I 5 Migliori Pedometri per Stare Sempre al Passo

Il miglior pedometro è uno strumento tecnologico miglior-contapassiche permette di monitorare in tempo reale il tragitto percorso durante una camminata, una corsa o una semplice passeggiata.

Acquistare un dispositivo di questo tipo costituisce una buona motivazione per fare un po’ di moto. Lo stabiliscono anche i risultati di diverse ricerche che dimostrano che coloro che sono equipaggiati con un contapassi compie ben il 27% in più di attività fisica, aggiungendo 1,6 km alle usuali passeggiate.

In pratica, l’apparecchio rappresenterebbe un valido fattore stimolante per camminare più a lungo e con maggiore frequenza.




I migliori Pedometri

A chi serve un pedometro?

Si tratta di un dispositivo utile per molte persone. Innanzitutto, è uno strumento indispensabile per i professionisti come i runner ed i podisti che devono continuamente monitorare l’evoluzione del loro allenamento.

Anche chi pratica un’attività sportiva amatoriale come jogging e running e si dedica a camminate per tenersi in forma può utilizzare un contapassi per controllare le proprie performance. Può così tenere sotto controllo i miglioramenti legati al procedere dell’allenamento e avere sempre informazioni aggiornate riguardo alle distanze percorse e ai tempi di percorrenza.

 

Come indossare il pedometro?

È sufficiente indossare il contapassi in posizione verticale, poiché il meccanismo interno a pendolo possa registrare solo i movimenti compiuti tramite l’appoggio del piede a terra dopo la falcata del passo.

In commercio sono disponibili modelli da indossare alla cintura, da mettere in tasca o da portare al collo o al polso come un bracciale.




Contare i passi con il pedometro?

Secondo le indicazioni della classe medica e dei nutrizionisti per mantenersi in buona salute occorrerebbe fare ogni giorno almeno 10.000 passi. È un’abitudine che ciascuno dovrebbe prendere per comprendere fino in fondo in che modo il movimento fisico quotidiano sia in grado di

  • migliorare la salute del sistema cardiovascolare
  • diminuire la pressione arteriosa
  • aiutare chi è in sovrappeso a riguadagnare il proprio peso forma in modo sano e piacevole

In pratica, il contapassi rappresenterebbe un valido fattore stimolante per camminare più a lungo e con maggiore frequenza. O, perlomeno, per avvicinarsi a fare questa pratica.

 

Quali funzioni dei pedometri?

I pedometri spesso non si limitano ad essere degli eccellenti strumenti per la misurazione dei passi compiuti. Consentono anche di monitorare la velocità di percorrenza e la distanza (sia totale che parziale) se includono anche funzioni gps.

Sono talvolta dei veri e propri concentrati di tecnologia che, in pochi centimetri cubici, racchiudono preziosi strumenti di misura che rendono l’attività sportiva sempre più divertente e piacevole.

Alcuni contapassi, per esempio, accolgono una radio AM/FM integrata che, grazie all’utilizzo di appositi e leggerissimi auricolari, può essere ascoltata mentre si corre o cammina, rendendo ancora più gradevole il mantenersi in forma.

Oltre ad essere completi di orologio, datario, sveglia e cronometro/timer, gli apparecchi possono sono dotati di sensore di accelerazione 3D per rilevare qualsiasi movimento regolare riferito a uno dei tre assi dello spazio.

Presentano inoltre diverse modalità di falcata (solo camminata, solo corsa, camminata e corsa insieme), consentono il calcolo delle calorie bruciate, visualizzano il tempo stimato per il raggiungimento degli obiettivi impostati, salvano in memoria i dati giornalieri (es. passi, calorie e distanza percorsa per sette o più giorni) per controllare l’evolversi dell’allenamento.

E se si vuole andare ancora più in là, i dispositivi top di gamma sono in grado di interfacciarsi con lo smartphone o l’Iphone in modalità wifi.




Contapassi e cuore?

Un dispositivo molto utile contenuto in alcuni contapassi dalle funzionalità più avanzate è il misuratore del battito cardiaco, che permette di monitorare in tempo reale lo sforzo compiuto dall’organismo durante l’attività. In questo modo non solo si ottimizza l’allenamento, ma si controlla anche lo stato di salute nel caso di alcune patologie, come ad esempio ipertensione o tachicardia.

Questo prezioso misuratore consente quindi di raggiungere il livello di battiti per minuto richiesto dalla specifica attività fisica, e quindi di arrivare a livelli di frequenza cardiaca ottimali per un buon allenamento cardiocircolatorio e che permette di perdere peso.

 

Quanto pesa il contapassi?

L’evoluzione della tecnologia ha consentito di superare i due punti di debolezza principali del pedometro: la maneggevolezza e la precisione.

I dispositivi di una volta erano spesso ingombranti e pesanti: oggi non sono più grandi di un accendino e pesano qualche decina di grammi.

 

Precisione del contapassi?

Per quanto riguarda la precisione, il contapassi è tarato sul passo di chi lo utilizza. In genere questi strumenti sono affidabili e garantiti nel loro funzionamento quando vengono impiegati nelle condizioni ottimali, ovvero posizionati in modo consono a livello della cintura.

Ma l’accuratezza dei pedometri può variare grandemente fra modello e modello. Più ci si allontana dalle condizioni ottimali e più è possibile che il funzionamento dello strumento sia compromesso, anche se attualmente le ultime tecnologie consentono un utilizzo del contapassi meno vincolato.

 

Taratura del pedometro?

Per la taratura del contapassi è necessario immettere nello strumento il valore medio, espresso in centimetri, di un passo di chi lo utilizzerà. Per conoscere questo valore in genere si suggerisce una prova molto semplice: camminare facendo 10 o 20 passi, misurare la distanza complessiva percorsa e dividere per il numero per i passi compiuti.

È il caso di ripetere l’operazione due o tre volte e poi di fare la media in modo da avere la certezza di immettere una misura quanto più possibile vicina alla realtà.

Si possono memorizzare misure relative sia ai passi compiuti camminando sia alle falcate fatte correndo, in modo da permettere di misurare le distanze percorse durante entrambe le tipologie di attività fisica.

I moderni contapassi sono dotati di piccoli display a cristalli liquidi lcd e tasti azionati a pressione che permettono la taratura dello strumento e una rapida visualizzazione dei parametri: distanza percorsa, tempo di percorrenza, velocità media ed istantanea, ma anche frequenza cardiaca, consumo calorico, ora esatta, e così via.

 

Opinioni sul pedometro?

Nell’ottica di un acquisto poiché le caratteristiche generali del contapassi (ovvero peso, maneggevolezza e ridotte dimensioni) sono sostanzialmente simili fra i diversi modelli disponibili sul mercato, un aspetto da valutare con cura è dato dalla qualità della tecnologia integrata nel dispositivo.

Pedometri di scarsa qualità possono misurare “falsi passi” ovvero non passi reali ma altri movimenti della persona. Questi movimenti possono essere ad esempio rappresentati dal chinarsi per allacciarsi le scarpe o dal muoversi sul posto mentre si è fermi in piedi.

 

Utilizzo del pedometro?

Dagli studi fatti emerge che questo piccolo strumento, molto economico, è capace di invogliare la gente più pigra a camminare: indossato la mattina appena vestiti e tolto alla sera, tiene il conto dei passi compiuti durante tutta la giornata incentivando, nel tempo, a superare il proprio “record” giornaliero.

Un ottimo ausilio all’esercizio quotidiano è il diario da associare al contapassi. Annotate, giorno per giorno, i passi effettuati, la distanza percorsa, il tempo impiegato, le calorie consumate camminando e il vostro peso (rilevato la mattina a digiuno).

Gradualmente potrete aspirare a obiettivi più importanti, ovviamente con cautela e aggiungendo 500 passi ogni settimana.

 

I 5 migliori pedometri

Per scegliere il modello di contapassi più adatto è necessario prima di tutto analizzare le proprie esigenze.

Chi pratica marcia, camminata o corsa sia a livello agonistico che amatoriale avrà senza dubbio bisogno di uno strumento leggero, maneggevole, funzionale e dall’ingombro ridotto. Inoltre le funzionalità devono essere facilmente accessibili, il display luminoso e lo strumento deve misurare i parametri che realmente sono necessari.

Nella vendita online troverete sicuramente quello che fa per voi. Ne abbiamo selezionati cinque fra quelli più richiesti. A voi la scelta!

 

Contapassi Garmin SDM4

Il migliore per: semplice configurazione

Si aggancia alla scarpa e calcola ritmo e distanza anche quando non è disponibile la connessione gps e invia le informazioni a un dispositivo della Serie Forerunner (è compatibile con i modelli 305/405/50/60).

L’apparecchio analizza i movimenti ed è sensibile ai cambiamenti di lunghezza dei passi. Le informazioni vengono salvate automaticamente.

  • Versatile
  • Comodo
  • Preciso

 

MeasuPro Contapassi 3D fitness

Il migliore per: tecnologia avanzata

È realizzato con tecnologia Smart Sensor, che determina la differenza tra passi completi e movimento generale.

Si indossa sul fianco, intorno al collo o in tasca. Per i migliori risultati, personalizzare il contapassi 3D con la lunghezza della falcata. Si può tenere facilmente traccia dei passi giornalieri, della distanza percorsa e delle calorie bruciate, oltre a verificare i progressi con l’aiuto della funzione memoria di 30 giorni.

Dispone di uno schermo digitale grande e di immediata lettura. Viene fornito completo di batteria e custodia con aggancio a clip.

  • Memoria
  • Leggibile
  • Completo

 

Pedometro Realalt 3DTriSport

Il migliore per: indossabilità

Pesa solamente 28 grammi e misura 7,6 x 3,4 x 1,1 centimetri. Sviluppato con sensore 3D della tecnologia avanzata Tri-Axis, può essere posizionato in piano, verticalmente o orizzontalmente, e si può portare intorno al collo, all’anca/alla cintura, in tasca oppure nella borsa, utilizzando il solido clip staccabile o il cordino che sono inclusi nella confezione.

Consente di monitora con precisione i passi quotidiani (camminata e corsa), la distanza percorsa, le calorie bruciate e la durata d’esercizio visualizzati su uno schermo LCD facile da leggere.

Memorizza fino a 30 giorni di attività.

  • Leggerezza
  • Ergonomia
  • Vestibilità

 

Ozeri 4x3motion Pedometro Digitale

Il migliore per: multifunzione

Conta fino ad 1 milione di passi con una memoria integrata che salva fino a 7 giorni di attività e include anche le funzioni di orologio, calendario, timer sportivo e tecnologia auto sleep.

Progettato con tecnologia Tri-Axis effettua la misurazione di passi, gradini saliti, distanza, calorie bruciate e tempo dedicato all’esercizio fisico.

Tre sono le modalità di registrazione – Oggi, Split e Totale – con schermo diviso per avere sotto controllo più dati.

  • Preciso
  • Tascabile
  • Leggibile

 

Nakosite Contapassi 3D

Il migliore per: leggerezza

Pesa 24 grammi (dimensioni 6 x 4 x 1 centimetro) e può essere posizionato all’interno della tasca, in borsa o indossato con la cinghia in dotazione.

Consente il monitoraggio completo e la misurazione di passi quotidiani. Conta fino a 99.999 passi, che possono essere azzerati utilizzando il pulsante di ripristino.

La tecnologia 3d di rilevamento avanzato con 3 assi fornisce le informazioni su tutte le superfici (arrampicata, superficie piana e così via) e rappresenta con precisione ogni passo. È completamente silenzioso.

  • Design
  • Silenzioso
  • Preciso