I 5 Migliori Poggiapiedi Da Scrivania: Benessere In Punta Di Piedi

miglior-poggiapiedi-ergonomico
Il miglior poggiapiedi da scrivania è uno strumento indispensabile per tutti coloro che passano ogni giorno molto tempo alla scrivania, in ufficio o a casa.
Se si trascorrono più di sei ore al giorno stando seduti con posture inadeguate e poco corrette, a lungo termine si possono avere problemi di salute: mal di schiena, disturbi di circolazione alle gambe, mal di collo.
In effetti, senza accorgersene ci si appoggia spesso alla spalliera e, lentamente, si lasciano scivolare i piedi lungo il pavimento, assumendo una posizione a dir poco scomposta. E i dolori di vario genere sono sempre in agguato.
Una soluzione semplice ed economica è quella di acquistare un poggiapiedi ergonomico da collocare sotto postazione di lavoro.
Questa piccola pedana offre un vero e proprio supporto lombare, consentendo di stare seduti molto più dritti e di riposare i piedi. In questo modo, la circolazione sanguigna delle gambe migliora in modo tangibile e ci si sente anche meno “rigidi” quando ci si alza dalla sedia.
La postura generale migliora progressivamente e, grazie a un poggiapiedi regolabile, spariscono tutti quei fastidiosi doloretti alla schiena e al collo che insorgono dopo svariate ore di lavoro alla scrivania.
Ma come può una semplice pedana risolvere tutti questi problemi? È molto semplice. Questo piccolo dispositivo favorisce l’allineamento della colonna vertebrale e impedisce ai piedi di scivolare e di incurvare il corpo verso il basso. Di conseguenza, ci si siede in posizione molto più dritta. A tutto vantaggio del benessere.



Qual è il miglior poggiapiedi da scrivania?

Un poggiapiedi da scrivania può contribuire ad eliminare la stanchezza alle gambe e alla schiena, aiuta ad aumentare la produttività e, nel complesso, ci fa sentire meglio più a lungo anche dopo aver smesso di lavorare.

Con questo tipo di pedane, i piedi appoggiano con una leggera angolazione sotto la scrivania. Un aspetto molto importante è che l’altezza è regolabile in base alla lunghezza delle gambe. Inoltre, molto modelli hanno piattaforme antiscivolo.

Quando si considerano le diverse proposte del mercato alla ricerca del modello più adatto, una particolare attenzione va posta alla dimensione del supporto, in particolare in caso di statura agli estremi delle altezze. Questa guida nasce proprio per consentire di identificare il modello più consono alle proprie esigenze.

1. Kensington Solemate Plus

Il migliore per: regolazione totale

È studiato per ridurre la tensione e l’affaticamento muscolare supportando le gambe con la migliore angolazione. L’altezza può essere regolata da 8,9 a 12,7 cm.

L’angolazione è regolabile fino a 20° per un comfort personalizzato: la posizione scelta viene boccata attraverso la semplice pressione del piede. L’inserto per i piedi è leggermente ruvido e antiscivolo. Robusta e resistente, la struttura ha una dimensione di 450 cm x 350 cm (l x p).

 

2. Fellowes Microban

Il migliore per: protezione antibatterica

Progettato con un design altamente ergonomico, questo poggiapiedi regolabile contiene una protezione antibatterica Microban per combattere la proliferazione di batteri dannosi.

La posizione è regolabile con la pressione di un piede e la piattaforma oscilla liberamente avanti e indietro per stimolare la circolazione sanguigna di piedi e gambe.

Si prevengono così i dolori articolari, assicurando una corretta postura. È un prodotto accreditato Fira International, un organismo indipendente di accreditamento ergonomico.

 

3. Poggiapiedi Solesaver Kensington

Il migliore per: rapporto qualità/prezzo

È possibile effettuare la regolazione a tre differenti altezze e ad altrettante inclinazioni (rispettivamente a 10°, 15° e 20°), offrendo così un comfort personalizzato. Grazie a questa soluzione, è possibile ridurre gradualmente ogni genere di fastidioso dolore dovuto a una postura non corretta.

In particolare, viene ridotta la pressione nella parte inferiore della schiena e viene migliorata la circolazione. È presente un’ampia superficie antiscivolo per i piedi delle dimensioni di 45 x 35 cm.

 

4. Fellowes standard

Il migliore per: superficie anatomica antistress

La sua piattaforma è basculante e stimola così un movimento dolce e continuo, mantenendo sempre in movimento gli arti anche quando si è seduti per lungo tempo.

Il supporto presenta una superficie anatomica antistress e segue l’arco naturale dei piedi per garantire il massimo comfort.

La struttura è dotata di piedini antiscivolo e ha un’altezza regolabile in due posizioni. La superficie ruvida massaggia le piante dei piedi per dare sollievo alla tensione. Il prodotto è accreditato Fira.

 

5. Poggiapiedi Regolabile Techly

Il migliore per: budget contenuto

Molto resistente, questa pedana è realizzata in robusto materiale ABS e metallo. Sia l’altezza che l’angolo d’inclinazione del poggiapiedi sono regolabili, aiutando così a mantenere una posizione corretta e allo stesso tempo comoda della schiena.

La struttura migliora la posizione delle gambe e, grazie alla superficie ruvida, favorisce un ottimale rilassamento dei piedi. È dotata di piedini antiscivolo e il suo piano ha una dimensione di 28 x 43 cm.




Poggiapiedi da scrivania per la schiena?

Il lavoro d’ufficio e l’utilizzo del computer, soprattutto se prolungato, può provocare qualche disturbo, essenzialmente per l’apparato muscolo-scheletrico e per la vista, insieme a molteplici problemi di affaticamento fisico.

Mantenere una postura corretta è difficile e spesso non si sa come mettere i piedi, per cui dopo ore che si sta seduti si iniziano a prendere pose strane che a lungo andare si riflettono negativamente sulla nostra schiena, le spalle, il collo e sulla muscolatura in generale. Tuttavia, osservando alcune norme di buona pratica è possibile prevenire questi piccoli, grandi fastidi.

 

Come si sta seduti alla scrivania?

La posizione di lavoro ideale prevede di mantenere la schiena diritta, le gambe a 90° con le ginocchia leggermente al di sopra dei fianchi, i piedi che poggiano bene a terra e un poco sollevati, la testa con ampio angolo di visuale sullo schermo del computer.

La direzione normale del tuo sguardo deve seguire una linea leggermente inclinata verso il basso: circa 35° e comunque non più di 60° rispetto a quella all’orizzontale. Proprio per questo la funzione del poggiapiedi è essenziale per una postura corretta.

 

Che cos’è un poggiapiedi da scrivania?

Oltre che per lavorare, un poggiapiedi da scrivania apporta innumerevoli benefici anche agli appassionati di gaming che trascorrono molte ore immersi nei loro giochi preferiti.

Si tratta di una piccola pedana ergonomica la cui funzione è fornire supporto alle gambe. In questo modo si mantiene una migliore posizione e si migliora la postura e la circolazione di chi lavora al computer e passa molto tempo seduto al tavolo.

Dotarsi di un poggiapiedi e di una buona sedia con adeguato supporto lombare permette di mantenere una posizione corretta mentre si sta alla scrivania.

 

Perché devo acquistare un poggiapiedi da scrivania?

L’acquisto di un poggiapiedi è complementare a quello della sedia e forma con essa un imprescindibile set-up ergonomico che porta beneficio a tutto il corpo. Però spesso è anche quello di cui ci si dimentica.

Eppure ci sono dei buoni motivi per cui l’acquisto di un poggiapiedi porta benefici al tuo corpo, soprattutto se ogni giorno passi molte ore seduto davanti al tuo pc, in ufficio e a casa. Qui di seguito puoi trovare alcuni buoni motivi per effettuare l’acquisto, con qualche spunto per identificare il modello più adatto alle tue specifiche esigenze.

 

I poggiapiedi vanno bene per chi non è molto alto?

Come sicuramente sai, per favorire una corretta postura è importante regolare la sedia alla giusta altezza. Ma anche il poggiapiedi gioca un ruolo importante, soprattutto per coloro che non sono particolarmente alti di statura.

Come anticipato poco fa, per ottenere il massimo beneficio da una sedia ergonomica è importante stare seduto con i piedi appoggiati sul pavimento, cosa che può essere difficile da fare quando non si è molto alti. Il poggiapiedi consente di mantenere gli arti inferiori ben appoggiati, distribuendo correttamente il peso, anche se non è possibile regolare in altezza la sedia.

 

I poggiapiedi da scrivania sono adatti a tutti?

Detto questo, non devi per forza essere di bassa statura per beneficiare di un corretto flusso circolatorio e di un miglioramento della pressione sanguigna che ti può fornire un poggiapiedi. Riducendo la pressione sulle gambe, questo accessorio può aiutare a prevenire coaguli di sangue legati alla trombosi venosa profonda, allevia la pressione sulla zona lombare, riduce il gonfiore e le vene varicose.

In tal caso, rappresenta un supporto assolutamente utile per ridurre il disagio e i problemi di circolazione che possono sorgere quando si rimane seduti per un tempo prolungato.

 

I poggiapiedi favoriscono una seduta attiva?

Sempre più studi rivelano che stare seduti tutto il giorno non è un bene per il proprio corpo. Fortunatamente, un poggiapiedi può essere una buona opzione per il movimento coassiale e la seduta attiva.

Alcune pedane, infatti, incoraggiano un movimento oscillante che mantiene le gambe in attività e potenziano la circolazione. In questo modo si evita l’insorgere del gonfiore ai piedi.

 

Poggiapiedi con la scrivania regolabile?

Stare in piedi mentre lavori non significa che il riposo ai tuoi arti inferiore non sia per te una valida opzione. Un poggiapiedi da scrivania regolabile è ideale per gli utenti che si devono ancora abituare alle cosiddette standing desk (tavoli cioè che possono essere regolati a diverse altezze manualmente o elettricamente), assicurandoti di massimizzare gli effetti sulla salute.

 

Il poggiapiedi da scrivania è confortevole?

Disporre di un poggiapiedi è semplicemente più comodo che non appoggiare i piedi sul pavimento. Oltre ai vantaggi della circolazione, un poggiapiedi è progettato in modo specifico per il comfort dei tuoi piedi, molto più del pavimento in moquette o in legno: chi tiene i piedi appoggiati a terra può avvertire dolori e senso di gonfiore alle gambe e perfino formicolii, che possono essere risolti molto semplicemente con l’utilizzo di una pedana.

 

Cosa cercare quando si acquista un poggiapiedi per scrivania?

In commercio esistono diversi tipi di poggiapiedi in diverse face di prezzo. Puoi anche trovare diversi modelli di buona qualità a un prezzo contenuto. Ma al di là del budget, al momento della scelta è importante considera sempre una serie di fattori che consentono di orientarti verso il tipo più adatto a te.

Fra questi fattori ce ne sono alcuni prioritari, come ad esempio la superficie di appoggio, l’altezza, la capacità di carico, la possibilità di spostare agilmente la struttura. Anche la reputazione del marchio e la specializzazione del produttore sono aspetti da non sottovalutare.

E per quanto riguarda il materiale, puoi trovare queste strutture in molti materiali, dal pvc al metallo e anche in legno.

 

Superficie d’appoggio del poggiapiedi da scrivania?

Un buon poggiapiedi deve essere abbastanza largo (almeno 45-50 cm) in modo da permetterti di appoggiare comodamente entrambi i piedi. Devi inoltre controllare se la struttura ha una superficie antiscivolo che fornisce stabilità al piede.

È anche possibile scegliere un prodotto con superficie ruvida o irregolare per massaggiare le piante dei piedi. Se si preferisce una superficie liscia e ammortizzata, prendi in considerazione quei modelli che ti offrono un comfort ottimale.

 

Regolazione del poggiapiedi da scrivania?

Ci sono dei poggiapiedi che possono essere regolati su diverse angolazioni per inclinare i piedi o per consentire di impostare molteplici intervalli di altezze. La regolazione in altezza dovrebbe consentire un’escursione dai 5 ai 12 cm.

L’angolo di inclinazione dovrebbe essere variabile tra 0 e 35 gradi. Puoi trovare benefici da superfici in memory foam che non sono regolabili ma possono adattarsi alla forma dei tuoi piedi.

Sarebbe meglio se il prodotto fosse facile da regolare mediante una leva che può essere comodamente riposizionata con un semplice tocco del piede. Questo ti evita di piegarti costantemente per impostare l’altezza desiderata o l’inclinazione.

 

Riscaldamento e raffreddamento del poggiapiedi da scrivania?

Alcuni tipi di poggiapiedi hanno una funzione di controllo del calore per raffreddare o riscaldare i piedi. Scegli un prodotto con ventola regolabile che fornisca il massimo del calore o della freschezza.

Il movimento oscillante migliora la circolazione sanguigna e allevia l’affaticamento, ma se la tua pedana ha anche rulli massaggianti incorporati potrebbe essere un must a cui difficilmente rinunciare.

Prima dell’utilizzo, è importante leggere attentamente le istruzioni del prodotto per evitare il rischio di surriscaldare la struttura.

 

Portabilità del poggiapiedi da scrivania?

Portabilità significa che puoi spostare facilmente il poggiapiedi in qualsiasi punto dell’ufficio o quando vai in trasferta. Deve essere pieghevole e compatto se lo porti con te in valigia durante il viaggio (perché quando sei abituato a usare il poggiapiedi difficilmente vi puoi rinunciare se hai un ufficio mobile).

Per questo il peso dovrebbe essere inferiore al chilo. Se prevedi di fare molti spostamenti con la tua struttura, valuta l’acquisto di un poggiapiedi da scrivania gonfiabile.

 

Design del poggiapiedi da scrivania?

Un poggiapiedi dal design ergonomico allevia l’affaticamento muscolare, le tensioni e le lesioni. Dovrebbe consentire una facile regolazione dell’altezza o dell’angolo con una distanza minima di 15-20 cm per le cosce. La superficie di appoggio deve essere antisdrucciolevole e comoda per le tue piante dei piedi.

 

Alcune buone abitudini se passi molto tempo seduto

Se lavori al computer ricorda che è importante fare diverse pause per sgranchire le gambe e riattivare la circolazione. Anche lo stretching con esercizi mirati è molto utile per chi sta seduto a lungo. In ogni caso è comunque consigliato fare almeno 30 minuti di attività fisica al giorno per mantenere il corpo sano e in forma, oltre a una buona e bilanciata alimentazione che favorisce il micro circolo.

Evita inoltre di cambiare posizione sulla sedia inclinando la schiena: per mantenere una buona postura deve rimanere sempre appoggiata allo schienale.

Con un piccolo investimento e cambiamenti nelle tue abitudini quotidiane puoi ottenere notevoli benefici dall’utilizzo di un poggiapiedi. Il miglior poggiapiedi per scrivania aumenterà notevolmente la tua produttività e ti renderà più sereno mentre svolgi le tue mansioni.

 

Il poggiapiedi da scrivania e la normativa?

Se lavori in un ufficio sappi che è un tuo diritto disporre di una sistemazione corretta del posto di lavoro al computer, secondo specifici dispositivi di legge. In questo senso si è indirizzato anche il D.Lgs 81/08, nel quale si precisa che ambienti, posti di lavoro e videoterminali siano sottoposti a verifiche e che siano effettuati controlli periodici di alcune variabili come quelle posturali, quelle microclimatiche, illuminotecniche ed ambientali generali.

A tale proposito, l’allegato XXXIV dello stesso D.Lgs. 81/08, fornisce i requisiti minimi delle attrezzature di lavoro.

 

Poggiapiedi da scrivania e condizioni ambientali?

Anche le condizioni ambientali sfavorevoli possono contribuire a causare disturbi. Il comfort termico è un aspetto importante per chi utilizza il videoterminale. Negli uffici si raccomanda una temperatura di circa 20°C d’inverno (o comunque compresa tra i 18 e i 22°C) mentre nel periodo estivo la temperatura media ottimale è di 26°C.

D’estate è tuttavia anche opportuno evitare di esporsi a sbalzi termici elevati (superiori a 7°C). Deve essere garantito un ricambio d’aria adeguato e un’illuminazione a bassa emissione di calore in modo da non contribuire ad innalzare la temperatura ambientale.

Anche a casa, per stare bene, cerca di osservare le stesse regole che adotti in ufficio.



No Comment