la striscia di velcro interna. Ha un’imbottitura di 3 centimetri (1,5 centimetri nella parte latrale).

È multitasche e una di queste è specifica per custodire lo smartphone o il lettore mp3.

  • Imbottita
  • Multitasche
  • Pratica

Acquista su Amazon a EUR 49,00

 

Borsa in nylon imbottita Roling’s

La migliore per: prezzo interessante

Di colore nero, con interno e finiture rosse, questa custodia per chitarra elettrica ha una lunghezza di 103 centimetri e un’imbottitura di 8 millimetri. Il trasporto è comodo e molto pratico grazie alla presenza di due spallacci regolabili.

È anche presente una maniglia resistente in posizione laterale. I piccoli accessori trovano facilmente posto nell’ampia tasca frontale.

  • Comoda
  • Pratica
  • Imbottita

Acquista su Amazon a Vedi su Amazon.it




Custodia rigida o flessibile per chitarra elettrica?

Per i chitarristi in viaggio, la custodia rappresenta un accessorio indispensabile. Fornisce infatti un’adeguata protezione dello strumento e ne facilità il trasporto.

In commercio si possono trovare tipologie sia morbide sia rigide. Quelli flessibili sono più leggere e pratiche da trasportare, dal momento che sono spesso dotate di spallacci che permettono di indossarle come se fosse uno zaino.

I tipi rigidi invece sono più massicci, sono forniti di una maniglia laterale e garantiscono una protezione di alto livello dello strumento e dei suoi accessori. Sono generalmente indicati per un impiego di tipo professionale.

Una via di mezzo fra queste due tipologie è la custodia semirigida, vale a dire morbida all’esterno e rigida all’interno.

 

Caratteristiche della custodia per chitarra elettrica?

Una buona custodia si giudica prima di tutto dal suo peso. Deve dare l’idea di un’elevata consistenza quando la prendi in mano. Se hai la sensazione che sia fragile o troppo leggera, probabilmente non è adeguata a svolgere il suo delicato compito protettivo.

È bene anche che sia idrorepellente. Anche se non dovrai necessariamente trasportare la tua chitarra sotto una tempesta, la resistenza all’acqua è anche sinonimo di barriera contro l’umidità e le variazioni di temperatura: due veri e propri nemici del tuo strumento!

Possono infatti causare danni strutturali come crepe o rotture. Ma, senza arrivare a questi casi limite, compromettono comunque la buona tenuta dell’accordatura.

 

Quanto spendere per la custodia della chitarra elettrica?

Prima di pensare all’investimento, considera attentamente le motivazioni che ti spingono ad acquistare una custodia per il tuo strumento.

Che uso intendi farne? Se suoni fuori casa solo occasionalmente, oppure ti muovi nella tua città, può anche andare bene un modello flessibile adeguatamente imbottito, il cui costo è nettamente inferiore ai tipi rigidi.

Se invece hai intenzione di portare con te la chitarra in lunghe trasferte, magari anche in aereo o in treno, meglio garantirle la massima protezione.

Ma se rimani quasi sempre a casa, i rischi di rovinare la chitarra si riducono drasticamente. In questo caso, può essere sufficiente un tipo morbido, giusto per proteggerla dalla polvere (anche l’umidità è sempre in agguato).

Tuttavia, se hai investito diverse centinaia di euro per acquistare lo strumento, che senso ha risparmiarne poche decine e acquistare una custodia di basso livello?




Protezione della custodia per chitarra elettrica?

Il livello di protezione varia sensibilmente in base al tipo di rivestimento e all’imbottitura presente nella custodia.

Maggior imbottitura significa, naturalmente, maggiore protezione durante gli spostamenti. Tuttavia, questo aspetto può influire sulla maneggevolezza e sulla trasportabilità.

La maggior parte dei modelli sono rivestiti in nylon, un materiale che, com’è noto, è idrorepellente. Ciò non significa ovviamente che la custodia è a tenuta stagna. Se qualche goccia di pioggia non è certo la fine del mondo, ben altra cosa è un violento temporale.

Cinghie della custodia per chitarra elettrica?

Alcuni modelli prevedono solamente una maniglia laterale, molto robusta per consentire di trasportare lo strumento in totale sicurezza.

Altri sono invece dotati anche di spallacci, che consentono di indossare il contenitore proprio come se fosse uno zaino. Si tratta di una caratteristica da non sottovalutare.

Portando lo strumento sulla schiena si hanno infatti entrambe le mani libere: e in questo modo si possono trasportare facilmente anche gli amplificatori, i pedali degli effetti e tutto ciò che occorre alla performance musicale.

 

Tasche della custodia chitarra elettrica?

Molte borse sono dotate di comode tasche esterne. Questa è una caratteristica ideale per i musicisti che hanno bisogno di viaggiare con altre apparecchiature come cavi, capi, sintonizzatori, corde e ogni genere di accessori.

Nei modelli più al passo con i tempi sono anche presenti apposite tasche per lo smartphone e il lettore mp3.




Viaggiare in aereo con la chitarra elettrica?

La chitarra è uno strumento fragile, ma molte persone non lo sanno. Se sei in procinto di prendere l’areo, è una buona idea proteggerla con un’imbottitura supplementare: vanno benissimo inserire delle t-shirt e delle salviette in spugna all’interno della custodia. Fai particolare attenzione alla cavigliera e al manico, che sono i punti più fragili.

Le variazioni di temperatura e di pressione durante il volo possono mettere a dura prova la tensione delle corde: si consiglia sempre di allentarle per non rischiare di danneggiare irreparabilmente il manico.

Per evitare spiacevoli sorprese, si consiglia di verificare sui siti delle compagnie aeree quali sono le politiche di trasporto adottate per gli strumenti.

Reply